laRegione
25.08.21 - 15:29
Aggiornamento: 18:46

Contratto con Pfizer per sette milioni di dosi annue

La Confederazione ha raggiunto un accordo con la società farmaceutica per ricevere sette milioni di vaccini nel 2022 e nel 2023

Ats, a cura de laRegione
contratto-con-pfizer-per-sette-milioni-di-dosi-annue
(Keystone)

La Confederazione svizzera ha concluso un nuovo accordo con la società farmaceutica Pfizer per il suo vaccino Covid. Il nuovo contratto garantisce una consegna annuale di 7 milioni di dosi del vaccino nel 2022 e 2023. Include anche un'opzione per ulteriori 7 milioni di dosi ogni anno.

I vaccini mRNA di Pfizer/BioNTech e Moderna hanno dimostrato di essere altamente efficaci e ben tollerati, ha scritto mercoledì l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). La Confederazione vuole riservare un numero sufficiente di dosi dei due produttori per garantire un eventuale richiamo della vaccinazione. Per proteggere la popolazione dal Covid-19, il governo federale si è finora affidato principalmente ai vaccini mRNA. Tuttavia, vuole costruire un portafoglio di vaccini basati su diverse tecnologie (mRNA, basato su proteine, vettore virale), in modo che, per esempio, le persone con intolleranze possano proteggersi con un vaccino diverso.

Ad oggi la Svizzera ha firmato contratti con cinque produttori. Moderna deve consegnare 13,5 milioni di dosi per il 2021 e 7 milioni per il 2022, Pfizer/BioNTech circa 6 milioni di dosi per il 2021, 7 milioni per il 2022 e 7 milioni per il 2023. Solo i loro vaccini sono utilizzati per il momento.

Berna ha anche contratti con AstraZeneca (circa 5,4 milioni di dosi, di cui 4 milioni per il programma COVAX), Curevac (5 milioni di dosi) e Novavax (6 milioni di dosi).

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Infertilità e calo delle nascite: ma non è colpa dei vaccini
Lo rivela uno studio. Altre ricerche parlano di questa possibilità, temporanea, per quanto riguarda la fertilità degli uomini
Svizzera
4 ore
Una svizzera, prima donna, a capo della Croce Rossa
Mirjana Spoljaric Egger guiderà un’organizzazione di 20’000 dipendenti per un budget di due miliardi di franchi all’anno
Svizzera
21 ore
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
22 ore
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
1 gior
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
1 gior
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
1 gior
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
1 gior
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
2 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
Svizzera
2 gior
Si incaglia al Nazionale l’abolizione del valore locativo
Il dossier torna in commissione. La maggioranza della Camera del popolo vuole coinvolgere maggiormente i Cantoni
© Regiopress, All rights reserved