laRegione
06.05.21 - 12:31
Aggiornamento: 13:57

Per la Svizzera nuovo contratto con Moderna da 7 milioni di dosi

Le dosi relative al nuovo contratto arriveranno nei primi mesi del 2022 con opzione per un'altra fornitura di pari ampiezza

Ats, a cura de laRegione
per-la-svizzera-nuovo-contratto-con-moderna-da-7-milioni-di-dosi
(Keystone)

La Svizzera ha sottoscritto un altro contratto con l'azienda biotecnologica Moderna nell'ambito dei vaccini anti-Covid. Esso prevede la fornitura di 7 milioni di dosi nei primi mesi del 2022, con l'opzione per ulteriori 7 milioni per il seguito del prossimo anno.

In questo modo si garantisce alla popolazione sufficienti vaccini a mRNA anche nel 2022, scrive l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) in una nota odierna. Il Paese sarà inoltre ben equipaggiato contro le future mutazioni del virus, viene sottolineato nel comunicato.

La società statunitense sta infatti svolgendo ricerche su una vaccinazione di richiamo che consideri pure le varianti. L'elevata protezione potrà quindi essere assicurata anche il prossimo anno, a condizione che l'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici Swissmedic esamini un siero di Moderna adattato e lo omologhi.

Berna sta attualmente puntando in particolare sulle immunizzazioni che si basano sulla tecnologia mRNA, dimostratesi altamente efficaci e ben tollerate, puntualizza l'UFSP. La Svizzera è uno dei primi Paesi ad aver stipulato un'intesa con Moderna nel 2020. In ogni caso, dato che produzione e disponibilità restano incerte, la Confederazione continua a vagliare diverse tipologie di vaccino di vari fabbricanti.

Finora la Svizzera ha firmato contratti con altri quattro produttori di vaccini oltre a Moderna (13,5 milioni di dosi per il 2021 e 7 milioni per il 2022). Si tratta di Pfizer/BioNTech (circa 6 mio), AstraZeneca (circa 5,3 mio), Curevac (5 mio) e Novavax (6 mio).

Come noto, nei Cantoni sono attualmente in uso solo i preparati di Moderna e Pfizer/BioNTech, mentre per i restanti mancano ancora le necessarie omologazioni. Per quanto riguarda il 2021, la Svizzera ha sufficienti dosi per permettere la vaccinazione pure a bambini e giovani, sempre che essa venga aperta e consentita a questo gruppo.

Berna sta facendo scorta di vaccini anche per il 2022, così da continuare a offrire a tutti i cittadini una protezione molto alta, conclude l'UFSP. Qualora il loro impiego non dovesse rendersi necessario, la Confederazione prenderà in considerazione la possibilità di inviarli ad altre nazioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
31 min
90 anni, due bastoni da jogging e un figlio consigliere federale
Hanni Rösti non si è voluta perdere l’elezione del figlio: ‘Sono sempre di buon umore, ma oggi un po’ di più’
Svizzera
54 min
Allarme rientrato a Palazzo federale e nelle sue adiacenze
Il dispositivo d’emergenza era scattato poco prima di mezzogiorno per un oggetto sospetto. Poi rivelatosi innocuo
Svizzera
1 ora
Un nuovo virus trasmesso dalle zecche anche in Svizzera
Oltre alla meningoencefalite c’è anche l’Alongshan. In fase di sviluppo un test diagnostico per individuarlo
Svizzera
2 ore
Palazzo federale, area sgomberata per oggetto sospetto
L’allarme è scattato poco prima di mezzogiorno. Chiarimenti sono in corso da parte delle forze dell’ordine
Svizzera
3 ore
Alain Berset presidente della Confederazione per il 2023
Per il socialista friborghese un’elezione non brillante: 140 voti per lui. Succederà a Ignazio Cassis
Svizzera
4 ore
Buste paga più pesanti per i dipendenti della Roche
Il ritocco al salario (del 2,3%), che diventerà effettivo dal 1° aprile, interesserà 14’200 dipendenti
Svizzera
5 ore
Abbattuto il maschio dominante del branco del Beverin
La sua uccisione risale all’8 novembre. Dieci giorni dopo il resto del branco si è messo in movimento
Svizzera
5 ore
La strada del Maloja sarà resa più sicura
Previsto un nuovo sistema di informazione. Il sistema pilota informerà gli utenti sulle possibili chiusure
Svizzera
7 ore
Disoccupazione in lieve aumento a novembre
Aumento di un decimo di punto percentuale per un tasso che, comunque, resta pur sempre a un livello molto basso (da 1,9% a 2,0%)
Svizzera
7 ore
Due poltrone per quattro: la lunga giornata di Berna
Oggi si designano i successori di Simonetta Sommaruga e Ueli Maurer in seno al Governo. Segui lo streaming dei lavori a Palazzo federale
© Regiopress, All rights reserved