laRegione
01.04.21 - 10:47
Aggiornamento: 21:51

Svizzera, Coop rileva la catena Jumbo

Il commercio al dettaglio registra un'operazione di mercato di grande rilevanza: Manor ha ceduto i negozi del fai-da-te e del giardinaggio al colosso basilese

svizzera-coop-rileva-la-catena-jumbo

Terremoto nel commercio al dettaglio svizzero: Coop ha annunciato oggi di aver rilevato la catena di negozi del fai-da-te e giardinaggio Jumbo dal proprietario di Manor, Maus Frères. Il prezzo della transazione non è stato reso noto.

In una nota, Coop precisa che l'operazione dovrà ancora ottenere il via libera da parte della Commissione della concorrenza (Comco). Nel comunicato viene precisato che i 40 punti vendita di Jumbo, che lo scorso anno hanno generato un fatturato di circa 600 milioni di franchi, "completano idealmente le sedi del gruppo Coop".

Maus Frères si concentra su core business

Didier Maus, presidente del consiglio di amministrazione di Maus Frères SA, citato nella nota, spiega: "era molto importante trovare per i collaboratori di Jumbo un nuovo datore di lavoro forte con una visione a lungo termine, come è il caso per Coop". La decisione, prosegue Maus, "fa parte della strategia della holding di concentrarsi sul suo core business e sul suo DNA", che sono la catena di grandi magazzini Manor e il comparto MF Brands Group, che riunisce marchi come Lacoste e Gant.

Negli ultimi anni il gruppo ginevrino ha riorganizzato il proprio portafoglio. Nel 2018 ha ad esempio ceduto i 23 negozi Athleticum in Svizzera e i relativi 455 dipendenti alla francese Decathlon. Quanto a Manor, il dettagliante ha annunciato la scorsa estate un taglio di 476 posti di lavoro, circa il 5% dell'organico.

Coop: base ideale per il futuro

Da parte sua, il presidente della direzione di Coop Joos Sutter ha dichiarato: "siamo convinti di aver creato su tutti i fronti una base ideale per il futuro". "Sono molto lieto - ha proseguito - di dare il benvenuto ai nuovi dipendenti nella famiglia Coop".

Il loro numero esatto non è conosciuto "a causa della decisione che dovrà prendere la Comco", ha precisato la portavoce di Coop Rebecca Veiga all'agenzia finanziaria Awp. Secondo il suo sito internet, Jumbo impiega circa 1500 persone.

"Il mercato del fai-da-te si sta sviluppando in modo molto positivo e vediamo un grande potenziale in questo settore per il futuro", ha aggiunto Veiga.

Il primo centro Jumbo fu aperto nel 1982, a Bachenbülach, nel canton Zurigo. Come detto, attualmente ha 40 punti vendita, due dei quali in Ticino, a Sant'Antonino e Grancia. Coop dispone di 73 negozi Edile+Hobby (per un fatturato di 694 milioni e 1659 posti di lavoro), in Ticino a Tenero, Castione e Mendrisio.

Marchi uniti o separati?

Resta da vedere se Jumbo continuerà come marchio a sé stante o se verrà integrato in Coop Edile+Hobby. Eventuali decisioni al riguardo dipendono anche da cosa dirà la Comco, ha precisato Veiga.

Se Jumbo e Edile+Hobby dovessero rimanere separati, ciò non sarebbe una novità per il gruppo Coop che nel ramo dell'elettronica dispone di due catene di negozi indipendenti, che sono Fust e Interdiscount.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
Pericolo marcato di valanghe in molte regioni meridionali
L’allerta riguarda la parte altovallesana delle Alpi, il versante sudalpino centrale, la cresta principale delle Alpi e la zona del Bernina
Svizzera
8 ore
È Zurigo l’El Dorado dei cittadini stranieri
Il 2022 potrebbe essere l’anno record per gli arrivi in riva alla Limmat. Tornano, in particolare, gli italiani
Svizzera
8 ore
Nuotata di San Nicolao da record nella Limmat
Ben 380 persone si sono date appuntamento a Zurigo per la 22esima edizione della tradizionale manifestazione benefica
Svizzera
9 ore
Mercato del lusso, Svizzera scalzata dalla Cina
Il nostro Paese resta in testa nell’orologeria, ma perde il primato per quel che concerne la gioielleria
Svizzera
9 ore
Inabilità al lavoro, impennata delle malattie mentali
Sensibile aumento dei casi di incapacità lavorativa. E non è solo colpa del burnout: altri tipi di diagnosi psicologiche si fanno largo
Svizzera
9 ore
Penuria di sostanze chimiche, laghi a rischio inquinamento
La scarsa reperibilità di sostanze anti-fosforo mette in difficoltà gli impianti di depurazione svizzeri
Svizzera
11 ore
‘Il no allo Spazio economico è stata una decisione sbagliata’
Per il presidente dei Verdi liberali Jürg Grossen, con i bilaterali ‘le relazioni con l’Unione europea sono come una caldaia piena di buchi’
Svizzera
12 ore
Ecco la proposta: un arrocco Cassis-Berset
È l’idea avanzata dal Partito socialista: uno scambio nella conduzione dei dipartimenti degli Esteri e dell’Interno
Svizzera
14 ore
Successione di Sommaruga e Maurer, mercoledì il giorno ‘x’
La lunga giornata che sfocerà nell’elezione dei due nuovi consiglieri federali inizierà alle 8 con la seduta a camere riunite
Svizzera
14 ore
Fuga di dati, la perdita di fiducia è enorme
Un avvocato specializzato in questo ambito torna sulla vicenda che vede protagonista il Dipartimento cantonale di giustizia zurighese
© Regiopress, All rights reserved