laRegione
26.03.21 - 20:08

Indagine esterna sulle presunte molestie a Tamedia

Saranno degli esperti indipendenti a far luce sulle segnalazioni di atteggiamenti sessisti in seno al gruppo editoriale

indagine-esterna-sulle-presunte-molestie-a-tamedia
Keystone
Cattive notizie

Zurigo – La lettera di protesta di 78 giornaliste di Tamedia su presunti atteggiamenti sessisti in seno all'azienda ha portato il gruppo editoriale a procedere a un'indagine esterna. Lo ha indicato il caporedattore Arthur Rutishauser ai microfoni di radio Srf 4.

Non è ancora chiaro a quale società sarà affidato il compito di valutare la situazione: non c'è ancora nessun impegno decisivo, ha detto Rutishauser. Gli esperti esterni dovranno appurare quanto sia davvero successo, in che misura e se ciò sia avvenuto in maniera sistematica.

Commenti sessisti

Non ci sono state indicazioni di aggressioni fisiche, ha continuato Rutishauser. Ma, a quanto pare, ci sono state di recente persone non in grado di controllarsi che si sono lasciate andare a commenti sessisti. Ciò non è assolutamente tollerabile.

Come misura interna immediata, una redattrice è stata nominata persona di contatto: ad essa possono rivolgersi le dipendenti che si ritengono interessate dalla questione.

All'inizio di marzo, 78 giornaliste di Tamedia hanno inviato una lettera di protesta al caporedattore e alla direzione. Criticano il fatto che le donne a Tamedia vengano ostacolate, criticate e pagate meno degli uomini.

Nel frattempo, 115 donne hanno sottoscritto le critiche. 125 uomini sono stati solidali con le donne e hanno anche inviato a loro volta una lettera, nella quale si dicono convinti del fatto che i cambiamenti richiesti dalle loro colleghe porterebbero a un'atmosfera di lavoro migliore.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Il Vallese sui casinò si ritiene svantaggiato rispetto al Ticino
Il Consiglio federale intende accordare la concessione per una sola casa da gioco: protesta il consigliere di Stato Darbellay
Svizzera
4 ore
Raccolte le firme per l’iniziativa sul mantenimento del contante
Già certificate oltre 111‘000 firme a favore del ‘Sì a una valuta svizzera libera e indipendente sotto forma di monete o banconote’
Svizzera
21 ore
Due morti a Disentis per una valanga
La slavina ha travolto un gruppo di tre sciatori fuori pista, una sola delle quali è rimasta illesa
Svizzera
21 ore
La meteo fa i capricci: in Ticino quasi 20°C, neve in montagna
Il favonio da nord ha alzato eccezionalmente la colonnina di mercurio nel sud della Svizzera: 19,5°C a Locarno. Rischio valanghe nei Grigi
Svizzera
1 gior
La Brévine festeggia il freddo, pronta una brioche da record
Nella ‘Siberia della Svizzera’ inizia il festival locale: fornai pronti a sfornare una brioche da 4,18 metri, in onore dei -41,8°C toccati nel 1987
Svizzera
1 gior
Il parto anonimo è sempre più possibile in Svizzera
Sempre più ospedali danno alle donne la possibilità di partorire in modo confidenziale, come alternativa alle “baby finestre”
Svizzera
1 gior
Secondo il Ceo, i prezzi dei prodotti Nestlé saliranno ancora
Secondo Mark Schneider, però, la multinazionale non è responsabile del rincaro essendo essa stessa vittima dell’aumento dei prezzi
Svizzera
1 gior
L’urto e poi le fiamme: incidente sull’A2, una donna è grave
Il sinistro è avvenuto questa notte fra il tunnel del Seelisberg e Altdorf. La conducente è uscita dal veicolo incendiato con l’aiuto di altre persone
la guerra in ucraina/1
1 gior
Sulla riesportazione delle armi svizzere il vento è cambiato
Commissione degli Stati vuole allentare la legge. Anche per sostenere l’industria bellica svizzera. Le risposte alle principali domande.
Svizzera
1 gior
Riesportazione di armi: ‘La legge va allentata’
La commissione della politica di sicurezza degli Stati ha chiesto con 6 voti contro 4 e 2 astensioni di modificare la legge federale sul materiale bellico
© Regiopress, All rights reserved