laRegione
casse-malati-si-temono-nuovi-aumenti
07.02.21 - 16:25
Aggiornamento: 18:23

Casse malati, si temono nuovi aumenti

Costi della salute ancora su del 1,25% per Sasis (Santésuisse) nel 2020. Lo stop delle operazioni non urgenti per il Covid non ha fatto risparmiare ovunque

I premi di cassa malati ancora più su, la fattura rischia di lievitare ancora, come anticipa oggi la SonntagsZeitung, analizzando le cifre raccolte dalla società di analisi di dati Sasis, di Santésuisse.
Nel 2020 le prestazioni dell’assicurazione di base sono aumentate di 430 milioni, arrivando a 34,6 miliardi. Di questi (secondo Santésuisse) circa 350 milioni sono direttamente legati alla crisi sanitaria innescata dalla pandemia. Inoltre i conti non sono definitivi, infatti ci vanno aggiunti i costi indiretti della pandemia.

Inoltre il coronavirus non ha frenato, come invece si sperava, la crescita dei costi della salute, o almeno non lo ha fatto ovunque in Svizzera. Lo stop alle operazioni non urgenti ha rallentato la crescita dei costi della salute, che nel 2020 è stata dell’1,25% (con grosse variazioni tra Cantoni, in Ticino ad esempio questi costi sono scesi del 2%, ad Argovia invece sono aumentati del 3,13%), contro il 3% di media degli ultimi anni. “La pandemia continua, si devono aggiungere i costi delle vaccinazioni ed ora si stanno recuperando le operazioni non urgenti rinviate. Questo porta a notevoli costi”, commenta sul domenicale Verena Nold, la direttrice di Santésuisse. 

Sindacati - USS: che sia un 2021 all'insegna della solidarietà

Non è proprio il momento per nuovi aumenti. L'Unione sindacale svizzera (USS) ha presentato oggi le sue priorità. "Rinforzare la solidarietà è un'assoluta necessità", ha affermato. Versamento di 500 franchi agli assicurati e prolungamento dell'indennizzo disoccupazione: per affrontare le sfide che pone il 2021. 

Garantire gli impieghi e compensare le perdite del potere d'acquisto registrate lo scorso anno fanno parte delle principali battaglie per quest'anno, ha sottolineato l'USS. La crisi legata al coronavirus ha generato "conseguenze devastanti per il mondo del lavoro" e tocca particolarmente le persone dai redditi più bassi, evidenzia l'associazione in un comunicato.

La sottoccupazione dovuta al lavoro ridotto, la disoccupazione e la carenza di lavoro sono a livelli molto alti. Senza lavoro ridotto e indennità per perdita di guadagno la situazione sarebbe ancora più catastrofica, ha dichiarato il capo economista dell'USS Daniel Lampart, citato nella nota. Le economie domestica con basso reddito iniziano questo nuovo anno con riserve ridotte al minimo.

Difendere il potere d'acquisto

L'USS fa quindi appello per una "evoluzione dinamica dei salari e un incremento delle rendite" per compensare la flessione del "potere d'acquisto reale" dei lavoratori e dei pensionati. Altre lotte verranno intraprese per un versamento a ogni assicurato di 500 franchi presi dalle riserve delle casse malattia, un miglior finanziamento della sanità pubblica e un prolungamento delle rendite disoccupazione.

Secondo l'organizzazione, la situazione era già difficile prima del coronavirus, con premi delle casse malati in costante aumento e la stagnazione dei salari. La dipendenza dai mercati finanziari ha fatto scendere le rendite, con un calo del potere d'acquisto. Uno dei problemi più rilevanti è la forza del franco, che rende difficoltoso il lavoro nel settore dell'export. L'USS in questo ambito chiede interventi più decisi da parte della Banca nazionale svizzera (BNS).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
casse malati santésuisse
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale
Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
3 ore
Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo
Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
Svizzera
4 ore
Scoperto un altro scheletro su un ghiacciaio in Vallese
I resti sono stati ritrovati nei giorni scorsi nella regione di Saas Fee. Gli esperti di medicina legale sono al lavoro
Svizzera
5 ore
Engadina, presenza quasi certa di tre orsi
Sono stati osservati tramite le fototrappole. In assenza di test del Dna, non è possibile certificare con sicurezza che si tratti di esemplari differenti.
Svizzera
6 ore
Detenuto evade dal carcere bernese di Witzwil
L’uomo, un cittadino algerino di 41 anni, non è considerato pericoloso. Stava scontando la pena in regime aperto
Svizzera
7 ore
L’Altopiano svizzero si sta ‘toscanizzando’
Ciò è dovuto ai periodi sempre più lunghi di caldo e siccità. Lo segnala la Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio
Svizzera
8 ore
Ginevra, trovato il corpo di un uomo nel lago
Stando ai primi accertamenti la causa della morte è l’annegamento
Svizzera
8 ore
‘Expat stanno scacciando il ceto medio-basso da Zurigo’
Lo afferma il quotidiano zurighese Tages-Anzeiger dopo aver analizzato un rapporto dell’Ufficio comunale delle imposte
Svizzera
9 ore
Istruzione: ‘Mancano insegnanti qualificati’
Il mondo scolastico della Svizzera tedesca e francese è confrontato con la penuria di personale qualificato e l’integrazione degli allievi ucraini
Svizzera
9 ore
Corpo recuperato nelle acque dell’Aare
Si tratta di un 44enne georgiano. La pista privilegiata dagli inquirenti è quella dell’incidente
© Regiopress, All rights reserved