laRegione
l-epidemia-di-covid-costera-alle-casse-malati-550-milioni
(archivio Ti-Press)
06.12.20 - 14:07
Ats, a cura de laRegione

L'epidemia di Covid costerà alle casse malati 550 milioni

È la proiezione fatta da Santésuisse. Non si prevedono però aumenti dei premi. Il Consiglio federale mira a ridurre le riserve

Berna - Il coronavirus - in base a una stima prudente - costerà alle casse malattia almeno 550 milioni di franchi: secondo Santésuisse tuttavia non si prevede alcun aumento dei premi.

I costi sono di 130 milioni di franchi per le cure stazionarie e ambulatoriali e per i test della prima ondata, ha dichiarato a Keystone-ATS Matthias Müller, responsabile del reparto politica e comunicazione di Santésuisse, confermando così un'informazione apparsa sul "Sonntagsblick".

A questi dovrebbero aggiungersi 180 milioni per le cure stazionarie da giugno a oggi e altri 40 milioni per i trattamenti ambulatoriali, tra cui costi per i farmaci per l'alleviamento dei sintomi, gli esami ambulatoriali e le visite di controllo presso i medici.

Infine, i costi delle vaccinazioni dovrebbero ammontare a 200 milioni di franchi. Non è invece ancora possibile dire quali saranno i costi dei danni a lungo termine causati da Covid-19, ha aggiunto Müller rispondendo a una domanda.

A causa del coronavirus, tuttavia, i premi di cassa malattia non aumenteranno, ha dichiarato Müller. Le casse dispongono attualmente di una riserva di oltre dieci miliardi di franchi.

Consiglio federale vuole ridurre riserve

Secondo il Consiglio federale, queste grandi riserve dovrebbero essere ridotte - ad esempio, le casse malattia dovrebbero addebitare anticipatamente meno premi. Il 18 settembre il Consiglio federale ha sottoposto a consultazione una modifica dell'ordinanza sulla vigilanza sull'assicurazione malattie (OVAMal). L'obiettivo è di ridurre le riserve eccessive e di limitare la pratica dei rimborsi. Il periodo di consultazione durerà fino al 18 dicembre.

L'esecutivo vuole che la modifica dell'ordinanza entri in vigore il primo giugno 2021 per i premi del 2022. Santésuisse è critica al riguardo, ha detto Müller rispondendo a una domanda. Le riserve contribuiscono a mantenere stabili i premi: una loro riduzione può portare a un aumento dei premi negli anni successivi.

Iniziativa cantonale per ridurre riserve

Intanto il cantone di Ginevra con un'iniziativa cantonale chiede che le riserve delle casse malattia siano utilizzate per finanziare le spese sanitarie straordinarie legate alla pandemia di coronavirus: il parlamento cantonale ha approvato questa iniziativa il 30 ottobre.

I costi dovrebbero essere coperti da una dissoluzione parziale delle riserve delle casse malattia. L'iniziativa invita inoltre l'Assemblea federale a chiedere il congelamento o la riduzione dei premi per gli anni 2022 e 2023. Queste riserve sono state accantonate per situazioni eccezionali come per esempio una pandemia, ha sottolineato all'epoca il gran consigliere ginevrino Bertrand Buchs (Ppd).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
casse malati covid epidemia ridurre riserve santésuisse
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale
Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
3 ore
Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo
Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
Svizzera
4 ore
Scoperto un altro scheletro su un ghiacciaio in Vallese
I resti sono stati ritrovati nei giorni scorsi nella regione di Saas Fee. Gli esperti di medicina legale sono al lavoro
Svizzera
5 ore
Engadina, presenza quasi certa di tre orsi
Sono stati osservati tramite le fototrappole. In assenza di test del Dna, non è possibile certificare con sicurezza che si tratti di esemplari differenti.
Svizzera
6 ore
Detenuto evade dal carcere bernese di Witzwil
L’uomo, un cittadino algerino di 41 anni, non è considerato pericoloso. Stava scontando la pena in regime aperto
Svizzera
7 ore
L’Altopiano svizzero si sta ‘toscanizzando’
Ciò è dovuto ai periodi sempre più lunghi di caldo e siccità. Lo segnala la Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio
Svizzera
8 ore
Ginevra, trovato il corpo di un uomo nel lago
Stando ai primi accertamenti la causa della morte è l’annegamento
Svizzera
9 ore
‘Expat stanno scacciando il ceto medio-basso da Zurigo’
Lo afferma il quotidiano zurighese Tages-Anzeiger dopo aver analizzato un rapporto dell’Ufficio comunale delle imposte
Svizzera
9 ore
Istruzione: ‘Mancano insegnanti qualificati’
Il mondo scolastico della Svizzera tedesca e francese è confrontato con la penuria di personale qualificato e l’integrazione degli allievi ucraini
Svizzera
9 ore
Corpo recuperato nelle acque dell’Aare
Si tratta di un 44enne georgiano. La pista privilegiata dagli inquirenti è quella dell’incidente
© Regiopress, All rights reserved