laRegione
17.12.20 - 08:06
Aggiornamento: 18:47

Fibre ottiche, la Comco apre un'inchiesta contro Swisscom

La società di telecomunicazioni avrebbe assunto una posizione dominante di mercato

fibre-ottiche-la-comco-apre-un-inchiesta-contro-swisscom
(Keystone)

La Commissione della concorrenza (Comco) apre un'inchiesta contro Swisscom per eventuale posizione dominante di mercato in relazione alla costruzione della rete di fibre ottiche.

Swisscom intende ampliare ulteriormente la rete di fibre ottiche e collegare più di 1,5 milioni di economie domestiche ed imprese supplementari alla fibra ottica. Nelle regioni dove essa procede da sola a questo ampliamento, Swisscom modifica il metodo di costruzione della rete in tal modo che i concorrenti non ottengono più un accesso diretto all'infrastruttura, spiega la Comco in un comunicato diramato oggi.

Swisscom modifica così la struttura esistente del mercato e limita presumibilmente le possibilità d'innovazione e le opportunità commerciali dei concorrenti. Quanto ai clienti finali, essi possono essere limitati nella loro scelta di fornitore e nella varietà dei prodotti, scrive la Comco.

Secondo quest'ultima appare verosimile che, tramite questo comportamento, Swisscom abusi di una posizione dominante sul mercato. La Commissione esamina attualmente in maniera più approfondita in che misura.

Si tratta della ragione per la quale la Comco ordina delle misure provvisorie, vietando a Swisscom con effetto immediato di rifiutare ai suoi concorrenti l'accesso ininterrotto alle fibre ottiche nell'ambito dell'ampliamento della rete. Le misure possono essere oggetto di un ricorso dinanzi al Tribunale amministrativo federale (Taf).

Swisscom respinge le accuse

Swisscom, da parte sua, "respinge le accuse della Comco e inoltrerà ricorso" al Taf, indica l'operatore detenuto dalla Confederazione in un comunicato. Assicura che offre "a tutti i suoi concorrenti un accesso ampio e non discriminatorio alle sue reti a condizioni regolamentate o concordate commercialmente".

Il gigante blu sostiene di investire circa 1,6 miliardi di franchi all'anno nell'ampliamento e nella manutenzione di queste reti. Attualmente sta sviluppando la sua rete in fibra ottica nelle abitazioni e nelle imprese e prevede di raddoppiare il numero di connessioni per raggiungere quota 3 milioni entro il 2025. "Anche i concorrenti ne traggono vantaggio riducendo i propri investimenti e risparmiando così sui costi".

Swisscom garantisce che gli operatori che non dispongono di una rete propria hanno diverse possibilità di accesso con diverse larghezze di banda. "I fornitori che non dispongono di una rete propria hanno sempre accesso alla massima larghezza di banda disponibile", indica la nota. Inoltre, Swisscom auspica "per quanto possibile sviluppare la rete in collaborazione con i suoi partner, come è stato fatto finora".

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
21 ore
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
23 ore
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
1 gior
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
1 gior
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
1 gior
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
1 gior
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
Svizzera
2 gior
Troppo poche le vaccinazioni anti-Covid fra le persone a rischio
È l’allarme lanciato dai direttori cantonali della sanità: ad oggi solo poco più del 20% degli over 65 ha ricevuto il richiamo
Svizzera
2 gior
Metà delle adolescenti in Svizzera è vittima di molestie sul web
Nel 2014 la percentuale era ancora del 19%. Ancora bassa la consapevolezza sulla sicurezza dei dati su internet e l’uso delle impostazioni sulla privacy
Svizzera
2 gior
Droni, così cambia la normativa (e si adatta all’Ue)
Le nuove norme saranno valide dal primo gennaio prossimo e comprendono standard di sicurezza per la produzione, la certificazione e l’esercizio
Svizzera
2 gior
Il boss di Chanel nuovo numero uno dei più ricchi in Svizzera
Gérard Wertheimer, 71enne imprenditore francese, ha un patrimonio familiare stimato di 38-39 miliardi di franchi
© Regiopress, All rights reserved