laRegione
04.12.22 - 17:50
Aggiornamento: 18:36

Düdingen troppo forte, luganesi costrette alla resa

Dopo sette vittorie filate le bianconere cadono in casa propria, con le friborghesi che chiudono il match vincendo tutti e tre i set

d-dingen-troppo-forte-luganesi-costrette-alla-resa
Ti-Press/Gianinazzi
Serata storta per le ticinesi

Dopo sette vittorie filate le bianconere cadono in casa contro un Düdingen semplicemente troppo forte. Ci si aspettava un’altra prestazione di spessore da parte delle ragazze di Coach Oikonomou, ma purtroppo stavolta le cose sono andate diversamente: le friborghesi, seconda forza del campionato, dimostrano subito di essere squadra solida e performante e mettono in fila le disorientate giocatrici luganesi, scavando un divario enorme di 10 punti che mantengono fino alla fine del set. La seconda frazione di gioco, l’unica combattuta, procede invece punto a punto fino al 20, poi un paio di banali errori della formazione locale spalancano alle "powercats" le porte della conquista del set.

La serata storta luganese prosegue poi nel terzo set, durante il quale le avversarie non concedono nulla e vincono quindi la partita con estrema facilità. Una serata storta, insomma, per Kantor e compagne, che deve spronare le ragazze a risollevarsi immediatamente già la prossima trasferta di giovedì contro le campionesse svizzere del Neuchâtel, per dimostrare che il terzo posto in solitaria in questa splendida stagione è assolutamente meritato. Da notare che a fine serata il premio di Mvp delle ticinesi viene attribuito alla giovane Arianna Mortati, classe 2004, brillante ragazza uscita dal vivaio luganese.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
6 ore
Maxim Noreau finisce sui francobolli. In Sierra Leone
Il difensore canadese ex Ambrì ha la sua faccia su un bollo da cinquanta centesimi in Africa. ‘Perché? Davvero non lo so, ma nessuno mi ha chiesto nulla’
Atletica
7 ore
In Polonia gli elvetici fanno la loro bella figura
A Torun, nel meeting valido per l’Indoor Gold Tour, Ditaji Kambundji centra il limite per gli Europei, mentre Elmer firma il miglior tempo della carriera
Calcio
8 ore
Mondiale per club, è il Real il secondo finalista
Gli spagnoli sconfiggono gli egiziani dell’Al Ahly grazie alle reti di Vinicius Junior, Valverde e – nei minuti di recupero – Rodrygo e Arribas
SCI ALPINO
9 ore
A soli 37 anni si è spenta Elena Fanchini
Malata da tempo, la sorella maggiore di Nadia si è dovuta arrendere a una recidiva del tumore ed è morta nella sua casa in provincia di Brescia
Formula 1
9 ore
Nessun bavaglio nel Circus. ‘Oguno può dire ciò che pensa’
In un’intervista al britannico The Guardian, Stefano Domenicali si schiera a favore della libertà d’espressione dei piloti, invitando la Fia a chiarire
Sci
11 ore
Lo scettro di Lara raccolto da Marta Bassino
Nel superG iridato, la ticinese detentrice del titolo chiude solo sesta. Giovedì tocca ai maschi, con Marco Odermatt in pole position
Tennis
12 ore
Abu Dhabi, Belinda ai quarti senza soffrire
La sangallese, numero nove al mondo, non incontra alcuna difficoltà nel superare l’ucraina Marta Kostjuk (numero 57 Wta), battuta 6-4 7-5
Ciclismo
13 ore
Il Velo Club Mendrisio fra tradizione e sfide del presente
Il presidente Alfredo Maranesi: ’Ormai ci sono pochissime gare, la stampa si interessa sempre meno, e di conseguenza fatichiamo a trovare sponsor’
Hockey
13 ore
Giovane, inesperta Svizzera. ‘Spero che (i club) apprezzino’
A Zurigo la Nazionale di Fischer si prepara ad affrontare la Finlandia con qualche artista in meno del solito. ‘Forechecking aggressivo e più semplicità’
Altri sport
14 ore
Sgambetto riuscito, il Biasca sale a quota 22 punti
Continua la serie positiva dei rivieraschi, che confermano di avere la difesa più solida del campionato e mettono sotto anche il temibile Ginevra
© Regiopress, All rights reserved