laRegione
04.08.21 - 10:26
Aggiornamento: 21:56

Vela, Fahrni e Siegenthaler ai piedi del podio

Per le ventottenni bernesi la gara della 470 si è conclusa al quarto posto dopo un mercoledì in rimonta. 'Abbiamo fatto tutto il possibile'

vela-fahrni-e-siegenthaler-ai-piedi-del-podio
Mentre la classe 470 si appresta a uscire di scena (Keystone)

Linda Fahrni e Maja Siegenthaler hanno ottenuto un magnifico ma frustrante quarto posto alle Olimpiadi di Tokyo. Le bernesi hanno vinto la regata finale della classe 470, la cosiddetta ‘Medal Race’, guadagnando in un sol colpo due posizioni in classifica. Tuttavia, ciò non è bastato per riuscire ad arrivare sul podio, dove il gradino più alto è stato occupato dalle britanniche Eilidh McIntyre e Hannah Mills, con quest'ultima che era già stata incoronata a Rio nel 2016.

Seste prima della giornata finale, le due elvetiche hanno ottenuto un risultato al di là delle loro aspettative iniziali, per una vela rossocrociata che non otteneva un risultato così buono dai Giochi del 2004, ad Atene. «Abbiamo fatto tutto il possibile. È stato un mercoledì fantastico: vincere l'ultima regata (‘la Medal Race’, appunto, dove i punti in palio sono raddoppiati) è meraviglioso, e il fatto che alla fine siamo arrivate quarte non influisce su ciò che abbiamo provato» dice la ventottenne di Berna. Che ormai da tredici anni divide lo scafo con la coetanea Maja Siegenthaler, con cui ha collezionato un titolo mondiale juniores e un bronzo ai Campionati europei della classe 470, a Vilamoura, in Portogallo, a inizio maggio.

Il futuro di Fahrni e Siegenthaler, tuttavia, appare incerto: alla prossima edizione dei Giochi estive nel 2024, a Parigi (le regate, però, si terranno a Marsiglia) quel 470 disegnato nel lontano 1963 dall'architetto navale francese André Cornu, divenuto classe olimpica al femminile nel 1988, uscirà di scena dal programma a cinque cerchi: le due navigatrici bernesi in sostanza dovranno decidere se rinunciare al sogno olimpico oppure provare a cimentarsi con una nuova imbarcazione, il 470 misto.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
10 ore
Un buon Ambrì cede alla distanza contro gli Zsc Lions
I biancoblù disputano due tempi di buon livello ma sprecano un doppio vantaggio, mentre i padroni di casa si affidano alle fiammate e al powerplay
QATAR 2022
11 ore
Il genio di Messi tiene in vita l’Argentina
Al 69’ una rete da fuori area della Pulce stende il Messico (nel finale il raddoppio di Fernandez). Ma l’Albiceleste ancora non convince
QATAR 2022
14 ore
Doppietta di Mbappé, la Francia è agli ottavi
Battuta una Danimarca che ha saputo rispondere alla strapotenza transalpina, ma che dovrà giocarsi la qualificazione contro l’Australia
QATAR 2022
17 ore
La Polonia vince, l’Arabia Saudita si mangia le mani
La compagine europea in rete con Zielinski e Lewandowski, quella asiatica domina ma sbaglia un rigore con Al Dawsari. Szczesny migliore in campo
QATAR 2022
20 ore
All’Australia basta un gol di Duke
Grazie a una strenua difesa la Nazionale dell’Oceania resiste al tentativo di rimonta di una Tunisia che è quasi fuori dal Mondiale
CURLING
21 ore
Finali stregate, due medaglie d’argento per la Svizzera
Agli Europei di Östersund, Silvana Tirinzoni e compagne battute dalla Danimarca, il team di Yannick Schwaller superato dalla Scozia
Video
Qatar 2022
23 ore
Spogliatoio lasciato come... nuovo: il Giappone incanta
Dai tifosi ai giocatori nipponici il grande senso civico dimostrato nel ripulire spalti e cabine prima e dopo la vittoria contro la Germania
i mondiali dal divano
1 gior
Ipercinetico Armando: fenomenologia di un telecronista
Fra metafore, immagini, neologismi e modi di dire, Ceroni tramanda ai posteri un modo di fare giornalismo sportivo singolare e (forse) sottovalutato
il dopopartita
1 gior
Sarebbe servita una terza fase ‘e più velocità’
Dopo quattro vittorie di fila e una buona prima metà di gara, il Lugano ritorna a perdere a Friborgo. Marco Müller: ‘Entrambe le squadre brave in difesa’.
IL DOPOPARTITA
1 gior
Il ritorno della sconfitta. ‘Avessimo dato il 5% in più...’
Johnny Kneubuehler e un venerdì a secco di gol e di punti, con il portiere del Bienne Harri Säteri assoluto protagonista. ‘È frustrante perdere così”
© Regiopress, All rights reserved