laRegione
23.02.22 - 13:13
Aggiornamento: 19:04

Alexander Zverev perde la testa e ‘aggredisce’ l’arbitro

Il tedesco numero tre al mondo ha preso a racchettate il seggiolone del giudice di sedia ed è stato squalificato dal torneo Atp 500 di Acapulco

alexander-zverev-perde-la-testa-e-aggredisce-l-arbitro

Colpo di testa, o meglio di racchetta di Alexander Zverev, espulso dal torneo di Acapulco (Atp 500) per aver ripetutamente colpito appunto con la sua racchetta la sedia dell’arbitro al termine di un match del torneo di doppio, giocato assieme al brasiliano Marcelo Melo e perso 6-2 4-6 10-6 contro la coppia formata dal britannico Lloyd Glasspool e dal finlandese Harri Heliövaara. Dopo le strette di mano di rito, il 24enne tedesco si è avvicinato al seggiolone del giudice, il malcapitato italiano Alessandro Germani, e lo ha battuto con grande foga tre volte, rischiando più volte di colpire il piede dello stesso arbitro. Non pago, dopo essersi brevemente seduto, il numero tre al mondo si è rialzato sferrando un’altra racchettata e insultando l’arbitro, reo secondo Zverev di una mancata correzione in favore suo e del suo compagno durante il decisivo tie-break.

"A causa del comportamento antisportivo al termine della partita di doppio di martedì sera, Alexander Zverev è stato escluso dal torneo di Acapulco", la reazione dell’Atp a quanto accaduto. Il tennista tedesco avrebbe dovuto affrontare mercoledì negli ottavi di finale del singolare maschile il connazionale Peter Gojowczyk (a questo punto già qualificato per i quarti) dopo che al primo turno aveva avuto la meglio dello statunitense Jenson Brooksby al termine di una battaglia finita alle 4.54 di notte, facendone il match conclusosi più tardi nella storia del tennis professionistico. Zverev ora rischia, oltre a una multa bella salata, anche una squalifica prolungata dal circuito mondiale.

Potrebbe interessarti anche
TENNIS
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
IL DOPOPARTITA
4 ore
‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo
I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
4 ore
Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’
I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
5 ore
Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1
Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
6 ore
Ambrì, una sconfitta che non ci voleva
La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
6 ore
Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti
Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
CALCIO
10 ore
Il nuovo ‘Nacho’ ha sete di riscatto
Dopo un anno difficile sul piano personale e deludente in campo, Ignacio Aliseda è tornato sereno: ‘Voglio mostrare al Lugano tutte le mie qualità’
Formula 1
11 ore
La Ford torna in Formula 1 con la Red Bull
Il costruttore automobilistico statunitense fra tre anni farà ritorno nel Circus che aveva abbandonato nel 2004
sci nordico
11 ore
A Dobbiaco cade Nadine Fähndrich
La lucernese fuori in semifinale (come Valerio Grond tra gli uomini) e perde la testa della Coppa del mondo di sprint
ATLETICA
11 ore
Sepulveda Moreira e Tahou brillano nei 60 metri
Ai campionati ticinesi di sprint e ostacoli che a Locarno hanno chiuso la stagione indoor
Basket
12 ore
Domenica di festa per la Sam, per il Lugano invece cerotti
A Nosedo arriva il Monthey, nel pomeriggio in cui verrà celebrato il trionfo in Coppa. I Tigers, invece, vanno a Nyon. ‘Siamo in emergenza’
© Regiopress, All rights reserved