laRegione
30.01.22 - 15:12
Aggiornamento: 16:58

Melbourne, ventuno volte Rafael Nadal

Il maiorchino mette fine al sogno di Medvedev in una finale in cinque set all’ultimo respiro. Per lo spagnolo è l’ambìto titolo numero 21 nello Slam

melbourne-ventuno-volte-rafael-nadal
Keystone
L’aura del campione vero

Rafael Nadal arriva puntuale all’appuntamento con la storia: il sogno del maiorchino di mettere le mani sul suo ventunesimo titolo in uno Slam, il secondo in Australia, in una finale che è una maratona contro il russo Daniil Medvedev: cinque set di un’aspra battaglia, anche spettacolare, chiusa sul 2-6 6-7 (5/7) 6-4 6-4 7-5, che permette al mancino di Manacor di diventare il giocatore più titolato della storia, bruciando sul tempo Roger Federer e Novak Djokovic.

Perso il primo set in modo piuttosto netto, Nadal ha dovuto fare i conti con un ancora più bruciante secondo set andato al russo al tie-break. Un duro colpo da incassare per l’iberico, con il russo che a quel punto sembrava avere le carte in regola per archiviare il match già nella terza frazione. Lo spagnolo ha comunque avuto il merito di trovare la reazione al momento giusto, riaprendo di fatto il match, facendo suoi prima il terzo e poi anche il quarto set, guadagnandosi anche il diritto di disputare un quarto set e poi un quinto, dove si guadagna il vantaggio togliendo il servizio al rivale nel corso del quinto gioco, break che però non riesce a portare fino al match-point. Infatti, tra la sorpresa generale, sul 5-4 per lo spagnolo, e sotto 0-30, il russo riesce a ribaltare quello che sarebbe stato il game decisivo, pareggiando i conti in extremis sul 5-5. Rafa incassa il colpo ma non smette di crederci. Tanto che nel game successivo, anche grazie a un paio di scelte avventate dell’avversario, riesce a procurarsi ben tre palle break. Ed è la terza che gli spalanca le porte per una nuova, opportunità di chiudere il match sul proprio servizio. Con il punto decisivo che arriva dopo addirittura 5 ore e 24 minuti passati in campo.

Potrebbe interessarti anche
TENNIS
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
NATIONS LEAGUE
5 ore
Svizzera corsara, successo storico in Spagna
Dominando nel primo tempo e soffrendo nella ripresa, i rossocrociati trovano tre punti importantissimi: a segno Akanji ed Embolo
Hockey
5 ore
Il Lugano accelera ma non decolla
Buona prestazione dei bianconeri che però soccombono anche al Losanna
Hockey
5 ore
Ambrì, la prima sconfitta sotto gli occhi di McCourt
In vantaggio di un gol fino al 49’, i biancoblù di Cereda beffati da un Ginevra Servette che aggancia il capolista Bienne grazie a due gol in un minuto
CALCIO
10 ore
Rossocrociati in Spagna pensando già al Qatar
La nazionale Svizzera affronta stasera le Furie rosse per la Nations League
CICLISMO
13 ore
Le speranze mondiali dell’emergente Mauro Schmid
Domani a Wollongong, in Australia, in palio il titolo iridato della corsa in linea
TENNIS
20 ore
La notte dei sorrisi (e delle lacrime) che non scorderemo mai
A Londra, nel torneo da lui stesso ideato, King Roger ha chiuso una carriera irripetibile. Federer nell’Olimpo come Muhammad Ali e Michael Jordan.
HOCKEY
1 gior
Un ottimo tempo non basta, Lugano kappaò a Ginevra
Alle Vernets seconda sconfitta in tre partite per i bianconeri, nella sera del debutto di Connolly. ‘Dobbiamo capire il power-play cos’ha che non va’.
HOCKEY
1 gior
Ambrì, la fuga, il rilassamento e il sollievo
Dopo un avvio strepitoso i biancoblù lasciano rientrare in partita l’Ajoie, ma all’overtime riesce a trovare la quarta vittoria di fila, grazie a Virtanen
HCL
1 gior
Il Lugano fermato a Ginevra, nonostante un ottimo primo tempo
Nella loro prima trasferta stagionale bianconeri battuti alle Vernets nella sera del debutto di Connolly. Le due reti ticinesi firmate da Granlund e
HCAP
1 gior
L’Ambrì sbanca Porrentruy
I biancoblù infilano la quarta vittoria consecutiva, vincendo in terra giurassiana dopo il supplementare per 5-4
© Regiopress, All rights reserved