laRegione
il-davos-non-fa-sconti-a-un-lugano-incerottato
16.10.21 - 21:51
Aggiornamento: 17.10.21 - 16:39

Il Davos non fa sconti a un Lugano incerottato

Niente da fare alla Cornèr Arena, superati dalla compagine di Wohlwend grazie alla doppietta di Ambühl

Per la partita contro il Davos, McSorley punta su Fadani titolare (con Irving in soprannumero) e, complici le parecchie assenze (oltre agli infortunati, tra gli assenti c’è pure Walker, squalificato), su una quarta linea offensiva assemblata con i giovani: Bedolla, Cortiana e Werder. Il match che va in scena alla Cornèr Arena fatica a decollare, con le due squadre che danno vita a una lunga fase di studio reciproco evitando sbilanciamenti in avanti. Per le prime occasioni davvero tali occorre perciò attendere diversi minuti. Il primo sussulto lo porta Morini al 7’30", deviando un tiro-appoggio da poco dentro la blu di Alatalo. Ma Sandro Aeschlimann non si fa sorprendere. Il Davos sfrutta invece il suo primo vero affondo per aprire le marcature. Lo fa al 14’04" con Schmutz e la complicità di una difesa bianconera che lascia tutto lo spazio necessario al numero 37 dei grigionesi per presentarsi al cospetto di Fadani e batterlo con un polsino a salire Il gol scuote i bianconeri che, ritrovatisi meno di un minuti e mezzo dopo con l’uomo in più, fanno centro con Boedker dopo appena nove secondi di powerplay: il danese corregge un disco scagliato dalla distanza dal topscorer Fazzini. Riva, al 17’00" sfiora poi il gol del vantaggio bianconero, ma la sua bella puntata a rete non va a buon fine. Il primo tempo si chide così sul risultato di parità, tutto sommato equa per quanto visto in pista.

Nei secondi venti minuti è il Lugano a cercare la rete con maggiore insistenza, andandoci vicinissimo quando, al 28’38" una deviazione di Arcobello manda il disco a stamparsi sull’incrocio dei pali, facendo gridare al gol i tifosi bianconeri presenti. L’azione prosegue, poi alla prima interruzione gli arbitri vanno a rivedere il video decretando che il disco non è entrato. Il gol allora lo trova il Davos, con Ambühl che con un polsino trafigge Fadani, nella circostanza coperto da traffico davanti a lui.

Il terzo tempo si apre con il Lugano all’inseguimento dei gialloblù, che però, dopo appena settantun secondi di gioco, allungano ulteriormente. Ancora per mano di Ambühl, dimenticato solo soletto davanti a Fadani con la retroguardia bianconera fuori posizione, azione nata sugli sviluppi di un disco caparbiamente difeso alle assi da Prassl. Sciupate due opportunità quasi consecutive di giocare con l’uomo in più a metà del terzo periodo, per i bianconeri il tempo inizia a stringere. E quando sarebbe il momento di cercare il disperato colpo di reni, Müller rimedia una penalità per bastone alto frustrando ogni ulteriore tentativo di rientro.

Lugano - Davos (1-1 0-1 0-1) 1-3

Reti: 14’04" Schmutz (Hienen, Knak) 0-1. 15’36" Boedker (Fazzini, Alatalo/esp. Simic) 1-1. 35’40" Ambühl (Bromé, Barandun/penalità differita contro il Lugano) 1-2. 41’11" Ambühl (Dominik Egli, Corvi) 1-3.

Lugano: Fadani; Nodari, Müller; Altalo, Riva; Chiesa, Guerra; Bernd Wolf; Vedova, Thürkauf, Stoffel; Fazzini, Arcobello, Morini; Trber, Haussener, Boedker; Werder, Cortiana, Bedolla; Tschumi.

Davos: Aeschlimann; Zgraggen, Jung; Dominik Egli, Wellinger; Nygren, Heinen; Stoop, Barandun; Stransky, Rasmussen, Bromé; Ambühl, Corvi, Prassl; Simic, Nussbaumer, Frehner; Schmutz, Chris Egli, Knak.

Arbitri: Lemelin, Kaukokari; Thomas Wolf, Stalder.

Note: 4’938 spettatori. Penalità: Lugano 2 x 2’; Davos 4 x 2’. Tiri in porta: 26-32 (9-13, 9-6, 8-13). Lugano senza Bertaggia, Carr, Herburger, Josephs, Loeffel, Schlegel (tutti infortunati), Walker (squalificato) e Irving (soprannumero); Davos al completo. Al 28’34" palo colpito da Arcobello. Prima partita in Lega nazionale per il diciannovenne Gregory Bedolla. Premiati a fine partita, quali migliori giocatori in pista, Gregory Bedolla e Andres Ambühl.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
davos hc lugano hockey lugano davos national league
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Tennis
6 ore
Wawrinka contro Murray come prima portata a Cincinnati
Sfida dal sapore nostalgico all’Atp 1000 a stelle e strisce, tra il vodese (Atp 3222) e lo scozzese, numero 48 delle gerarchie
Nuoto
11 ore
Noè Ponti davanti a tutti nelle qualificazioni
Il locarnese vola in semifinale dei 100 m delfino con il miglior tempo e nuovo primato nazionale: 51"56
il ritratto
18 ore
Serena Williams, il tennis corpo a corpo
Lascia dopo 23 Slam. Il suo fisico massiccio ed esplosivo è sempre stato al centro dell’attenzione, mostrando il razzismo di chi la criticava
calcio
1 gior
Bellinzona in letargo, l’Aarau ne approfitta
Brutta prestazione e seconda sconfitta stagionale per i granata, mai realmente in partita contro gli argoviesi: uno 0-4 che non fa una grinza.
hockey
1 gior
L’Ambrì ne fa sei ai Rockets
L’amichevole di Biasca finisce sull’1-6, in gol i nuovi acquisti Hofer, Zündel, Shore e Chlapik e per i biaschesi di Bennett
nuoto
1 gior
Roman Mityukov migliora il suo record nei 200 dorso
Il 22enne migliora il suo stesso primato e si qualifica per la finale con il primo tempo assoluto. Ugolkova ottava nei 100 stile libero
Altri sport
1 gior
Ducarroz soltanto quinta
Due sbavature tengono la ginevrina fuori dal podio continentale
ATLETICA
1 gior
Crouser e Lavillenie al Galà dei Castelli
Altri due nomi importanti si aggiungono alla lista dei presenti al meeting del prossimo 12 settembre. Il pesista Usa è fresco di titolo mondiale a Eugene
HOCKEY
1 gior
Seconda sconfitta per la Svizzera U20
Ai Mondiali di Edmonton i giovani rossocrociati sono stati battuti 7-1 dagli Stati Uniti. Quarti di finale appesi alle sfide con Germania e Austria
NUOTO
1 gior
Mityukov, Ugolkova e Mamié in semifinale agli Europei
La ticinese ha ottenuto il 13º tempo nei 50 rana. Non ce l’hanno fatta, invece, Julia Ullmann (50 rana) e la staffetta 4x100 quattro stili mista
© Regiopress, All rights reserved