laRegione
Udinese
1
Verona
1
2. tempo
(1-1)
01.04.21 - 22:02
Aggiornamento: 23:07

Lugano ai playoff in rimonta

Dopo un avvio imballato, i bianconeri escono alla distanza e nel terzo tempo travolgono il Langnau: alla Cornèr Arena finisce 7-3

lugano-ai-playoff-in-rimonta
Fazzini cerca di farsi largo (Ti-Press)
+4

Ci fosse stato il pubblico, alla prima pausa, con tutta probabilità, il Lugano avrebbe riguadagnato gli spogliatoi sotto una salva di fischi. Perché contro l'ultima della classe, reduce per giunta da nove sconfitte consecutive, gli uomini di Pelletier si fanno letteralmente sorprendere e sopraffare nel punteggio. Che cambia la sua forma già al primo affondo dei bernesi, in rete con Sturny dopo nemmeno un minuto di gioco. Mentre il Lugano denota poco mordente, la formazione di Franzén (orfana di stranieri!) fa quasi tutto ciò che vuole. E dopo un palo colpito da Neukom con Schlegel battuto, arriva anche il raddoppio ospite, stavolta a firma di Flavio Schmutz. Nel finale di un primo tempo da incubo per il Lugano la formazione ospite sfiora pure la clamorosa terza rete: negato solo dal provvidenziale salvataggio di Loeffel, che spazza via il disco scagliato da Andersons e non trattenuto dall'estremo difensore prima che oltrepassi la linea rossa. Sul fronte opposto l'unico vero sussulto se lo procura Arcobello ancora sullo 0-1, ma Zaetta si rivela più bravo del topscorer bianconero, sventando la minaccia col gambale.

 Nella pausa, Serge Pelletier deve aver fatto tremare i muri dello spogliatoio, perché al rientro, il Lugano mostra segni di risveglio. Ma due penalità quasi consecutive non consentono ai bianconeri di trovare subito la giusta carburazione. Poi, poco dopo metà partita, arriva finalmente la prima rete dei padroni di casa, a firma di Walker. Subito dopo però Sturny, con i suoi in inferiorità numerica stacca tutti e punta dritto a rete, costringendo Herburger al fallo d'ermegenza: rigore, che Blaser però manca. Al 36'50" Sannitz ha sul bastone l'occasione dell'agognato pareggio, ma il numero 38 dei bianconeri conclude sopra la traversa. Sulla ripartenza Schlegel compie un doppio miracolo s tu per tu con Julian Schmutz. Alla seconda pausa si va dunque sul risultato di 1-2.

La lunga rincorsa finisce al 43'32"

Le lunghezze di vantaggio del Langnau tornano a essere due dopo 36 secondi dal rientro sul ghiaccio dopo la pausa: stavolta a fare centro per gli ospiti, con un preciso tiro che s'infila nell'angolino alto, è Huguenin. Ma appena 25 secondi più tardi Herbureger riporta suotto i suoi 2-3. E quando Andersons si fa mandare fuori per due minuti, Fazzini infila alle spalle di Zaetta il disco dell'agognato pareggio: la lunga rincorsa, iniziata al 48esimo secondo finisce lì, al 43'32". Ma non la partita, che da lì al termine vede il Lugano salire in cattedra e trovare al 48'20" il primo vantaggio della serata con Loeffel (in superiorità numerica) e subito dopo anche il 5-3 con Vedova. Leeger commette poi una leggerezza di troppo nel suo settore difensivo, facendosi soffiare il disco da Morini, che lo manda sul bastone di Fazzini per il 6-3. E ancora il numero 17 del Lugano, in doppia superiorità numerica firma poi la tripletta personale, dando al punteggio la sua forma definitiva: 7-3.

Lugano - Langnau (0-2 1-0 6-1) 7-3

Reti: 0'48" Sturny (Julian Schmutz) 0-1. 13'53" Flavio Schmutz (Sturny/esp. Lardi!) 0-2. 30'18" Walker (Nodari) 1-2. 40'36" Huguenin 1-3. 41'01" Herburger (Josephs) 2-3. 43'32" Fazzini (Loeffel, Herburger/esp. Andersons) 3-3. 48'20" Loeffel (Morini/esp. Flavio Schmutz) 4-3. 50'10" Vedova 5-3. 54'42" Fazzini (Morini/esp. Julian Schmutz) 6-3. 57'41" Fazzini (Arcobello, Heed/esp. Blaser e Lardi) 7-3.

Lugano: Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Wolf; Riva; Bürgler, Arcobello, Fazzini, Morini, Suri; Lammer, Herburger, Josephs; Walker, Sannitz, Zangger; Vedova.

Langnau: Zaetta; Blaser, Leeger; Erni, Huguenin; Bircher, Lardi; Grossniklaus; Berger, Weibel, Neukom; Julian Schmutz, Flavio Schmutz, Sturny; Dostoinov, Melnalksins, Andersons; Petrini, In-Albon, Wenger.

Arbitri: Wiegand, Dipietro; Dominik Schlegel, Wolf.

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 4 x 2' contro il Lugano; 9 x 2' contro il Langnau. Tiri: 47-22 (6-9, 18-8, 23-5). Lugano privo di Lajunen, Bertaggia, Traber (infortunati), Brennan (straniero in soprannumero), Haussener, Romanenghi e Antonietti (in soprannumero); Langnau senza Earl, Nilsson, Rüegsegger, Salzgeber, Kuonen, Schilt, Diem (tutti infortunati), Maxwell, Punnenovs e Glauser (ammalati). Al11'47" palo di Neukom. Al 31'54" Blaser sbaglia un rigore. Premiati a fine partita, quali migliori in pista, Luca Fazzini e Jules Sturny.

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10137
2
LucHC Lions
10020
3
Sparta Becherovka
9709
4
thibault_gav
9610
5
FHM2223
9586
6
TrigoAce1
9551
7
Team Belozoglu
9533
8
Team7
9511
9
HC Kaski Male
9447
10
Tschernobyl
9378
TOP NEWS Sport
Tennis
48 min
Djokovic più forte di tutti e di tutto
Il serbo ha conquistato l’Open australiano mostrando, oltre a una netta superiorità tecnica, pure una forza mentale impressionante
Calcio
1 ora
‘Situazione difficile, aiuteremo i giocatori’
Dopo il fallimento del Fc Chiasso, i sindacati hanno incontrato i calciatori e hanno spiegato loro come muoversi per far valere i propri diritti
CROSS
3 ore
Roberto Delorenzi vince a Moghegno
La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
BASKET
5 ore
Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore
Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
6 ore
Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl
Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
Hockey
8 ore
Il Davos rinforza la difesa con Aaron Irving
Il ventiseienne canadese arriva dal SaiPa in Finlandia e si è accordato con i gialloblù fino al termine della stagione
Calcio
10 ore
Un mese di stop per Allan Arigoni
Il terzino del Lugano ha subito una lussazione acromion-clavicolare di secondo grado della spalla sinistra
IL DOPOPARTITA
21 ore
Sono le situazioni a rendere speciale il ‘Rappi’
Un ottimo Lugano costretto alla resa dal powerplay sangallese. Gianinazzi: ‘Dobbiamo crescere in boxplay e stare alla larga dalla panchina’
HOCKEY
23 ore
Il powerplay del Rapperswil è micidiale, Lugano battuto
La trasferta sangallese ha interrotto la striscia positiva dei bianconeri, sconfitti per 5-2 dagli uomini allenati da Stefan Hedlund
VOLLEY
1 gior
Sconfitto in campionato, il Lugano si rifà in Coppa
Le bianconere cedono strada all’Aesch Pfeffingen, prima di conquistare il biglietto per le semifinali nell’inedito derby con le ragazze di Bellinzona
© Regiopress, All rights reserved