laRegione
15.01.21 - 13:41
Aggiornamento: 17:56

Fasel e l'abbraccio a Lukashenko: ‘Preso alla sprovvista’

L'elvetico presidente dell'Iihf ha svelato i retroscena dell'incontro con il leader bielorusso e spiegato che per i Mondiali 'c'è un piano B da ottobre'.

fasel-e-l-abbraccio-a-lukashenko-preso-alla-sprovvista

«Sono stato preso alla sprovvista da questa situazione». È così che il presidente della Federazione internazionale di hockey (Iihf) René Fasel commenta il clamore suscitato dall'incontro avvenuto lunedì a Minsk con il presidente bielorusso presidente bielorusso Alexander Lukashenko, durante il quale quest'ultimo – considerato l'ultimo dittatore del continente – ha chiesto al dirigente rossocrociato di non cedere alle "pressioni ingiuste" al fine di permettere lo svolgimento dei Mondiali 2021 in Bielorussia, la cui organizzazione è messa in forte dubbio dalla situazione instabile nel paese, con manifestazioni di piazza – che hanno portato a quattro morti, migliaia di arresti e diverse accuse di torture praticate dalle forze di sicurezza – che denunciano frodi elettorali alle elezioni di agosto, nelle quali Lukashenko ha vinto con l'80% delle preferenze.

Immagini 'rubate' e temi scottanti

Ora, per quell'incontro "amichevole" documentato da video e immagini (in cui abbraccia Lukashenko), nell'occhio del ciclone è finito anche lo stesso Fasel... «Ho cominciato a realizzare le possibili conseguenze dannose sull'aereo, poi una volta arrivato in Svizzera tutto è stato subito chiaro – ha dichiarato all'agenzia Keystone il 70enne friborghese –. Ma le immagini non rendono conto in alcun modo dei contenuti dell'incontro e oltretutto nessun immagine o video sarebbe dovuto uscire dalla riunione. In ogni caso si è trattato semplicemente di un gesto tra due uomini che si conoscono da vent'anni e che condividono la passione per l'hockey. Nella cultura russa, l'abbraccio equivale alla stretta di mano e faccio notare che in precedenza abbiamo incontrato anche i rappresentanti dell'opposizione».

Fasel spiega poi come «Abbiamo comunicato a Lukashenko che lo svolgimento dei Campionati del mondo in Bielorussia non sarà possibile se questa situazione politica nel Paese dovesse perdurare. Lui ha risposto di essere pronto al dialogo con il suo popolo, ma anche che non s'inginocchierà di fronte a nessuno. Abbiamo poi parlato delle questioni organizzative e dell'incidenza della situazione sanitaria, ma anche di questioni politiche come le nuove elezioni che vorrebbe organizzare, il dialogo con l'opposizione, la revisione della costituzione e pure dei prigionieri politici, compresa (con il primo ministro) la svizzera Natallia Hersche, che vogliamo liberare al più presto».

Altre due opzioni per la rassegna iridata

È comunque difficile che i Mondiali (in programma tra maggio e giugno a Minsk e Riga, in Lettonia) possano tenersi in Bielorussia... «Quel che è certo è che non vogliamo che la manifestazione venga strumentalizzata, che sia dal governo o dall'opposizione. Dallo scorso autunno abbiamo un piano B che prevede lo svolgimento del torneo per intero in Lettonia o il rimpiazzo della Bielorussia con Slovacchia e Danimarca. Una decisione sul da farsi verrà presa nelle prossime settimane».

Senza pandemia, Fasel avrebbe chiuso il suo lungo mandato (è alla testa della Iihf dal 1994) con la rassegna iridata in Svizzera... «Sarebbe stato magnifico, ma un capitano non può abbandonare la nave durante una tempesta e credo che un nuovo presidente avrebbe incontrato difficoltà ben maggiori di quelle che sto affrontando io. A causa del Covid, abbiamo annullato circa 40 tornei e abbiamo dovuto organizzare i Mondiali U20 a porte chiuse in una "bolla". Infine, il problema della situazione politica in Bielorussia. A miei occhi, è una questione di onore: il prossimo autunno voglio passare al mio successore una federazione sana».

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
9867
2
LucHC Lions
9639
3
Sparta Becherovka
9402
4
Team Belozoglu
9342
5
FHM2223
9301
6
TrigoAce1
9215
7
HC Kaski Male
9203
8
thibault_gav
9191
9
Hirschi21
9008
10
Team7
9007
TOP NEWS Sport
MOUNTAIN BIKE
13 ore
Nel 2023 per Filippo Colombo soffia un vento di novità
Il biker ticinese ha cambiato squadra (è passato alla Scott) e con la Q36.5 vuole intensificare l’attività su strada. ‘Ma punto a Cdm e Mondiali di mtb’
hockey
14 ore
Anche un po’ di Ticino alla finale di Champions League
Il linesman Eric Cattaneo selezionato per arbitrare Luleå-Tappara Tampere il prossimo 18 febbraio. Con lui Stolc e due tedeschi
Basket
15 ore
Ufficiale, Sefolosha a Vevey
Il primo svizzero ad aver giocato nella Nba torna a 38 anni nel club con cui aveva esordito
tennis
17 ore
Australian Open, continua la marcia di Aryna Sabalenka
La bielorussa accede alla finale di Melbourne dopo aver eliminato in due set 7-6 6-2 la polacca Magda Linette. Ora affronterà la kazaka Rybakina
Tennis
19 ore
Elena Rybakina prima finalista degli Australian Open
La kazaka ha eliminato in due set (7-6, 6-3) la bielorussa Viktoria Azarenka
Calcio
22 ore
Abramovich, Todd Boehly e il calciomercato del Chelsea
Il nuovo padrone dei Blues, dopo aver fatto piazza pulita dello staff, ha adottato un’innovativa e azzardata politica di ingaggio dei giocatori
COSE DELL'ALTRO MONDO
23 ore
Il sogno prosegue, Mr. Irrelevant non si vuole più svegliare
Brock Purdy ha vinto l’undicesima partita consecutiva, portando San Francisco alla finale della Nfc. A Kansas City brividi per l’infortunio a Pat Mahomes
Sci
1 gior
A Schladming arriva il gran giorno di Loïc Meillard
Il 26enne di Hérémence conquista infine il primo trionfo in gigante, lasciandosi alle spalle il grigionese Gino Caviezel in un mercoledì da incorniciare
SPORT
1 gior
Discriminazione nello sport, Berna scende in campo
Etica e competizione, il Consiglio federale vara un pacchetto di misure volte a rafforzare, in particolare, la protezione dei giovani atleti
Sci
1 gior
Prosegue il dominio di Mikaela Shiffrin
La statunitense fa suo anche il secondo Gigante di Plan de Corones, solo Mowinckel sta sotto al secondo di ritardo. Gut-Behrami quinta in crescendo
© Regiopress, All rights reserved