laRegione
24.04.22 - 20:29
Aggiornamento: 20:59

Successo in rimonta per l’Acb, a meno due dalla vetta

I granata superano 2-1 lo Stade Nyonnais grazie alla doppietta di Basic. Belometti: ‘Abbiamo dimostrato a tutti quanto ci tenessimo a vincere’

di G.M.
successo-in-rimonta-per-l-acb-a-meno-due-dalla-vetta
Ti-Press/Crinari
Tutta la gioia di Basic e Belometti

Un weekend decisamente positivo per l’Acb: grazie al successo sullo Stade Nyonnais nella ventinovesima giornata di Promotion League e alla contemporanea sconfitta patita dal Breitenrain i granata si sono portati a soli due punti dai bernesi, primi in classifica. E dire che il match andato in scena sabato pomeriggio al Comunale non era iniziato nel modo migliore per i ticinesi. Anzi, sono stati gli ospiti a portarsi in vantaggio al 10’ con Escorza, a segno da fuori area. Nella ripresa l’undici del Comunale ha però alzato il ritmo, riuscendo a ribaltare il risultato grazie alle due reti realizzate da capitan Basic, rispettivamente la prima al sessantesimo, la seconda nel finale, all’ottantasettesimo. «Nella prima frazione abbiamo faticato e il loro gol ha complicato le cose – commenta Simone Belometti –. Anche a livello di agonismo siamo un po’ mancati all’inizio. Nella ripresa, invece, abbiamo messo in campo tutta la nostra grinta e il nostro cuore, mostrando al pubblico quanto ci tenessimo a vincere. Oltre alle due reti, infatti, ci siamo costruiti delle altre occasioni, colpendo anche una traversa».

Operazione ottima anche pensando alla classifica, quella dell’Acb, siccome la vetta del campionato si trova a soli due…«Quello di sabato è stato indubbiamente un buon affare, anche perché siamo riusciti a scavare un bel solco proprio sullo Stade Nyonnais; nei playoff ci incontreremo ancora e loro ci aspetteranno con il dente avvelenato». In ogni caso, «c’è ancora tanto da lavorare e non ci fermeremo finché non avremo raggiunto il nostro obiettivo».

Si chiude così con il sorriso una settimana bellinzonese segnata non soltanto dagli impegni in campo ma anche dall’inaspettato addio del tecnico Jean-Michel Aeby. «Noi giocatori dobbiamo dare sempre il massimo, a prescindere da chi siede in panchina», dice Belometti. «Il nostro compito è quello d’impegnarci per la maglia, la città e i tifosi. Ringraziamo sicuramente Aeby per quanto fatto. Adesso, proveremo a raggiungere con mister Schällibaum il traguardo che ci siamo prefissati».

Prima di iniziare l’avventura nei playoff, l’Acb dovrà ancora affrontare sabato in trasferta il Rapperswil-Jona nell’ultimo turno di campionato. «Mi aspetto una partita difficile. Quello di Rapperswil è sempre un campo ostico e i sangallesi vorranno far vedere quanto valgono. Noi dovremo ripartire dal secondo tempo di ieri, con la giusta voglia e il giusto atteggiamento», termina Belometti.

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
3 ore
L’arte del pallone: il Brasile non dà scampo alla Corea
Primo tempo a passo di danza in un lunedì senza storia, con la selezione di Tite che liquida la pratica degli ottavi segnando quattro gol
HOCKEY
3 ore
L’ipocrisia dell’ibrido. Mottis: ‘Che formazione sia’
L’inverno rigido di una Swiss League che attende di conoscere il proprio destino dopo aver sopravvalutato se stessa. ‘Quei 400 mila franchi ora mancano’
Altri sport
5 ore
Riesaminate le provette dei Giochi 2012: 73 casi di doping
Immane lavoro dell’Ita su richiesta del Comitato olimpico internazionale: oltre 2700 campioni analizzati, trentun medaglie ritirate e 46 riassegnate
Qatar 2022
6 ore
Ai rigori vince la Croazia
I giapponesi non reggono la pressione e dal dischetto sbagliano 3 volte su 4
QATAR 2022
7 ore
Tutti i numeri di Kylian Mbappé
Il 24enne francese sta riscrivendo una parte dei libri di storia del calcio. È il primo giocatore ad aver totalizzato 9 reti mondiali ad appena 23 anni
QATAR 2022
8 ore
Santos non si sbilancia, mezz’ora di parole senza concetti
Il tecnico del Portogallo non fornisce indicazioni sullo status di Cristiano Ronaldo, che molti lusitani vorrebbero vedere in panchina
QATAR 2022
9 ore
Achraf Hakimi e un derby tra calcio e politica
Il laterale del Psg e del Marocco è nato a Getafe ed è cresciuto al Real Madrid: ‘Ma giocare per il Marocco non ha prezzo’
Nuoto
10 ore
Anche a Coira il Ticino c’è, e non teme confronti
Ai Campionati giovanili nazionali a squadre le formazioni della Svizzera italiana fanno incetta di podi, facendo addirittura ‘en-plein’ al maschile
Qatar 2022
10 ore
La Spagna non deve sottovalutare il Marocco
Fra le favorite per il successo finale, le Furie rosse agli ottavi trovano un avversario fastidioso
Qatar 2022
11 ore
Col Portogallo quinto assalto ai quarti di finale
Rossocrociati sempre sconfitti agli ottavi contro Spagna (1994), Ucraina (2006), Argentina (2014) e Svezia (2018): che questa sia la volta buona?
© Regiopress, All rights reserved