laRegione
ATLETICA
09.08.22 - 18:23
Aggiornamento: 19:51

Aggressioni sessuali, coach britannico radiato

Toni Minichiello squalificato a vita dalla Federazione britannica di atletica

aggressioni-sessuali-coach-britannico-radiato

La decisione è giunta al termine di un’indagine interna: l’allenatore, è stato appurato, ha avuto per lungo tempo comportamenti sessuali fuori luogo nei confronti di numerose atlete. Toni Minichiello, fra i più importanti tecnici britannici di atletica, era ad esempio il coach di Jessica Ennis-Hill quando lei vinse il titolo olimpico nell’eptathlon ai Giochi di Londra (2012). Al tecnico si rinfacciano pure gesti e comportamenti spesso aggressivi che sfociavano nella molestia morale nei confronti delle atlete, ha concluso l’inchiesta.
"Nego fermamente ogni accusa rivoltami", ha reagito tramite un comunicato l’allenatore 56enne. L’identità delle atlete vittime di Minichiello, nel rapporto stilato dalla federazione, non viene rivelata. Secondo il Guardian e il Daily Telegraph, Ennis-Hill non sarebbe fra le vittime. La diretta interessata, peraltro, non ha ancora commentato la sanzione inflitta al suo ex coach. Minichiello era stato sospeso un anno fa, in attesa dei risultati dell’indagine che ha stabilito che, per oltre 15 anni, ha tenuto comportamenti oltre i limiti consentiti dalle sue mansioni, provocando la perdita di fiducia nei suoi riguardi. "Sono allenatore da più di 30 anni", ha ribadito il tecnico. "Benché io sia stato duro ed esigente, non mi sono mai comportato in maniera scorretta verso nessuna delle mie atlete".

Dal momento che la licenza di Minichiello è scaduta durante il periodo di sospensione, la Federazione britannica ha deciso che non ci sarà mai più alcuna possibilità che essa gli venga rinnovata. La stessa Federazione ha definito di estrema gravità il tema e i risultati dell’indagine, che potrebbero avere ulteriori ripercussioni sulla salute e il benessere mentale delle atlete di cui Minichiello si occupava. Il tecnico, da parte sua, fa notare che la Giustizia, con le esigue prove raccolte contro di lui, non ha ritenuto di doverlo e poterlo perseguire. "Uno degli episodi più gravi di cui mi si accusa", ha specificato il coach, "si sarebbe verificato quando io nemmeno mi trovavo nel Paese in cui sarebbe successo. Ritengo importante che la federazione reagisca rapidamente alle segnalazioni di cattivi comportamenti, specie se vengono da giovani atlete. Ciò non di meno, le indagini devono essere condotte con cura e attraverso procedure eque. Non credo di essere stato trattato in maniera corretta, in questo affare".

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
30 min
Francia, un’inchiesta giornalistica accusa il presidente del Psg
A due mesi dai Mondiali, Libération pubblica la storia di un imprenditore franco-algerino fermato in Qatar ’perché sapeva troppo su Al-Khelaifi’
Formula 1
5 ore
Il digiuno non spaventa Lewis. ‘Se non vinco non casca il mondo’
Domenica si torna in pista a Singapore e il sei volte campione del mondo spera di non restare per la prima volta a secco. ‘Ho sei occasioni per provarci’
CALCIO
9 ore
A due mesi dai Mondiali c’è chi sogna e chi ha gli incubi
Brasile e Argentina sembrano le selezioni più pronte. In Europa bene Spagna e Olanda, mentre per Francia e Inghilterra sono più i dubbi delle certezze
BMX FREESTYLE
11 ore
Il Park di Cadenazzo ospita i Campionati svizzeri
Sabato 1° ottobre (o domenica in caso di brutto tempo) al via una cinquantina di atleti, tra i quali la medaglia olimpica Nikita Ducarroz
Calcio
15 ore
Svizzera - Cechia: le pagelle
Sommer migliore in campo. Bene anche Widmer e Sow. Troppe imprecisioni e prestazione non perfetta per Elvedi
HOCKEY
23 ore
Il primo derby fa bello il Lugano. Bürgler: ‘Troppo impazienti’
I biancoblù iniziano bene, i bianconeri proseguono meglio. McSorley: ‘Col nostro gioco li abbiamo messi in difficoltà. Meritiamo di stare più in alto’
CALCIO
1 gior
Una Svizzera poco brillante batte la Cechia e si salva
Nations League, i rossocrociati faticano ma alla fine si impongono con le reti di Freuler ed Embolo. Decisivo Sommer che para un rigore
hockey
1 gior
Il primo derby è tutto del Lugano
I bianconeri si impongono con autorità alla Gottardo Arena, grazie alla doppietta di Thürkauf e alle reti di Granlund e Andersson
COSE DELL'ALTRO MONDO
1 gior
Non basta fare bene i compiti, Las Vegas ne sa qualcosa
Un’accurata programmazione può portare dall’altare alla polvere, ma i Raiders, nonostante Adams e Jones, rimangono la sola squadra senza vittorie
TIRI LIBERI
1 gior
L’estate del basket, dagli Europei alle dimissioni arbitrali
Il prossimo weekend riparte il campionato svizzero per voli che si spera non siano pindarici. Facciamoci sorprendere
© Regiopress, All rights reserved