laRegione
Losanna
1
Zurigo
0
2. tempo
(1-0 : 0-0)
10.05.22 - 17:18
Aggiornamento: 17:37

Kämna padrone dell’Etna, si ritira Miguel Angel Lopez

Il germanico della Bora conquista il primo traguardo in salita del Giro, battendo in volata Juan Pedro Lopez, nuovo leader della classifica

kamna-padrone-dell-etna-si-ritira-miguel-angel-lopez

La prima tappa italiana del Giro, con l’ascesa all’Etna ha rispettato le attese, con una fuga vincente che ha premiato Lennard Kämna della Bora Hansgrohe, giunto al traguardo assieme allo spagnolo della Trek Segafredo Juan Pedro Lopez, che si consola con la maglia rosa.

I due hanno fatto parte di una fuga a quattordici (Vansevenant, Conti, Villella, Lopez, Taaramae, Oldani, Kämna, Rochas, Cataford, Camargo, Calmejane, Leemreize, Fetter, Moniquet), vantaggio fino a quasi undici minuti. Stefano Oldani (Alpecin) prova la fuga solitaria a Biancavilla (a 20 km dall’arrivo) con 25" e poi 40", poi un minuto sugli altri fuggitivi. Alle sue spalle si forma un gruppetto con Kämna, Vansevenant, Lopez, Taaramae, Leemreize e Moniquet. È quindi l’esponente della Trek Segafredo Lopez ad andare all’inseguimento solitario, raggiungere e lasciarsi dietro Oldani ai 10 km, Lopez che guadagna più di mezzo minuto. Kämna (che poi parte da solo), Moniquet e Vansevenant all’inseguimento. Il tedesco della Bora raggiunge Lopez a 2,5 km dal traguardo, dietro di loro Taaramae segue a mezzo minuto. Al traguardo Kämna si prende la tappa e Lopez la maglia rosa.

Intanto nel gruppo l’Ineos fa ritmo per scremare il gruppo, in particolare con Narvaez e Castroviejo, alla fine rimarranno solo in venti, mentre pagano pegno nomi importanti come quelli di Tom Dumoulin (Jumbo Visma) e Vincenzo Nibali (Astana).

Come previsto la maglia rosa Mathieu Van der Poel non ha tenuto il ritmo dei migliori lasciando i fuggitivi a lottare per il primo posto in classifica.

La tappa è stata segnata dal ritiro a inizio giornata di Miguel Angel Lopez (Astana) per un problema all’anca.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CICLISMO
8 ore
Evenepoel iridato di prepotenza
Arriva anche il titolo mondiale nella stagione strepitosa del giovane belga
tennis
9 ore
Stan Wawrinka fuori in semifinale a Metz
Il vodese costretto al forfait dopo 17 minuti del penultimo atto contro Bublik, per un problema alla coscia
NATIONS LEAGUE
22 ore
Svizzera corsara, successo storico in Spagna
Dominando nel primo tempo e soffrendo nella ripresa, i rossocrociati trovano tre punti importantissimi: a segno Akanji ed Embolo
Hockey
23 ore
Il Lugano accelera ma non decolla
Buona prestazione dei bianconeri che però soccombono anche al Losanna
Hockey
23 ore
Ambrì, la prima sconfitta sotto gli occhi di McCourt
In vantaggio di un gol fino al 49’, i biancoblù di Cereda beffati da un Ginevra Servette che aggancia il capolista Bienne grazie a due gol in un minuto
CALCIO
1 gior
Rossocrociati in Spagna pensando già al Qatar
La nazionale Svizzera affronta stasera le Furie rosse per la Nations League
CICLISMO
1 gior
Le speranze mondiali dell’emergente Mauro Schmid
Domani a Wollongong, in Australia, in palio il titolo iridato della corsa in linea
TENNIS
1 gior
La notte dei sorrisi (e delle lacrime) che non scorderemo mai
A Londra, nel torneo da lui stesso ideato, King Roger ha chiuso una carriera irripetibile. Federer nell’Olimpo come Muhammad Ali e Michael Jordan.
HOCKEY
1 gior
Un ottimo tempo non basta, Lugano kappaò a Ginevra
Alle Vernets seconda sconfitta in tre partite per i bianconeri, nella sera del debutto di Connolly. ‘Dobbiamo capire il power-play cos’ha che non va’.
HOCKEY
1 gior
Ambrì, la fuga, il rilassamento e il sollievo
Dopo un avvio strepitoso i biancoblù lasciano rientrare in partita l’Ajoie, ma all’overtime riesce a trovare la quarta vittoria di fila, grazie a Virtanen
© Regiopress, All rights reserved