laRegione
BASKET
06.01.21 - 22:35

La Spinelli Massagno esce alla distanza

Dopo una prima parte giocata con poche idee e scarsa grinta, i ticinesi si riprendono e hanno facilmente la meglio del Nyon

di Dario ‘Mec’ Bernasconi
la-spinelli-massagno-esce-alla-distanza

Vince la Spinelli come da pronostico, in pratica giocando 5 minuti nel primo tempo e tenuta in linea di galleggiamento da uno strepitoso Marko Mladjan, 27 punti e poco altro, con gli stranieri a fare più falli che punti. Poi, dopo una pausa di… riflessione, la squadra ha cominciato a difendere e a giocare con più testa, lasciando agli ospiti pochi respiri e altrettanti punti: il parziale del secondo tempo, 40-30, è molto chiaro.

Primo tempo dalle porte aperte con i quintetti in campo a marcare a vista l’avversario diretto: molti uno contro uno senza che le difese facessero qualcosa per coprire i buchi. Ne è risultato uno scontro senza molto costrutto da entrambe le parti con Nyon a ribadire senza grandi fatiche i canestri dei padroni di casa. Dopo 5 minuti la Sam era avanti di 8 senza faticare, con due triple di Marko Mladjan. Nyon ha risposto con un 8-0 che lo ha rimesso in parità, 14-14 al 6’. Allunga la Sam, ma lo strappo viene subito replicato dai vodesi che, con un parziale di 9-2, vanno alla prima pausa avanti di 1, 24-25.

Secondo quarto in fotocopia con le due squadre ad alternarsi a condurre: 27-32 al 2’, 37-35 al 5’ con la quinta tripla senza errori di Marko Mladjan: il Nyon beneficia di una serie di tiri liberi, mentre la Spinelli spadella alla grande con tiri precipitati e poca incisività: 41-45 al 7’. Poi, finalmente, Nottage e compagni difendono un pelo in più a scappano avanti con un 8-0, 53-48, prima che il Nyon riduca a 2 punti alla pausa, 53-51. 27 punti di M.Mladjan – 6/8 da 3 – e 18/22 nei tiri liberi per gli ospiti.

Finalmente la musica cambia nel terzo quarto con la Spinelli che va subito a +9 con la settima tripla di Marko Mladjan, 62-53 al 3’. Nyon comincia ad andare in affanno e così arrivano le tre triple di Dusan Mladjan da oltre 8 metri che mettono all’angolo gli ospiti, 80-63, prima della tripla di Martino sulla sirena: 83-66 all’ultima pausa, 30-15 il parziale.

Ultimo quarto iniziato con una schiacciata di Molteni e poi il 2+1 firmato da Chukwu, 89-68. Da quel momento la Sam va avanti lasciando le briciole al Nyon che mette due canestri in 5 minuti: 94-70 al 5’. Poi un titic e titoc sino ai 100 punti, messi a segno dalla lunetta da Viri e il 102 finale siglato da Facchinetti.

A fine gara Gubitosa era sereno e aveva i suoi motivi: «Queste partite sono le più difficili sul piano mentale: si va in campo sapendo che giochi contro l’ultima e che veniva dall’aver subito 60 punti a Friborgo. Abbiamo sbattuto il muso nel primo tempo, senza idee e senza gioco difensivo. Poi abbiamo cambiato marcia e la differenza è stata quella che doveva essere».

Stranieri impalpabili? «Capita una serata così dove tutti e tre sono stati molto al di sotto delle loro possibilità. Speriamo sia un passaggio a vuoto momentaneo. Domenica, contro il Monthey sarà un’altra musica, ne sono certo».

Spinelli Massagno - Nyon (24-25, 29-26, 30-15, 19-15) 102 - 81

Massagno: D. Mladjan 26, Martino 9, Facchinetti 3, Molteni 6, Chukwu 9 , Richardson 11, Huettenmoser 1 , Nottage 3, Veri 3, Grueninger, M.Mladjan 32.

 

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
5 ore
‘Carmelo Bene, male tutti gli altri’
In un libro di recente pubblicazione vengono raccolti alcuni degli scritti a sfondo sportivo firmati da un maestro del teatro italiano del Novecento
IL DOPOPARTITA
10 ore
Il Lugano ci prende gusto. ‘Però cerchiamo di badare al sodo’
Quarto successo filato per i bianconeri di Gianinazzi, che si confermano anche contro l’Ajoie. Il coach. ‘A me, però, la prima mezz’ora è piaciuta meno”
Altri sport
11 ore
Pattinaggio artistico, bronzo europeo per Lukas Britschgi
Lo sciaffusano grazie al miglior programma libero della carriera sale sul podio di Helsinki, alle spalle del francese Siao Him Fa e dell’italiano Rizzo
Hockey
11 ore
Il Lugano non si ferma e liquida anche l’Ajoie
I bianconeri, ora a 55 punti, non hanno lasciato scampo ai giurassiani, piegati 5-2 alla Cornèr Arena.
ciclismo
14 ore
Peter Sagan si ritira dal ciclismo su strada
Lo slovacco, triplice campione del mondo, da fine stagione si dedicherà unicamente alla mountain bike
volley
14 ore
Per il Lugano c’è lo Pfeffingen prima del derby
Sabato il campionato al Palamondo, domenica i quarti di Coppa Svizzera a Bellinzona
CALCIO
15 ore
‘Ci ho sperato, ma si capiva che la china portava al fallimento’
Miodrag Mitrovic deluso e arrabbiato per la fine dell’Fc Chiasso: ‘Qualcuno, per assurdo, in questa situazione ci ha pure guadagnato’
CALCIO
16 ore
La pazienza è la virtù dei forti
Il Lugano ospita il Grasshopper. Croci-Torti: ‘Sarà una sfida logorante, non dovremo perdere la testa se le cose non dovessero funzionare subito’
Basket
18 ore
Le speranze della Sam in un weekend tutto da gustare
Al via un Final Four di Montreux ricco di sorprese, con Thabo Sefolosha in campo ma senza l’Olympic e il massagnese Roberto Kovac. Gubitosa: ‘No comment’
Calcio
1 gior
‘Tifosi granata, stateci sempre vicini’
A due giorni dalla ripresa del campionato cadetto, il nuovo coach dell’Acb Stefano Maccoppi fa il punto della situazione e presenta tre nuovi arrivi
© Regiopress, All rights reserved