laRegione
la-musica-ribelle-di-karin-valenzano-rossi
Una risposta atipica
08.10.21 - 05:25

La ‘Musica ribelle’ di Karin Valenzano Rossi

Ha scatenato incredulità e ilarità la risposta della municipale in Consiglio comunale sui fatti di parco Saroli: l’audio dell’elevato volume della festa

A Karin Valenzano Rossi va dato atto di una cosa: è riuscita a far parlare di sé in questi pochi mesi in carica. “Non importa che se ne parli bene o male, l’importante è che se ne parli”, diceva Oscar Wilde. Un aforisma evidentemente caro alla municipale, che però oltre a far parlare di sé dovrebbe anche parlare lei stessa, quando necessario. L’ultima l’ha combinata al Consiglio comunale di mercoledì sera. Interrogata sul controverso episodio al parco di Villa Saroli, quando la festa non autorizzata di un gruppo di giovani è stata interrotta dalla polizia a suon di proiettili di gomma – fatto più unico che raro in Ticino in simili circostanze – per riportare la quiete pubblica, la municipale ha risposto facendo sentire una breve registrazione... della musica ascoltata dai ragazzi. E basta, o quasi. La nostra ha così scatenato un po’ l’incredulità e un po’ l’ilarità nel legislativo, diventando nel giro di una notte un meme. Ricordiamo che il compito dell’esecutivo è dare risposte al legislativo. Oppure, quando si potrà parlarne, in risposta ai fatti all’ex Macello dobbiamo aspettarci un selfie davanti alle ruspe?

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
karin valenzano rossi lugano
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Opinioni
Commento
6 ore
Putin e l’effetto boomerang
Cremlino rassegnato all’allargamento dell’Alleanza atlantica a Svezia e Finlandia. E l’Ucraina ora è dotata di armi pesanti occidentali
sguardo a nord
1 gior
I bastian contrari
Commento
1 gior
È tornato il Wef di lotta e di governo
Dalle tematiche care ai ‘no-global’ fino alle proposte per riformare un sistema economico che ha mostrato tutti i suoi limiti
il commento
2 gior
Putin e l’arma della grande fame
Bloccare il grano e le navi che lo trasportano, affamando l’Ucraina e le nazioni sottosviluppate. Così Mosca prova a far svoltare la guerra in suo favore
Commento
4 gior
Viaggio nell’arena (flatulente) della Rai
La decisione del direttore generale della tv di Stato italiana di separare i talk show dall’informazione ha sollevato una mezza rivolta
L’ANALISI
4 gior
Non è la panacea, ma proviamoci
La Sfl ha approvato il nuovo format della Super League: 12 squadre e playoff
Commento
5 gior
Il disagio psichico e il circo Barnum dei social
Un tempo erano donne barbute e nani ad attrarre la gente nei circhi, oggi il disagio psichico esposto impietosamente attira i click degli utenti del web
Commento
5 gior
Schröder, poltrone come matrioske
I tedeschi gli chiedono di mollare i suoi incarichi russi e lui ne fa spuntare altri. Il vizio tropical-mediterraneo della sedia incollata non ha confini
Commento
6 gior
L’eterno declino degli Usa
La strage razzista di Buffalo è l’ennesimo, tragico sintomo di un Paese diviso, le cui fratture interne sono speculari alla potenza militare
Commento
6 gior
Il Vescovo di Lugano e il vasetto (vuoto) di marmellata
Il prete del Mendrisiotto, fermato ubriaco e con precedenti accuse di molestie, ci porta a riflettere sul binomio superato di misericordia e giustizia
© Regiopress, All rights reserved