laRegione
laR
 
15.09.21 - 09:49
Aggiornamento: 12:39

Sanità pubblica sempre più forte

di Marco Tognola, Roveredo
sanita-pubblica-sempre-piu-forte

I soldi aiutano, certo, ma se non hai la salute il loro valore cala. Perché la salute è il nostro bene più prezioso. Ce ne rendiamo conto quando essa viene a mancare e dobbiamo essere curati, magari in ospedale, dove hai il tempo per riflettere. E allora è consolante il fatto di sapere che nel nostro Paese possiamo contare su un sistema sanitario efficiente, a tutti i livelli, primo fra tutti quello dei nostri ospedali pubblici. Ne parlo con cognizione di causa. Mi sono appena lasciato alle spalle cinque settimane di ricovero a seguito di un’erisipela che mi aveva – per dirla in gergo popolare – conciato per le feste la gamba sinistra: due settimane a Bellinzona per la fase acuta, tre a Faido per la riabilitazione.
In entrambe le strutture ospedaliere dell’EOC sono stato curato in maniera esemplare e a mia totale soddisfazione, ciò dovuto anche (soprattutto) alla professionalità e all’umanità dei medici e del personale, a tutti i livelli di competenze, che hanno avuto cura di me, facendomi sentire non tanto un paziente quanto invece una persona. Ringrazio tutti di cuore. Con un particolare pensiero di gratitudine rivolto alla stupenda squadra della fisioterapia che opera a Faido. Da qualche anno sono attivo nell’Associazione per la difesa del servizio pubblico e, ora più che mai, mi sento in dovere di battermi affinché la nostra sanità pubblica sia sempre più forte per poter assicurare il suo alto livello di prestazioni. Un dovere che dovrebbe essere di noi tutti. Nell’interesse generale di una comunità.

Potrebbe interessarti anche
ULTIME NOTIZIE Lettere dei lettori
© Regiopress, All rights reserved