laRegione
la guerra
07.09.22 - 21:24

Affondo di Mosca: ‘Referendum in Ucraina il 4 novembre’

Il partito di Putin: ‘Al voto per l’annessione dei territori liberati’. Allarme di Kiev su Zaporizhzhia

Ansa, a cura di Red.Estero
affondo-di-mosca-referendum-in-ucraina-il-4-novembre
Putin e un enorme atlante alle spalle (Keystone)

"Donetsk, Lugansk e molte altre città russe torneranno finalmente a casa. E il mondo russo, oggi diviso da confini formali, riacquisterà la sua integrità". Con queste parole va delineandosi una possibile radicale svolta del conflitto in Ucraina: la dichiarazione arriva dai vertici di Russia Unita, il partito di Putin, che hanno annunciato la proposta di un referendum per l’annessione dei territori ucraini "liberati".

C’è anche una data, a dare una connotazione ancora più precisa alle intenzioni russe: il 4 novembre, quando Mosca celebrerà non a caso la sua Giornata dell’Unità Nazionale. Da Kherson - sulla cui direttrice è in corso la controffensiva di Kiev - è giunta immediata l’adesione dell’amministrazione filorussa locale, garantita all’agenzia Tass dal vice responsabile Kirill Stremousov: "Puntiamo alla data del 4 novembre, anche se saremmo pronti a votare anche adesso", ha affermato, dicendosi certo di una partecipazione massiccia: "Siamo sicuri che l’80% della popolazione aderirà al referendum".

Offensiva politica

Parte da qui un’offensiva al momento tutta politica che Mosca sembra aver scelto per rompere lo stallo un conflitto impantanato da settimane o mesi. Sul terreno infatti Kiev rivendica piccoli avanzamenti - oggi la liberazione di alcuni insediamenti nel sud del Paese - e segnala nuovi bombardamenti russi a Sloviansk, nella regione di Donetsk, dove almeno tre civili sono rimasti sotto le macerie degli edifici colpiti; mentre nelle precedenti 24 ore si erano verificati - stando ai rapporti dell’intelligence britannica - pesanti combattimenti su tre fronti: a nord, vicino a Kharkiv, a est nel Donbass e a sud nell’Oblast di Kherson. In serata poi la segnalazione di un funzionario nominato da Mosca nella Repubblica popolare di Donetsk secondo cui le forze ucraine hanno circondato in una controffensiva a sorpresa Balakljia, città dell’Ucraina nord-orientale di 27’000 persone situata tra Kharkiv e Izium.


Soldato russo alla centrale di Zaporizhzhia (Keystone)

Caos centrale nucleare

Il braccio di ferro però - che ha assunto anche un valore altamente simbolico rispetto all’andamento del conflitto - è ancora sulla centrale nucleare di Zaporizhzhia, che Kiev adesso dice di voler spegnere. Un’opzione che sta valutando per motivi di sicurezza.

Nello specifico la preoccupazione riguarda le riserve di gasolio utilizzate per i generatori di riserva, mentre continuano le denunce di nuovi bombardamenti russi sulla città di Energodar, dove si trova la centrale nucleare, con gli intervalli tra un attacco e l’altro sempre più corti e la corrente elettrica puntualmente interrotta, secondo il sindaco in esilio Dmytro Orlov citato dall’Ukrainska Pravda. Una prolungata situazione di pericolo che fa dire all’operatore nucleare ucraino Energoatom di essere favorevole all’invio di caschi blu nella centrale. Il capo di Energoatom, Petro Kotyn, ha dichiarato in un commento trasmesso anche dalle tv ucraine che uno dei modi per creare una zona di sicurezza presso la centrale potrebbe essere quello di istituire un contingente di mantenimento della pace e ritirare le truppe russe.

Ieri il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, aveva chiesto una zona smilitarizzata intorno alla centrale nucleare: quindi il ritiro delle truppe di occupazione russe e l’accordo delle forze ucraine di non entrare. Proposta contestuale alla presentazione del rapporto dell’Aiea che, dopo un sopralluogo durato giorni, ha evidenziato i rischi e i danni riportati nella centrale sotto il controllo russo dopo una serie di bombardamenti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
la guerra in ucraina
16 ore
Biden pronto a parlare con Putin
Conferenza di pace a Parigi il 13 dicembre, l’annuncio durante la visita di Macron a Washington
coronavirus
16 ore
La Cina allenta la morsa, ‘sì all’isolamento a casa’
Aperture di Pechino dopo le proteste, mentre si prepara l’addio a Jiang Zemin
Estero
16 ore
Giallo su sei pacchi bomba in Spagna
Oltre all’ordigno esploso all’ambasciata ucraina a Madrid, ne sono stati notificati altri, pure all’indirizzo del premier Pedro Sánchez. Indagini in corso
la guerra in ucraina
17 ore
“La Nato non entrerà nel conflitto”
Mosca accusa l’Alleanza: ‘Ci fanno la guerra’. Stoltenberg risponde seccamente. Macron spinge per un negoziato: ‘Lo ritengo possibile’
Estero
19 ore
Svezia, vendesi casa... con il proprietario morto sotto il letto
Nessuno in due anni si era accorto del decesso dell’80enne ex padrone di casa, probabilmente a causa del cattivo odore e del disordine degli ambienti
Italia
21 ore
Chat neonazista con foto di abusi e piani di stragi: tre arresti
Nel canale Telegram gestito da due genovesi si programmava un attentato al parlamento italiano. Fra le accuse anche quella di istigazione al suicidio
Italia
22 ore
Maxisequestro di marijuana in provincia di Brescia
Nel mirino della Guardia di Finanza un’azienda che coltivava canapa legalizzata. Ma con Thc superiore al limite: confiscate due tonnellate
Città del Vaticano
23 ore
Congo e Sud Sudan nei piani di viaggio del Papa
Rinviata già a luglio a causa di problemi al ginocchio, la visita in Africa del Pontefice sarà recuperata tra fine gennaio e inizio febbraio
Italia
1 gior
Frana di Casamicciola, individuati altri due corpi
All’appello mancano ancora due persone. E nel pomeriggio è prevista una nuova riunione del Centro Coordinamento Soccorsi
Confine
1 gior
Falsi test positivi per il green pass, 11 indagati a Varese
I tamponi venivano effettuati da due infermieri conniventi all’esterno di una farmacia estranea alla vicenda. Costo totale: 500 euro
© Regiopress, All rights reserved