laRegione
svolta cinese
10.12.21 - 21:49
Aggiornamento: 22:38

Dal figlio unico ai tre figli per gli iscritti al Partito

Per invertire la rotta del calo demografico si vuole imporre a chi milita nel Pcc. Ma le proteste lo hanno fatto togliere

Ansa, a cura de laRegione
dal-figlio-unico-ai-tre-figli-per-gli-iscritti-al-partito
Bambini a Shanghai (Keystone)

Tutti gli iscritti del Partito comunista cinese, “senza sconto", devono attuare personalmente la politica dei "tre figli”. La mobilitazione sollecitata per invertire la rotta del crollo demografico è stata lanciata da un editoriale apparso a novembre su China Reports Network, un sito web statale di notizie, diventando però virale solo nel corso della settimana dopo che la schermata del testo è finita sui social network, suscitando accese discussioni e inevitabili ironie. Su Weibo, il Twitter in mandarino, gli utenti tra milioni di condivisioni, visualizzazioni e commenti al vetriolo hanno espresso indignazione e shock per le singolari istruzioni fornite.

‘Nessuna scusa’

La bufera creatasi ha portato alla cancellazione dell’articolo originale, ma non della foto del testo in cui, tra i vari punti controversi, l’autore rimarcava che ogni membro del Partito comunista, che ne conta circa 95 milioni, “deve avere tre figli” e che “nessuno dovrebbe accampare scuse". Ognuno "dovrebbe assumersi la piena responsabilità e l’obbligo della crescita della popolazione del Paese e agire sulla politica dei tre figli. Nessuno dovrebbe usare alcuna scusa, oggettiva o personale, per non sposarsi o non avere figli, né può usare alcuna scusa per averne solo uno o due”.

La Cina sta affrontando una crisi demografica grave con una popolazione che invecchia e tassi di natalità in brusco calo: oltre il 18% della popolazione ha più di 60 anni, secondo il censimento del 2020. Mentre i dati diffusi a novembre dall’Ufficio nazionale di statistica hanno mostrato che ci sono state appena 8,5 nascite per ogni 1.000 persone nel 2020, scendendo per la prima volta in decenni sotto quota 10, a fronte di uno dei picchi risalente al 1978 oltre quota 18.

Le altre misure

Il Pcc ha attuato una serie di misure in risposta all’invecchiamento della popolazione e all’aumento eccessivo del costo della vita, la motivazione più gettonata dai netizen come reale freno alle nascite: l’allentamento della politica del figlio unico con un massimo a quota a quota tre, un piano di incentivi sui costi associati all’istruzione e all’educazione, nonché sussidi per il secondo e il terzo figlio hanno finora smosso poco le acque. L’introduzione dei periodi di “ripensamento” obbligatori per i divorzi e perfino una stretta sul ricorso agli aborti hanno avuto un impatto limitato, se non nullo. “La società non dovrebbe essere equilibrata nel suo sviluppo? Quando diventa una regola obbligatoria avere tre figli se mancato tempo, risorse ed energie?”, si è chiesto un utente su Weibo. Le decine di migliaia di like raccolte dal post sono un segnale difficile da ignorare, anche per la leadership comunista.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
12 ore
Meloni sulla testa di Letta e Salvini
Un riassunto di quel che è successo alle elezioni in Italia, ‘per chi l’ha visto e per chi non c’era’
Ecuador
13 ore
Naufragio alle Galapagos: l’unica svizzera a bordo sta bene
La donna era fra i passeggeri dell’imbarcazione protagonista di un grave incidente che ha visto la morte di quattro persone
Stati Uniti d'America
13 ore
Dodicenne spara al padre: aveva fatto un patto con un’amica
L’adolescente di una cittadina del Texas, a est di Dallas, avrebbe stretto un accordo con una coetanea per uccidere le due famiglie
Stati Uniti d'America
14 ore
New York non è una città per donne: casi di stupro in aumento
Critiche alla gestione della sicurezza sono rivolte alla polizia e all’Unità vittime speciali dopo l’incremento dell’11% dei casi
Italia
14 ore
Il leader dei Dem Enrico Letta non si ricandida alla segreteria
Dopo la sconfitta elettorale la sinistra fa il mea culpa e afferma di voler portare avanti “un’opposizione dura e intransigente”
italia
16 ore
I politici italiani? ‘Non hanno un amico’
Il comico Luca Bizzarri stila un breve bilancio sulle bizzarrie comunicative della campagna elettorale appena conclusa
Estero
19 ore
Spari in una scuola in Russia: 11 bimbi morti, suicida il killer
Uccisi anche due insegnanti e due guardie di sicurezza. La sparatoria a Izhevskn nella Russia centrale
Estero
21 ore
Per i media stranieri in Italia ‘al governo l’estrema destra’
Ampio spazio per le elezioni italiane e per Giorgia Meloni, di cui più di una testata sottolinea il ruolo di erede della tradizione politica neofascista
Estero
23 ore
Giorgia Meloni si prende l’Italia con numeri saldi per governare
Ampia maggioranza alle due Camere per la coalizione di centrodestra a guida Fratelli d’Italia, primo partito in tutto il Paese ad eccezione del Sud
Estero
1 gior
In Italia vince nettamente la destra
Elezioni politiche: 40% alla coalizione di Meloni secondo le proiezioni, centrosinistra fermo al 25%. Malissimo la Lega
© Regiopress, All rights reserved