laRegione
erdogan-a-cipro-due-popoli-e-due-stati
Donne turco-cipriote danno il benvenuto a Erdogan (Keystone)
20.07.21 - 21:51

Erdogan: ‘A Cipro due popoli e due Stati’

Il blitz del sultano turco nell'anniversario dell'intervento militare infiamma l'isola. L'Ue infuriata con Ankara

Ansa, a cura de laRegione

"Non abbiamo altri 50 anni da buttare. Non può esserci alcun progresso nei negoziati" sul futuro di Cipro "senza accettare che ci sono due popoli e due stati". A bordo di una vettura scoperta in stile papamobile, Recep Tayyip Erdogan fende il corteo festante di nazionalisti che lo accoglie nella parte settentrionale dell'isola sotto controllo turco, nel 47esimo anniversario dell'intervento militare di Ankara, compiuto in risposta a un tentativo di golpe filo-greco. Dopo quasi mezzo secolo di vani tentativi di riunificazione di Cipro - dove la linea verde pattugliata dall'Onu separa la zona internazionalmente riconosciuta a maggioranza greca da quella di fatto gestita da Ankara -, il presidente turco lancia l'ennesima sfida all'Unione europea, che solo pochi giorni fa aveva ribadito con una visita della presidente della Commissione Ursula von der Leyen che Bruxelles non accetterà "mai la soluzione a due stati".

Oggi, Erdogan ha affermato l'esatto contrario. "L'eguaglianza sovrana e lo status paritario dei turchi ciprioti devono essere accettati. È questa la chiave della soluzione", ha scandito, accusando le autorità di Nicosia di adottare "un approccio massimalista distaccato dalla realtà". La missione era iniziata già ieri pomeriggio con una delle più nutrite delegazioni all'estero di un governo turco.


Proteste a Nicosia (Keystone)

Con sé, Erdogan ha portato buona parte dei ministri, l'intero stato maggiore del suo Akp, i massimi esponenti istituzionali e il principale alleato, l'ultranazionalista Devlet Bahceli: tutto per segnare l'importanza di un'operazione su cui Ankara - che sull'isola mantiene dal 1974 decine di migliaia di soldati - sta puntando sempre più forte. La scommessa parte dai fallimenti di tutti i negoziati condotti finora - gli ultimi nel 2017 in Svizzera. La scorsa primavera, poi, il tentativo di avviare nuovi colloqui formali è naufragato sul nascere. In una fitta serie di appuntamenti, tra inaugurazioni e tappe simboliche, Erdogan non ha mancato quello più controverso: la visita a Varosha, il borgo-fantasma di Famagosta, un tempo gioiello del turismo regionale.

La sfida ai greci

Dopo quasi 50 anni di abbandono dopo la fuga dei residenti greci, in autunno aveva promesso di riaprirlo ai visitatori insieme al leader turco-cipriota Ersin Tatar. Una sfida ripresa oggi, assicurando "l'inizio di una nuova era" e promettendo compensazioni finanziarie per le proprietà perdute dai greco-ciprioti. Ma Nicosia ha definito Varosha come "una linea rossa", mentre il governo di Atene sottolinea che "la giusta soluzione" è una riunificazione dell'isola "senza un esercito occupante" e si prepara a rispondere inviando domani a Cipro il ministro degli Esteri, Nikos Dendias. Immediata è giunta anche la reazione di Bruxelles, che con l'Alto commissario Josep Borrell ha parlato di "un'inaccettabile decisione unilaterale di cambiare lo status dell'area", sottolineando "ancora una volta la necessità di evitare azioni unilaterali in violazione del diritto internazionale e rinnovate provocazioni, che potrebbero aumentare le tensioni sull'isola e compromettere la ripresa dei colloqui".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ankara cipro recep tayyip erdogan unione europea
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
1 ora
Armi nucleari, Giappone e Usa chiedono trasparenza alla Cina
I due Paesi stanno limando gli ultimi dettagli di una proposta che conduca Pechino a un maggiore impegno per il disarmo dei propri arsenali
Estero
1 ora
Sudafrica: ancora devastanti inondazioni sulla costa Est
Il mese scorso circa 500 persone erano già state costrette ad abbandonare le loro case
Estero
1 ora
Francia, accuse di violenza sessuale per il neoministro Abad
Il politico smentisce: ‘Queste voci riferiscono di atti o gesti che mi sarebbero semplicemente impossibili a causa del mio handicap’
Estero
2 ore
Tempesta in Germania, un morto e quasi 60 feriti
Particolarmente colpita la Renania Settentrionale-Vestfalia: un tornado ha attraversato Paderborn ferendo 43 persone venerdì
Estero
3 ore
Afghanistan, da oggi le conduttrici in tv a volto coperto
Ieri si erano ribellate all’ordine dei Talebani di nascondere il viso, ma ‘l’emittente ha subito pressioni’
Confine
4 ore
Carrozza a soqquadro: soppresso un treno diretto a Chiasso
Quattordici giovani, tra i 15 e i 21 anni, sono stati denunciati ieri dai carabinieri
Estero
LIVE
Esplosioni nelle regioni di Kiev e Zhytomyr
Nel frattempo il parlamento ucraino ha approvato l’estensione della legge marziale fino al 23 agosto. Segui il live de laRegione
Estero
6 ore
Anthony Albanese promette di riparare l’immagine dell’Australia
Il neoeletto primo ministro laburista vuole puntare sulla politica climatica. Su questo aspetto il Paese viene spesso considerato in ritardo.
Estero
7 ore
Vaiolo delle scimmie: 92 casi confermati in 12 Paesi
Lo segnala l’Organizzazione mondiale della sanità. Si tratta di zone dove la malattia non è endemica.
Confine
7 ore
Un carro attrezzi per rimuovere solo... le vetture straniere
L’obiettivo è costringere principalmente i ticinesi a pagare le multe per divieto di sosta. Lo propone Alessandro Rapinese, candidato a sindaco di Como.
© Regiopress, All rights reserved