laRegione
israele-netanyahu-non-e-riuscito-a-formare-un-governo
Benjamin Netanyahu (Keystone)
05.05.21 - 07:47
Aggiornamento: 21:59
Ats, a cura de laRegione

Israele, Netanyahu non è riuscito a formare un governo

È scaduto il termine di 28 giorni affidatogli dal presidente per formare una maggioranza. Mandato affidato a Lapid

Da Netanyahu a Lapid. Con una mossa attesa il presidente Reuven Rivlin ha incaricato il capo dell'opposizione di formare il prossimo governo di Israele. Il leader centrista di 'C'è un futuro' avrà lo stesso lasso tempo, 28 giorni, per riuscire laddove Netanyahu ha fallito. Un percorso difficile - che parte da 56 seggi sui 61 necessari dei 120 alla Knesset - che se avrà successo porterà ad un cambio epocale segnando la perdita di potere da parte del più longevo primo ministro dell'intera storia di Israele. Ma, come ha avvisato lo stesso Rivlin, non privo di "difficoltà". Perché il quadro di un "governo di emergenza di unità nazionale" in cui Lapid si muove è un esecutivo in cui dovranno convivere la destra (Saar, Lieberman), il centro (Gantz), la sinistra (laburisti, Meretz) e che non potrà fare a meno della "positiva cooperazione" del partito arabo islamista di Mansour Abbas (4 seggi). Inoltre, non è detto che a guidarlo sia lo stesso Lapid. Non è esclusa la possibilità che ci sia una premiership a rotazione con Naftali Bennett, leader di 'Yamina' ('Destra') - uomo chiave di questa tornata istituzionale, che ha respinto i numerosi richiami di Netanyahu con un strappo politico non secondario.

Il premier Benjamin Netanyahu non ha assolto al mandato affidatogli del presidente Reuven Rivlin di formare il nuovo governo. È scaduto alle 24 (ora locale) il termine di 28 giorni previsti per comporre un nuovo esecutivo: in questo lasso di tempo Netanyahu non ha messo insieme la maggioranza necessaria di 61 seggi su 120 alla Knesset.

Ora spetterà a Rivlin o dare una estensione di altri 14 giorni - ma analisti non lo ritengono probabile - o affidare un nuovo mandato. In questo caso si parla del capo dell'opposizione Yair Lapid ma anche di Naftali Bennett leader di Yamina (Destra). Oppure potrebbe riportare la palla alla Knesset.

"La mia considerazione principale - ha spiegato Rivlin - si è basata su chi ha la probabilità più elevata e che riesca a ottenere la fiducia alla Knesset. Lapid ha questa possibilità, sia che sia lui a presiedere il governo o un altro candidato in un esecutivo in cui però sia il premier alternato". Bennett - ha poi aggiunto dopo aver escluso la possibilità di rimettere la palla alla Knesset - si è detto "interessato a un governo stabile e non ha escluso un governo con Lapid". Contro il mandato si è subito levato Netanyahu: quello che si va profilando, ha denunciato, "non è un governo di unità nazionale. Si tratta di un eufemismo: sarà invece un governo di sinistra pericoloso". Poi facendo appello ai deputati di 'Yamina' di sfilarsi dalla linea di Bennett lo ha attaccato sostenendo che "agisce per ambizione personale e per fungere da primo ministro per 2 anni".

Che si andasse verso un incarico a Lapid lo si era capito dalle dichiarazioni precedenti di Bennett a favore di un "governo di emergenza". "Netanyahu - aveva detto dopo aver visto Rivlin - ha fallito nel tentativo di fare un governo omogeneo e di destra e Yamina ha fatto di tutto per assisterlo senza chiedere prebende, ma il premier ha sbattuto la porta in faccia". Aggiungendo che "è il momento di un governo unitario in cui possono entrare anche i partiti di destra". Lapid ha accolto l'incarico di Rivlin alla fine di una lunga cucitura con Bennett durata tutti e 28 giorni in cui Netanyahu ha avuto il mandato. "Un governo di unità - ha sottolineato dopo l'incarico - non è un compromesso o l'ultima risorsa bensì l'obiettivo: è quello di cui abbiamo bisogno". Poi ha ripetuto come un mantra ciò su cui da tempo batte in opposizione alla politica divisiva di Netanyahu: "Abbiamo bisogno di un esecutivo che rifletta il fatto che non dobbiamo odiarci l'un con l'altro. Un governo in cui sinistra, destra e centro lavorino insieme". Una meta che - hanno avvisato analisti - deve essere raggiunta in fretta prima che il quadro si complichi. Altrimenti verranno solo quinte elezioni: l'obiettivo di Netanyahu.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
benjamin netanyahu israele naftali bennett reuven rivlin yair lapid
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
9 min
Stop ai visti turistici ai russi nei Paesi Baltici
Kiev chiede lo stesso agli altri Paesi occidentali. Mosca taglia anche il petrolio
pacfico
1 ora
Pechino: la linea mediana non esiste. Taiwan teme l’invasione
Altissima tensione dopo la visita della speaker della Camera americana Nancy Pelosi. Pechino prepara l’artiglieria nel Mar Giallo
Estero
1 ora
Trump contro l‘Fbi: ’Io vittima di un nuovo Watergate’
L’ex presidente si scaglia contro l’agenzia governativa dopo il blitz nella sua residenza di Mar-a-Lago. Nancy Pelosi: nessuno è al di sopra della legge
Estero
3 ore
Oggi giornata mondiale del leone: in Africa ne restano 30’000
Le popolazioni di leone presenti in Africa hanno perso il 90% del loro areale originario e la riduzione non sembra arrestarsi
Estero
4 ore
La caccia al tesoro dei Paperoni Usa in Groenlandia
Gates, Bezos, Bloomberg finanziano la ricerca di cobalto e nichel sull’isola
Confine
5 ore
Trenord aumenta il prezzo dei biglietti
Sono coinvolte anche le linee transfrontaliere con il Ticino. La ragione è l’adeguamento all’inflazione
Estero
7 ore
Identificati 250 siti web di fake news sulla guerra in Ucraina
Diffondono attivamente disinformazione russa, indica NewsGuard. Circa la metà sono in inglese, mentre altri sono in francese, tedesco o italiano
Estero
12 ore
Trump: la tenuta di Mar-a-Lago perquisita dall’Fbi
L’operazione sarebbe legata alla ricerca di alcuni documenti riservati che l’ex presidente avrebbe portato via dalla Casa Bianca
l'amicizia con putin
23 ore
L’Spd grazia Schröder per suoi rapporti con Mosca
Ma caso non ancora chiuso. E si riapre quello Warburg che inguiaia il cancelliere Scholz
la guerra in ucraina
23 ore
La Russia brucia il gas in eccesso che non dà all’Europa
Allarme Onu per la centrale atomica di Zaporizhzhia, Mosca vuole sospendere il programma di contenimento delle armi nucleari firmato con gli Usa
© Regiopress, All rights reserved