laRegione
covid-un-solo-decesso-nel-regno-unito
In coda fuori da un teatro berlinese dopo le riaperture (Keystone)
Estero
03.05.21 - 20:420
Aggiornamento : 21:19

Covid: un solo decesso nel Regno Unito

La Germania toglie le restrizioni per chi è vaccinato. L'Ue vuole riaprire al turismo mondiale e valuta la riapertura dei viaggi non essenziali

In Germania la fine delle misure restrittive anti-Covid per i vaccinati e per i guariti dovrebbe scattare già a partire dal prossimo weekend. Il nuovo provvedimento potrebbe ottenere l'approvazione formale alla seduta di gabinetto di mercoledì prossimo, il via libera giovedì al Bundestag e venerdì al Bundesrat. "Sabato potrebbe essere già in vigore", ha fatto sapere il vice capogruppo dell'Unione Thorsten Fei. Stando alla nuova norma, la copertura con la doppia dose di vaccino garantirebbe l'accesso a negozi, zoo e parrucchieri (in Germania ristoranti e hotel sono ancora chiusi) senza dover esibire alcun test. Inoltre il rientro dai viaggi all'estero non prevedrebbe alcuna quarantena.

Berlino si fa così avanguardia in Europa, mentre l'Ue valuta una riapertura dei viaggi non essenziali a livello mondiale, ma con un freno d'emergenza per chiusure coordinate rapide qualora fosse individuato il rischio di importare le varianti del virus. "È tempo di rilanciare il turismo", ha spiegato la presidente della Commissione Ursula Von der Leyen. Dato l'impatto positivo delle immunizzazioni, l'esecutivo comunitario ha proposto di permettere l'ingresso nell'Unione per motivi non essenziali non solo a chi proviene da Paesi con una buona situazione epidemiologica, ma anche a quanti hanno ricevuto l'ultimo shot di un vaccino autorizzato dall'Ema o dall'elenco dell'Oms (non sono inclusi il cinese Sinovac e il russo Sputnik).

L'intento è arrivare a un'adozione dell'iniziativa in Consiglio, a fine maggio, mentre Eurocamera e Stati in questi giorni negoziano sul certificato vaccinale digitale Ue, previsto in vigore a fine giugno. Una prima presentazione dell'idea, a livello tecnico, sulla base di un non paper della Commissione c'era già stato un paio di settimane fa. Ma il confronto vero e proprio sulla bozza di raccomandazione partirà domani, con un passaggio con gli esperti degli Stati membri, per poi entrare nel vivo mercoledì, con l'esame degli ambasciatori dei 27.

In sostanza Bruxelles propone che le cancellerie dell'Unione revochino le restrizioni sui viaggi turistici per le persone vaccinate da almeno 14 giorni prima del loro arrivo. Le capitali potranno tuttavia richiedere un test negativo all'ingresso, ed eventualmente un periodo di quarantena. Ma Bruxelles immagina di dare il via libera anche al turismo, indipendentemente dallo stato di vaccinazione individuale, da quei Paesi con una buona situazione epidemiologica. Attualmente la lista del Consiglio ne contempla sette: Australia, Nuova Zelanda, Ruanda, Singapore, Corea del Sud, Thailandia e Cina. L'obiettivo è ampliare l'elenco con una revisione dello stesso ogni due settimane: candidati a potervi rientrare sono Israele, Usa e Regno Unito.

Intanto anche Londra avanza nell'allentamento delle restrizioni nazionali, mentre contagi, decessi (oggi solo uno registrato in tutta la Gran Bretagna) e ricoveri viaggiano al di sotto di qualunque altro grande Paese europeo, e dove la corsa ai vaccini vola verso quota 50 milioni di dosi somministrate. Dal 17 maggio è stato revocato ogni limite sulle presenze ai funerali (per i quali al momento vige il tetto dei 30 ospiti, rispettato in chiesa anche alle esequie recenti del principe consorte Filippo), nonché del passaggio da un limite di 15 a 50 invitati per i matrimoni. E dal 21 giugno anche le cerimonie per le nozze saranno esentate da ogni tetto, mentre in settimana è prevista la pubblicazione di una lista verde di Paesi a minor rischio d'infezione e varianti, verso i quali sarà possibile viaggiare liberamente, finalmente con prenotazioni senza incertezze.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
5 ore
Ancora sangue e razzi a Gaza, Israele non si ferma
Nuova strage di bambini nella Striscia. Netanyahu: ‘Non abbiamo finito’
Estero
5 ore
Morto l’ex bimbo reporter che intervistò Obama
All’epoca aveva solamente 11 anni. Ora ne aveva appena 23: “Quei 10 minuti col presidente cambiarobo la sua vita”
Estero
13 ore
Covid e lockdown fanno esplodere i disturbi alimentari
Il lockdown per il Covid e il ricorso alla scuola a distanza hanno provocato in Italia l'aumento di anoressia e obesità di giovani e adulti.
Confine
15 ore
A Ponte Tresa protestano per il tampone obbligatorio
Manifestazione dei commercianti per l'obbligo di un tampone negativo anche per i vaccinati. "Ci siamo sentiti presi in giro"
Striscia di Gaza
17 ore
La casa di Yahya Sinwar colpita dall'esercito israeliano
L'abitazione del capo dell'ufficio politico di Hamas era ‘utilizzato come infrastruttura militare da parte dell'organizzazione terroristica’
Stati Uniti
18 ore
Boeing 737, l'Autorità per l'aviazione ne ordina l'ispezione
Dopo l'incidente al largo dell'Indonesia costato la vita a 62 persone, la Faa vuole passare sotto la lente un totale di 143 velivoli
COnfine
18 ore
Al valico con un orologio da 50 mila franchi nel peluche
Fermato al valico di Gandria un italiano residente nel comasco con il prezioso oggetto occultato in un giocattolo
Estero
1 gior
Gaza, Bachelet esorta le parti alla de-escalation
L'Alto Commissario dell'Onu per i diritti umani: "La situazione nei Territori Palestinesi Occupati e in Israele si è deteriorata a un ritmo allarmante"
Estero
1 gior
Covid, Italia: 6'659 casi e 136 vittime nelle ultime 24 ore
Il tasso di positività è del 2,2%, in calo rispetto al 2,5% di ieri. I dimessi e i guariti hanno raggiunto quota 3'696'481
Estero
1 gior
Cile, aperti i seggi per voto storico
I cittadini sono chiamati alle urne per scegliere i 155 membri di un'Assemblea costituente
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile