laRegione
la-polizia-birmana-spara-sui-manifestanti-grave-una-19enne
(Keystone)
09.02.21 - 19:39

La polizia birmana spara sui manifestanti: grave una 19enne

Le proteste continuano e il regime aumenta la repressione. Venerdì sessione straordinaria del Consiglio per i diritti umani dell'Onu

Dopo le minacce del regime golpista, in Birmania si è cominciato a usare la forza. Nella capitale Naypyidaw, la polizia ha cercato di disperdere migliaia di manifestanti con idranti e proiettili di gomma causando feriti, tra cui una ragazza in condizioni critiche. Con gli assembramenti di oltre cinque persone ormai fuori legge e un coprifuoco notturno anche a Yangon e Mandalay, è chiaro che la giunta militare sta perdendo la pazienza di fronte a una reazione popolare che non accenna a placarsi. Le scene più violente si sono viste in mattinata a Naypyidaw, la capitale costruita negli ultimi anni della dittatura su scala talmente vasta da rendere impossibili assembramenti intorno ai palazzi del potere. Vista l'inutilità degli idranti già usati ieri per disperdere la protesta, la polizia è passata ai proiettili di gomma. Ma una ragazza di 19 anni è ricoverata in gravissime condizioni dopo essere stata raggiunta da un proiettile vero, sparato - si vede in un video rilanciato sui social media - mentre era lontana centinaia di metri dai poliziotti. In un altro video, girato a Mandalay, si vede la polizia sparare in aria per intimidire la folla.

Azioni brevi e isolate, non una repressione con la forza su larga scala: ma chiari segnali che gli animi si sono surriscaldati. Il ferimento della donna ha provocato un'ondata di condanne sui social media, dove ora i toni dei simpatizzanti della protesta sono oggi meno di derisione e più di rabbia verso i militari, con hashtag di appelli al mondo come 'Ascoltate la nostra voce'. È chiaro che il messaggio in tv ieri del generale golpista Min Aung Hlaing non ha calmato gli animi, anzi: il Paese si sta avvicinando di fatto allo sciopero generale contro il golpe, con diverse categorie professionali - medici, ingegneri, avvocati - che partecipano compatte alla protesta.

Sui social media sono state diffuse immagini anche di almeno cinque poliziotti che passano dalla parte dei manifestanti. Impossibile prevedere le mosse successive di un esercito abituato a comandare da oltre mezzo secolo e con una smisurata visione di sé come garante dell'unità nazionale. Una protesta partita in sordina sui social network è diventata ora un movimento nazionale che respinge il ritorno al passato e la cancellazione del trionfo elettorale della Lega nazionale per la democrazia di Aung San Suu Kyi.

Di certo i militari finora non hanno mostrato l'intenzione di dare ascolto alle condanne internazionali né di accettare un dialogo: gli Stati Uniti si sono visti respingere la richiesta di parlare con Suu Kyi, detenuta assieme ad altri 160 politici e critici di spicco della società civile. Nel frattempo le reazioni straniere diventano più decise: oggi la Nuova Zelanda ha deciso di rompere le relazioni diplomatiche, e l'Onu ha condannato l'uso della forza contro i manifestanti, oltre a invitare gli altri Paesi ad "esortare la Birmania al ritorno alla democrazia". Il Consiglio per i diritti umani dell'Onu terrà una sessione straordinaria questo venerdì. Da più parti si iniziano a invocare sanzioni economiche, la stessa politica adottata per quasi due decenni dall'Occidente durante la dittatura. Prima che vengano prese decisioni diplomatiche, però, c'è una situazione nelle città del Paese che rischia di diventare sempre più caotica.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
birmania diritti umani myanmar onu polizia
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
14 ore
Salman Rushdie è sulla via della guarigione
Lo ha detto il suo agente, Andrew Wylie, in un comunicato al Washington Post
Estero
15 ore
Si schianta in auto contro Capitol Hill, spara e si suicida
Un uomo si è schiantato contro la Cancellata del Congresso, ha poi esploso alcuni colpi in aria e si è tolto la vita. Nessun altro è rimasto ferito
Estero
16 ore
Spopolamento a Venezia, abitanti sotto la soglia dei 50mila
Il processo sembra inarrestabile. Nel 2002 il capoluogo aveva 64mila residenti.
Estero
16 ore
Dopo Rushdie, minacce su Twitter a Rowling: ‘Tu la prossima’
Il messaggio minaccioso è stato inviato all’autrice della saga di Harry Potter come replica a un tweet. Il profilo dell’autore è poi sparito
Estero
17 ore
In 10mila a ballare contro la mafia a ‘casa’ del boss
Migliaia di giovani hanno partecipato all’evento ‘Musica&Legalità’ a Castelvetrano, paese del boss di Cosa Nostra latitante Matteo Messina Denaro
Estero
18 ore
Troppo pericoloso per il pubblico: abbattuto il tricheco Freya
Il mammifero marino era diventato abitudinario nel fiordo di Oslo e le autorità, dopo una valutazione completa, hanno deciso per l’eutanasia
Estero
19 ore
Costa Concordia, la Cedu conferma la condanna a Schettino
La Corte europea dei diritti umani ha rigettato il ricorso del capitano della nave naufragata contro la condanna a 16 anni di reclusione
Confine
21 ore
Sulla strada per la Valtellina vigilia di Ferragosto di caos
Una frana nella notte ha causato la chiusura della corsia nord della Milano-Lecco-Valtellina, provocando incolonnamenti in direzione di Sondrio
Estero
22 ore
Salman Rushdie staccato dal respiratore e riesce a parlare
Lo scrittore era stato colpito venerdi a New York con dieci coltellate ed era in condizioni gravi
Italia
1 gior
Milano capitale d’Italla delle multe: 102 milioni di incassi
A Napoli soli 27mila euro dagli autovelox. Il record a Melpignano: 5 milioni di incassi (2’300 a cittadino, se rapportato al numero di abitanti)
© Regiopress, All rights reserved