laRegione
12.08.21 - 07:58
Aggiornamento: 16:47

Continua il trend positivo per la Banca Cler

Nella prima metà dell’anno il risultato di esercizio è cresciuto del 6,7% a 35,2 milioni di franchi

continua-il-trend-positivo-per-la-banca-cler
Ti-Press
La sede bellinzonese

Basilea – Nel primo semestre 2021 la Banca Cler ha aumentato il risultato d’esercizio del 6,7% a 35,2 milioni di franchi, mantenendo il suo trend positivo. Questo risultato è stato reso possibile dalla crescita nelle operazioni d’investimento, dai minori costi di rifinanziamento, dall’elevata qualità dei prestiti alla clientela e dalla riduzione dei costi d’esercizio. Il nuovo orientamento del dipartimento Distribuzione, più focalizzato sulle esigenze dei clienti e su una consulenza a 360°, sta dando buoni frutti. L’utile semestrale ha rag-giunto quota 20,1 milioni di franchi (+0,9%).

Efficace strategia di crescita nelle operazioni d’investimento

Con un aumento di 0,7 miliardi di franchi, è il volume dei depositi ad aver contribuito maggiormente alla crescita nelle operazioni d’investimento. La possibilità di beneficiare dei vantaggi di una gestione patrimoniale professionale già a partire da un capitale iniziale di 1 franco è tuttora molto richiesta. Il volume della Soluzione d’investimento della Banca Cler è così cresciuto di ulteriori 239,7 milioni di franchi (+22,6%) a oltre 1,3 miliardi. Di questi, 528,9 milioni (circa il 40,7%) sono ascrivibili alla Soluzione d’investimento Sviluppo sostenibile, ma anche i classici mandati di gestione patrimoniale e di consulenza hanno registrato tassi di crescita soddisfacenti. Il proficuo posizionamento nel comparto degli investimenti ha determinato un aumento dei proventi da commissioni sulle attività di negoziazione titoli e d’investimento pari a 0,9 milioni di franchi (+4,2%) rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Restrizioni e cambiamenti nelle esigenze dei clienti in seguito alla pandemia da coronavirus

Il persistere delle restrizioni dovute alla pandemia ha determinato una minore necessità di contanti e una diminuzione delle operazioni agli sportelli e ai Bancomat. La Banca Cler tiene conto di queste mutate esigenze e offre ai propri clienti molteplici soluzioni nell’ambito dei pagamenti senza contanti come il Mobile Payment o i pagamenti peer-to-peer tramite Zak.

L’aumento del risultato d’esercizio permette di costituire riserve

Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, la Banca Cler è stata in grado di aumentare di 2,2 milioni di franchi (+6,7%) il risultato d’esercizio, portandolo a 35,2 milioni. Un incremento ragguardevole, che ha consentito di assegnare 12,7 milioni di franchi alle riserve per rischi bancari generali e quindi di rafforzare ulteriormente il finanziamento interno. L’utile semestrale risulta così pari a 20,1 milioni, una cifra leggermente superiore rispetto a quella registrata l’anno precedente (+0,9%).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
4 gior
Banca Migros supera il milione di clienti
La clientela nel 2022 registra un +27% rispetto all’anno precedente, sulla scia dell’introduzione della nuova carta di credito Cumulus
Economia
4 gior
Credit Suisse prevede un’inflazione più alta
La banca scommette su un rincaro 2023 che dovrebbe raggiungere l’1,7%, oltre a un aumento pari a 1,75% anche per i tassi della Banca nazionale svizzera
Economia
5 gior
Blocchi regionali e protezionismo contro le economie emergenti
I Paesi Non Allineati Nuovi (Nan) temono che la loro crescita venga ostacolata dai muri commerciali eretti da Stati Uniti, Europa e Cina
Economia
5 gior
E all’improvviso nulla più turba le Borse
Inflazione, tassi d’interessi più elevati, rallentamento cinese, timori di recessione: in Europa e negli Usa l’ottimismo si diffonde, nonostante tutto
Economia
1 sett
Lufthansa vuole comprare una quota di Ita Airways
È l’unica offerta arrivata al Governo italiano, tedeschi pronti a rilevare l’intera compagnia aerea
Economia
1 sett
Importante cessione nel settore chimico
Sika, gruppo attivo nelle specialità chimiche, ha deciso di vendere una parte dell’ex filiale del colosso tedesco Basf
Speciale Economia
1 sett
La deglobalizzazione non è la strada giusta
Economia
2 sett
Il franco si indebolisce sull’euro: moneta europea sopra 1,00
È la prima volta dall’inizio di luglio 2022 che l’euro torna sopra la parità
Economia
2 sett
Pry-Cam Home, la nuova frontiera di Prysmian
Il colosso mondiale della produzione di cavi ad alta tecnologia entra nelle case con una tecnologia che monitora la rete elettrica domestica
Economia
2 sett
Anno turbolento alle spalle, 2023 complicato per chi investe
Tensioni geopolitiche, crisi energetica, inflazione, incognite legate alla politica monetaria: quattro analisti valutano le prospettive degli investimenti
© Regiopress, All rights reserved