laRegione
STRICKER D. (SUI)
2
LAAKSONEN H. (SUI)
1
fine
(6-1 : 4-6 : 6-3)
nestle-volano-le-vendite-di-prodotti-alimentari
Il quartier generale della multinazionale a Vevey
Economia
29.07.21 - 09:110
Aggiornamento : 14:15

Nestlé, volano le vendite di prodotti alimentari

Tale crescita non si registrava da anni: i dati battono ampiamente le attese degli analisti

Il gigante alimentare Nestlé ha visto aumentare le vendite a ritmi che non si vedevano da anni. La crescita organica - cioè al netto di acquisizioni e dismissioni - ha raggiunto nel secondo trimestre l'8,6% (su base annua), a fronte del +7,7% di primi tre mesi dell'anno, valore che era già ai massimi da quasi dieci anni. I dati battono ampiamente le attese degli analisti e il gruppo ha aumentato le previsioni per l'intero esercizio.

Stando a quanto comunica stamane la società il fatturato dell'intero primo semestre si è attestato a 41,8 miliardi i di franchi, l'1,5% in più dello stesso periodo del 2020. A livello organico la progressione si è rivelata dall'8,1% (6,8 punti grazie all'aumento dei volumi, 1,3 attraverso l'incremento dei prezzi), contro il 7,4% pronosticato dagli osservatori.

La multinazionale di Vevey ha approfittato del fatto che i corrispondenti dati del 2020 erano deboli in alcuni comparti, a causa delle restrizioni legate al coronavirus e del loro impatto sulle attività ad esempio di ristoranti e alberghi. Ma la società ha realizzato anche effettivi progressi in vari ambiti, non da ultimo nei preparati del ramo della salute. Molto bene sono andati gli affari con i prodotti legati al caffè (Nescafé, Nespresso e Starbucks), come pure nel settore degli articoli per animali. Il risultato operativo si è attestato a 7,3 miliardi di franchi (+1,3%), con un corrispondente margine del 17,4%. L'utile netto è salito dell'11,1% a 5,9 miliardi.

Per l'insieme dell'anno Nestlé punta su un margine operativo del 17,5%, inferiore al 17,7% raggiunto nei dodici mesi precedenti: una flessione dovuta all'aumento dei costi che annulla la precedente previsione di un miglioramento moderato del parametro. L'impegno in questione viene però mantenuto a medio termine.

Il gruppo rimane per contro molto dinamico in materia di ricavi: la crescita organica - l'indicatore maggiormente tenuto sotto controllo dagli investitori, in un gruppo costantemente in fase i mutazione: nel secondo trimestre ad esempio sono state cedute le attività con l'acqua minerale in Nordamerica - è ora prevista al 5-6%. Finora i vertici si erano limitati a fissare l'obiettivo di una progressione superiore a quella del 2020 (3,6%). Sussistono le basi per una crescita costante delle vendite a una cifre percentuale media nel lungo termine, ha affermato il Ceo Mark Schneider, citato in un comunicato.

Fondata nel 1866 da Heinrich (Henri) Nestlé (1814-1890), imprenditore tedesco naturalizzato svizzero che inventò il latte in polvere per bambini, l'azienda si è trasformata negli anni in un colosso. Oggi il gruppo è attivo in 186 nazioni con 2000 marchi alimentari.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
1 ora
La Banca nazionale svizzera non cambia rotta
Invariata la politica monetaria espansiva. Tassi fermi al -0,75%. Il presidente Jordan sul caso Evergrande: né allarmismo, né sottovalutazione
Economia
2 ore
Gam chiude alcuni fondi proposti dalla succursale di Lugano
A causa della chiusura dei fondi, giudicati troppo piccoli per una gestione efficiente o con poche prospettive di crescita, 17 dipendenti lasceranno la società
Economia
1 gior
Continua il buon momento dell’edilizia
Per il Bak Economics di Basilea l’attività dovrebbe aumentare dello 0,4% quest’anno e dello 0,6% nel prossimo
Economia
1 gior
Quando una firma digitale errata fa perdere miliardi
Il costruttore ferroviario turgoviese Stadler Rail si è visto annullare una commessa per un errore formale dal Tribunale amministrativo di Vienna
Economia
6 gior
Il forum economico torna a Davos dal 17 al 21 gennaio
Quest’anno il Wef è stato annullato a causa della pandemia. ‘Sarà il primo evento di leadership globale a stabilire l’agenda per una ripresa sostenibile’
Economia
1 sett
In Svizzera la disoccupazione Ilo è al 5%, più che in Germania
Il dato tiene conto delle persone che non hanno un impiego, hanno cercato lavoro nelle quattro settimane precedenti e sono disponibili a lavorare
Economia
1 sett
Per il Credit Suisse l’inflazione è solo temporanea
Secondo gli economisti del secondo istituto finanziario svizzero la ripresa è robusta e senza timori inflativi. Il Pil dovrebbe crescere del 3,5% quest’anno
Economia
1 sett
Helvetia: entro il 2022 andranno persi 140 posti di lavoro
Il Ceo ha chiarito che una gran parte del taglio degli impieghi avverrà tramite fluttuazione naturale del personale o prepensionamento di alcuni dipendenti
Economia
1 sett
Helvetia torna in zona utili nel primo semestre
Stando ai dati diffusi oggi la società assicurativa ha realizzato un risultato positivo per 262 milioni di franchi
Economia
1 sett
Fed e Bce, prospettive capovolte
Se l’economia ricomincia a correre è perfettamente logico ridurre le misure d’emergenza e ricalibrare gli stimoli monetari
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile