laRegione
rallenta-la-crescita-di-netflix
(Keystone)
Cinema
21.07.21 - 08:23
Aggiornamento: 11:32

Rallenta la crescita di Netflix

Chiusura del secondo trimestre sotto le attese degli analisti. Per la prima volta la società perde abbonamenti (400mila) in Canada e negli Stati Uniti

Rallenta la crescita di Netflix. Il colosso della tv in streaming chiude il secondo trimestre con ricavi in aumento del 19% a 7,3 miliardi di dollari e un utile netto salito a 1,35 miliardi, o 2,97 dollari per azione, sotto le attese degli analisti. I nuovi abbonati sono stati 1,54 milioni, sopra le previsioni del mercato che scommetteva su 1,19 milioni. Negli Stati Uniti e in Canada Netflix ha però perso 400'000 abbonati: è la prima volta dal 2019 che la società perde clienti in 'casa'.

Ad agitare, e far calare inizialmente i titoli del colosso a Wall Street del 5%, sono le stime per il terzo trimestre che sono sotto le attese degli analisti. Per il periodo luglio-settembre il numero di nuovi abbonati è atteso salire di 3,50 milioni. La società spiega che "la pandemia ha creato una inconsueta variabilità nella nostra crescita e distorto i confronti anno su anno" e ribadisce di continuare a prevedere un 20% di margine operativo per l'intero 2021 rispetto al 18% del 2020.

Il settore "si è consolidato materialmente negli anni e non riteniamo che questo consolidamento abbia influenzato molto la nostra crescita", osserva Netflix nella lettera agli azionisti nella quale si sofferma sulle "fasi iniziali" della sua espansione nei videogiochi "facendo leva sui precedenti sforzi sull'interattività". I videogiochi saranno inclusi nell'abbonamento senza costi aggiuntivi.
 
 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
abbonamenti crescita netflix
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
19 ore
Addio a Wolfgang Petersen, diresse ‘La storia infinita’ e ‘Troy’
Il regista tedesco aveva 81anni. Fra gli attori da lui diretti, Clint Eastwood, Dustin Hoffman, George Clooney, Harrison Ford e Brad Pitt
Culture
1 gior
Che basta un colpo di vento e il festival di Arzo prende il volo
Da giovedì 18 a domenica 21 agosto, ad Arzo e nella ‘flilale’ Meride, torna il Festival internazionale della narrazione, edizione 22 (come l’anno...)
L'intervista
1 gior
Julia Murat: ‘Per Bolsonaro saremo un vanto o l’immoralità noir’
La regista di ‘Regra 34’, Pardo d’oro al Miglior film, felice con moderazione: ‘Temiamo che il presidente o i suoi approfittino di questo premio’
L'intervista
1 gior
Gigi la legge che non multa a Locarno e si prende un premio
Un ritorno, quello di Alessandro Comodin, quest’anno Premio speciale della Giuria, già premiato nel 2011 a Locarno per ‘L’estate di Giacomo’.
L'intervista
1 gior
Locarno75 e il futuro, also sprach Rapahël Brunschwig
La governance futura non è di competenza del managing director’, che sul nuovo presidente rimanda al Cda. E sui numeri del 75esimo...
Sostiene Morace
1 gior
Lunga vita al Festival (quanto ai premi, ‘de gustibus’)
‘Regra 34’, confuso e ripetitivo. Meglio ‘Gigi la legge’. Solari lascia o fa come al 70esimo? L’augurio è quello di trovare una figura all’altezza.
Arte
1 gior
Morto Dmitri Vrubel: dipinse il bacio fra Breznev e Honecker
L’artista russo è morto a 62 anni per complicazioni da Covid-19. Suo il celebre graffito sul Muro di Berlino
Locarno 75
1 gior
Pardi per tre, una condanna alla selezione
Sokurov e Fahdel non erano nelle corde: la Giuria, evidentemente figlia del suo tempo, ha premiato la libertà espressiva più che regole e grammatica
Il ricordo
1 gior
Piero Angela e la gentilezza della scienza
Raccontare la scienza con garbo, chiarezza e senso della meraviglia: nel giorno dei funerali, le lezioni del grande divulgatore morto sabato a 93 anni
L'intervista
2 gior
Marco Solari: ‘Lascio un Festival più forte e in crescita’
La decisione è presa, il 76esimo sarà il suo ultimo da presidente: ‘Ma ora nessuna retrospettiva, ho semplicemente annunciato i prossimi passi’
© Regiopress, All rights reserved