laRegione
23.02.22 - 19:10

Covid, il governo vuole prolungare lo scudo per gli eventi

Il Consiglio federale ha proposto di mantenere fino alla fine dell’anno l’assicurazione per le manifestazioni di importanza sovracantonale

Ats, a cura de laRegione
covid-il-governo-vuole-prolungare-lo-scudo-per-gli-eventi
Ti-Press

La durata del cosiddetto "scudo protettivo" per i grandi eventi come il Locarno film festival deve essere prorogata da fine aprile a fine dicembre. È quanto propone il Consiglio federale, che oggi ha avviato la consultazione.

Per sostenere le manifestazioni d’importanza sovracantonale, lo scorso anno era stato introdotto questo "scudo protettivo", che permette di pianificare eventi pubblici se la situazione epidemiologica ne permetterà lo svolgimento.

Lo scorso dicembre, durante la sessione invernale, il Parlamento aveva deciso di modificare la legge Covid-19: fra le misure c’era anche la proroga dello scudo protettivo per gli eventi pubblici fino alla fine di dicembre 2022, ma la proroga richiede un adeguamento dei termini e della durata di validità stabiliti nell’ordinanza "Covid-19 eventi pubblici". La consultazione durerà fino al prossimo 7 marzo e l’entrata in vigore dell’ordinanza riveduta è prevista per il 1° maggio 2022.

Si tratta di una sorta di paracadute – con determinati paletti – destinato agli organizzatori di eventi: il settore ha infatti vissuto (e vive tuttora) una fase di incertezza legata alle restrizioni imposte dalle autorità. I grandi eventi necessitano infatti di diversi mesi di preparazione e la situazione attuale, seppur in miglioramento, complica il lavoro degli organizzatori: se le manifestazioni non potranno avere luogo a causa delle misure restrittive imposte dal Consiglio federale, gli organizzatori devono aver diritto a un’indennità.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Locarno Film Festival
3 ore
Successione Marco Solari, c’è la commissione
Avanzerà al Cda proposte di possibili candidate o candidati alla successione di Solari. Sarà presieduta da Mario Timbal, direttore Rsi
L’intervista
9 ore
Le Donne, la musica e Ornella Vanoni
Superato l’incidente che ha fermato il tour, l’artista italiana sarà a Lugano venerdì 3 febbraio, con band tutta al femminile (galeotto fu Paolo Fresu)
Scienze
19 ore
Un chip per rilevare e prevenire i sintomi del Parkinson
È stato messo a punto dagli scienziati del Politecnico federale di Losanna. Utile anche nel campo dell’epilessia
Spettacoli
23 ore
È morta Lisa Loring, fu la prima Mercoledì della Famiglia Addams
L’attrice aveva 64 anni ed è deceduta in seguito ad un ictus. Suo il ruolo della figlia di Gomez e Morticia nella serie originale degli anni Sessanta
Scienze
1 gior
Il Covid resta un’emergenza internazionale
Per il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, ‘il virus conserva la capacità di evolversi in nuove e imprevedibili varianti’
L’intervista
1 gior
Marco Paolini, contro la solitudine doppiamente ‘Sani!’
Nel disequilibrio generale, il maestro del teatro di narrazione porta in scena un’iniezione di fiducia: giovedì 2 e venerdì 3 febbraio al Teatro Sociale
Scienze
1 gior
Long Covid, ecco perché affiora la stanchezza cronica
Scoperto il meccanismo che la provocherebbe in una persona su tre: il deficit di un aminoacido prodotto naturalmente dall’organismo
La recensione
1 gior
Ricco e colto, buzzurro ma sensibile: ‘Quasi amici’!
A Chiasso, il Cinema Teatro applaude a ogni cambio di scena Paolo ‘Driss’ Ruffini e Massimo ‘Filippo’ Ghini, nell’adattamento teatrale del film francese
Musica
2 gior
Addio a Tom Verlaine, frontman dei Television
Chitarrista e cantante, pioniere della scena punk degli anni 70, si è spento a Manhattan dopo breve malattia.
Scienze
2 gior
Non tutti sono prede facili: c’è fagiano e fagiano
Uno studio condotto in Gran Bretagna ha permesso di evidenziare significative differenze di memoria tra un esemplare e l’altro
© Regiopress, All rights reserved