laRegione
05.08.21 - 20:10

Libera circolazione musicisti, Elton vs Boris (Johnson)

Il pianista boccia l'accordo post-Brexit sui tour senza visto: 'Rischiamo di perdere la prossima generazione di musicisti', ha dichiarato.

libera-circolazione-musicisti-elton-vs-boris-johnson
Sir Elton (Keystone)

È critico Elton John nei confronti del governo di Boris Johnson sull'annosa questione della libera circolazione dei musicisti nell'Europa post-Brexit. Il cantante inglese ha fortemente ridimensionato in un tweet l'annuncio del Dcms, il dipartimento incaricato di media, cultura e sport, secondo cui è stato negoziato un accordo con 19 Paesi membri dell'Ue (fra cui l'Italia) per consentire a musicisti e artisti britannici di condurre brevi tour senza visto.

“Dopo essere stato informato dell'ultimo annuncio fatto dal Dcms, il mio entusiasmo si è subito trasformato in delusione per aver realizzato che si trattava di un rimaneggiamento di ciò che già sapevamo”, ha affermato Sir Elton. E ha preteso dall'esecutivo Tory “molta più chiarezza su esattamente quali progressi sono stati fatti”. Il suo parere viene condiviso dalle associazioni di settore secondo cui l'annuncio non introduce nulla di nuovo e “siamo ancora ben lontani dalla possibilità di muoversi senza visto”.

Il rischio, ribadito da Elton John, è che si perda la prossima generazione di talenti, incapaci di compiere tour a livello europeo. Il cantante da mesi guida, con altri musicisti, la campagna lanciata a seguito della Brexit per permettere piena libertà di movimento agli artisti tra il Regno e l'Unione.

Leggi anche:

‘Won’t get fooled again’, la musica contro Boris Johnson

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
La recensione
6 ore
Alla fine, per salvarci non c’è altro che l’immaginazione
Parte della trilogia dedicata all’amore, la performance di Treppenwitz ‘Amor fugge restando’ è andata in scena nel fine settimana nell’ambito del Fit
La recensione
10 ore
Osi al Lac, un memorabile Prokof’ev
La sala ha potuto godere di un bel programma dedicato al grande compositore. Eccezionale interpretazione di Marc Bouchkov
Settimane Musicali
18 ore
Lo Schubert ‘ecologico’ di Jordi Savall
Con la sua orchestra naturale, martedì 4 ottobre in San Francesco a Locarno (l’intervista)
Spettacoli
1 gior
Morto il regista Dragone, suoi gli show del Cirque du Soleil
Origini italiane, naturalizzato belga, avrebbe compiuto 70 anni il 12 dicembre. E tra i leader mondiali di eventi e spettacoli teatrali.
Arte
1 gior
Louise Nevelson ‘painted it black’
Al Museo comunale d’arte moderna di Ascona un’antologica sull’iconica artista statunitense da domani all’8 gennaio ’23. Ma si inaugura oggi alle 17.
Culture
2 gior
Osi: il dopo Weidmann, per ora, è con Widmer e Flury
Direzione affidata all’attuale vicedirettore Samuel Flury e al membro della direzione Barbara Widmer, nell’attesa del bando per la nuova figura
Ticino7
2 gior
‘Di tutto un pop’ con Sergio Mancinelli
Le sue storie di musica da domani su Ticino7, ogni primo sabato del mese, a parole e in voce (l’intervista)
Culture
3 gior
Come sta la Terra? Chiedilo a Marco Paolini
L’attore/attivista è stato ospite di ‘Emergenza Terra’, la prima conferenza di un ciclo che, kantianamente, si tiene a Mendrisio
Video
Musica
3 gior
‘Only The Strong Survive’, a novembre il nuovo Springsteen
Il 21esimo album del Boss è un tributo al soul. Fino ad allora, il singolo ‘Do I Love You (Indeed I do)’
Scienze
3 gior
Uccelli: una specie su otto rischia l’estinzione
In Svizzera la situazione è particolarmente critica, una proporzione circa tre volte più elevata (il 40% delle 205 specie ne fa parte)
© Regiopress, All rights reserved