laRegione
Ti-Press
Spettacoli
11.07.19 - 11:220

Luglio col live che ti voglio, gli open air in Ticino

Da Ramazzotti a Elisa, dalle scoperte del Roam Festival all’usato sicuro Raf-Tozzi, da Jamiroquai al rock duro di Leo Leoni & Co. Ce n’è per tutti, pure la trap

Dopo la prima abbuffata, fra giugno e inizio luglio, in Ticino ci si può preparare a una nuova infilata di concerti che puntelleranno l’estate da qui a fine agosto. Di seguito una sommaria carrellata, per limitarsi agli appuntamenti principali registrati dalla redazione.

Di Magic Blues, al via domani, riferiamo sopra. Intanto da stasera in Piazza Grande a Locarno sarà di scena Moon and Stars, senza dimenticare i concerti gratuiti sulla “piazza piccola”. Per l’apertura ecco due live un tantino laccati: Bastian Baker ed Eros Ramazzotti. Quanto a musica italiana il programma di quest’anno non ci pare proprio raffinato, ma tant’è, i prossimi giorni seguiranno Sfera Ebbasta e Il Volo. Dal mondo, invece, fra gli altri Emeli Sandé, Christina Aguilera, Liam Gallagher e Jamiroquai.

Nella seconda metà di luglio, fra Piazza del Sole e Castelgrande, Bellinzona torna a proporsi anche come capitale dal vivo. Il 18 luglio i Beatles Days si apriranno al Bar Viale con Mary & The Quants, per poi presentare in piazza le due serate principali: venerdì 19 la Magical Mistery Orchestra (i Fab Four celeberrimi e quelli ignoti con quintetto pop, quartetto d’archi, sezione di fiati e attore) e sabato 20 il duo di ex rivali formato da Shapiro e Vandelli con, appunto, il Love & Peace Tour: la storia della Equipe 84 e quella dei Rokes, il repertorio solistico, un’immersione nel migliore beat all’italiana.

Dopo il festival a tema, quello aperto a un po’ di tutto. Castle On Air presenta quattro serate, dal 25 al 28 luglio, con sul palco in successione: un pezzo da novanta del cantautorato moderno come Vinicio Capossela; una delle migliori interpreti del recente pop-rock all’italiana, Elisa; un fenomeno contemporaneo come i Måneskin; infine due intramontabili della musica leggera molto anni 80, Raf e Umberto Tozzi.

Tutt’altra musica a Lugano per il Roam Festival, tre serate fra sperimentazioni e scena indipendente dal 25 al 27 luglio. Per il primo live, dal Regno Unito, sbarcherà l’elettronica dei Metronomy, il giorno dopo il fascino delle sonorità (spesso da cinema o serie tv) di Apparat, infine il rock inglese dei White Lies. Ad Agno da venerdì 26 è Open Air: da segnalare il 27 la serata con Vomitors e Vad Vuc e il 31 luglio l’hard rock dei Coreleoni di Leo Leoni. A partire da fine luglio, a Locarno, da non dimenticare le arene all’aperto della Rotonda e del Garden al Castello Visconteo: da un lato la selezione musicale di Rete Tre (fra i tanti i Sud Sound System il 10 agosto), dall’altro quella del collettivo Turba volta a individuare alcuni fra gli interpreti più significativi della scena indipendente odierna.

Potrebbe interessarti anche
Tags
luglio
piazza
air
scena
open air
serate
rock
festival
musica
ticino
TOP NEWS Culture
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile