laRegione
due-brividi-e-a-tutti-un-bel-ciao-ciao-sanremo-le-pagelle
Mahmood e Blanco (Keystone)
Sogno o son Festival
02.02.22 - 05:25
Aggiornamento: 03.02.22 - 10:33

Due ‘Brividi’ e a tutti un bel ‘Ciao ciao’ (Sanremo, le pagelle)

Achille col ciclostile, Morandi col cuore e Ranieri al largo (ma che canzone). È l’anno di Mahmood e Blanco, e pure quello della Rappresentante di Lista

Ieri, in ordine di apparizione, le abbiamo ascoltate così:

Achille Lauro, ‘Domenica – ★✩✩✩✩– A Brescia dicono ‘l’è ac chèla’ (è la stessa). Lauro si autocita come nemmeno Zucchero con Joe Cocker e con l’Harlem Gospel Choir ridotto a macchietta, andava bene pure il playback. Se di martedì l’Achille si battezza, forse giovedì si darà l’eucaristia; sabato, l’ascesa al cielo. Giudizio: voglio una canzone così, piena di ‘Rolls Royce’

Yuman, ‘Ora e qui – ★★★✩✩ – Strofa pinkfloydiana per corde vocali di ferro. È il momento fighetto della scaletta, per un brano che tanto starebbe bene in bocca a quell’elegantone di Tony Hadley. Giudizio: Yesman

Noemi, ‘Ti amo non lo so dire – ★★✩✩✩ – Noemi canta bene anche le istruzioni del tostapane, eppure c’è qualcosa che non quadra. "Su misura per Nek. Lei con la canzone non c’entra nulla” (grazie Laura). Giudizio: Noemi non c’è, è andata via

Gianni Morandi, ‘Apri tutte le porte – ★★★★✩ – Scrive Jovanotti: “A forza di credere che il male passerà / Sto passando io e lui resta”. È l’incipit che dà vita alla Motown, a Tom Jones, allo yé-yé, a ‘Stasera mi butto’ e tutti i favolosi anni Sessanta coi tamburi da ombelico del mondo. La gara ai riferimenti è aperta in questo pregevole inno di liberazione dall’inerzia al quale mancano solo citazioni da ‘Sei forte papà’. Dirige il maestro Mousse T., canta La Storia d’Italia. Giudizio: l’ombelico del Gianni

La Rappresentante di Lista, ‘Ciao Ciao – ★★★★✩ – “La fine del mondo è una giostra perfetta / Mi scoppia nel cuore la voglia di festa”. Se in ‘Don’t Look Up’, mentre il meteorite sta colpendo la terra, l’ultimo desiderio di Brie Evantee (Cate Blanchett) è defecare sull’umanità, Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina vivono l’Apocalisse con allegria e rivalutando la parola ‘culo’, da sempre oscurata dagli asterischi (c***). Giudizio: voglio morire con voi

Michele Bravi, ‘Inverno dei fiori – ★★✩✩✩ – “Se fossimo dei suoni, sarebbero canzoni / E se fossimo stagioni, verrebbe l’inverno” è un chiaro omaggio al poeta Brunello Robertetti (“Se fossi foco, bruciare / Se fossi acqua, bagnare / Se fossi saponetta, strofinare / Se fossi acqua, un’altra volta, sciacquare”). Guzzanti a parte, il bel testo di un Mogol (Alfredo Rapetti, il figlio, in arte Cheope) e la bella interpretazione meritavano un trattamento musicale migliore. Giudizio: Michele comunque bravo

Massimo Ranieri, ‘Lettera di là del mare – ★★★✩✩ – Scrive il Fabio Ilacqua di ‘Occidentali’s Karma’ e ‘Amen’ con Gabbani. Un valzerone sull’America dall’altra parte, una qualsiasi America di salvezza e futuro, tra gli Avion Travel e la lirica, tra canzone napoletana e world music. La voce non regge e l’artista pare, a un certo punto, affogare. La sala stampa lo assolve per troppa grandezza. Giudizio: neapolitani’s karma

Mahmood e Blanco, ‘Brividi – ★★★★✩ – Dall’alto del suo ‘Ghettolimpo’, Mahmood ha scritto una cosa tanto bella da farci dimenticare ‘Tu mi fai impazzire’, l’estate cacofonica del giovane Blanco. I bookmakers li danno favoriti e d’altra parte, se si parla di ‘Soldi’… Giudizio: ovvio, da brividi.

Ana Mena, ‘Duecentomila ore – ★✩✩✩✩ – “Quando la notte arriva / M’ama non m’ama un fiore / America Latina / Un Cuba libre amore”. Col mood tipico della festa della luganighetta e un testo da Lamborghini (Elettra), sono duecentomila ore ma anche tre minuti sono troppi. Voto: 4 mena

Rkomi, ‘Insuperabile – ★★✩✩✩ – Andavo a cento (centoventi) all’ora per trovar la bimba mia, che ha le lentiggini. La chitarra è tamarra, il resto non abbastanza. Giudizio: ciunga ciunga ciù

Dargen D’Amico, ‘Dove si balla – ★★★✩✩ – "Mi piace la musica dance” e si sente, “che brutta fine le mascherine” ed è vero. Per quel certo fastidio da positività rasenta Lo Stato Sociale di ‘Una vita in vacanza’, ma alla fine si capisce che D’Amico è realmente, disperatamente sincero. Giudizio: portami a ballare

Giusy Ferreri, ‘Miele – ★★★✩✩ – Elegantissima, col nulla cosmico del testo funzionale al ritmo, è la meglio Ferreri dai tempi di… (adesso, così su due piedi, non ci viene il titolo). Sentimentalmente reggae, pare un singolo di Zaz. Giudizio: could you be loved

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Locarno 75
4 ore
Gitanjali Rao narratrice dei piccoli sogni di tutti i giorni
La regista indiana è stata insignita del Locarno Kids Award per essere ‘una delle voci inconfondibili e originali del cinema indiano’ e non solo
Culture
6 ore
Morta Olivia Newton-John, star di Grease
Malata da tempo, è deceduta all’età di 73 anni
Cinema
7 ore
Non solo Bond (o Federer): ‘Il cinema in Ticino? Un mondo ampio’
Al ‘Locarno Pitching Day’ 2022 presentati sei progetti in fase di sviluppo. Castelli (Film Commission): Festival vetrina spettacolare, ma c’è tanto altro
L'intervista
7 ore
Tre uomini nel ‘Delta’
Sotto il tendone della Campari con il regista, Michele Vannucci, e con Luigi Lo Cascio e Alessandro Borghi
Locarno 75
15 ore
‘Paradise Highway’ irrisolto, non convince ‘Delta’
Nel film con Juliette Binoche, imbarazzante e malinconico Morgan Freeman; tanti i temi narrativi irrisolti. Sorprende ‘Medusa Deluxe’
L’intervista
17 ore
Juliette Binoche, attrice e camionista
Da Kieślowski a Kiarostami, lampi di vita e carriera fino a ‘Paradise Highway’ di Anna Gutto
Spettacoli
17 ore
Morto l’attore Roger E. Mosley, indimenticabile TC di Magnum P.I.
Aveva 83 anni ed è rimasto vittima di un incidente d’auto. Suo il ruolo di Theodore ‘TC’ Calvin accanto a Tom Selleck
Locarno 75
19 ore
Jason Blum, come spaventarsi tanto spendendo poco
La sua Blumhouse è la casa produttrice di horror per eccellenza, cose come ‘Paranormal Activity’, 15mila dollari investiti, 200 milioni guadagnati
Locarno 75
1 gior
Cineasti del presente, voglia di raccontare e sperimentare
Di ‘How’s Katia’ s’è detto; interessante ma incompleto ‘Petrol’; piace (al netto di qualche moralismo) ‘Petites’
Castellinaria
1 gior
Castellinaria compie 35 anni e avrà una nuova casa di proiezione
Dall’Espocentro bellinzonese, il Festival del cinema giovani si svolgerà (19-26 novembre) al Mercato coperto di Giubiasco
© Regiopress, All rights reserved