laRegione
Filosofia
11.10.22 - 21:04

È morto Bruno Latour, ‘filosofo della scienza’

Considerato uno dei più grandi intellettuali francesi contemporanei, si è spento a Parigi all’età di 75 anni

Ansa, a cura di Red.Cultura
e-morto-bruno-latour-filosofo-della-scienza
1947-2022

Nel gennaio 2020, il Magazine Littéraire lo incluse nell’elenco dei dieci pensatori più influenti al mondo. La morte, nei giorni scorsi a Parigi, all’età di 75 anni, del filosofo e sociologo Bruno Latour, considerato uno dei più grandi intellettuali francesi contemporanei, ha lasciato un grande vuoto nel mondo culturale.

"La notizia della scomparsa di Latour – paventata da diverso tempo, a causa di un brutto male – ci blocca di fronte allo scaffale che schiera i suoi libri, ci costringe a trattenerci nel suo sito personale dove raccoglieva i suoi scritti. Parecchi, i libri; tantissimi, e di svariato argomento, gli scritti. – scrive su Doppio zero il semiologo e saggista italiano Gianfranco Marrone - Ripercorriamo con tristezza le sue sperimentazioni concettuali, la lucidità che esprimono, le argomentazioni controcorrente, l’immancabile ironia. Difficile eludere la cattiva domanda egoista: e adesso? Chi ci aiuterà nella critica del presente? Nel pensare il domani? Nel capire l’andazzo? In tempo di pandemie, perdita del senso, entropia informativa, smarrimento generalizzato, occorre gente come lui, intellettuale inattuale nel doppio senso del termine, perché d’altri tempi e di nessun tempo: studioso, sociologo, semiologo, filosofo, ma soprattutto analista inflessibile della nostra attuale condizione socio-culturale, dei nessi tanto micidiali quanto furbetti fra scienza e politica nella nostra cosiddetta modernità".

Insignito del Premio Holberg (2013) e del Premio Kyoto (2021) per l‘insieme della sua opera, Latour è stato una delle massime figure del pensiero ecologico. Il filosofo della scienza, sociologo e antropologo ha scritto (da solo o in collaborazione) opere come ‘La fabbrica del diritto. Etnografia del Consiglio di Stato’, ‘Vita di laboratorio’, ‘Non siamo mai stati moderni’, ‘I microbi: guerra e pace’ e l’ultimo ’Dove sono?’, realizzato nel pieno della crisi di Covid. Nato il 22 giugno 1947 a Beaune, da una famiglia di commercianti di vino della Borgogna, Latour ha studiato filosofia e si è poi formato come antropologo in Costa d’Avorio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Scienze
1 ora
Giove fa il record di lune: altre 12 scoperte, ora sono 92
Il grande pianeta strappa il primato a Saturno che ne ha 83. I nuovi satelliti hanno un diametro compreso fra 1 e 3 chilometri
Culture
4 ore
A Bologna come a Pompei, anzi meglio
Una grande mostra al Museo di archeologia dedicata alla pittura romana, dalla ‘più grande pinacoteca dell’antichità al mondo’
Società
6 ore
Diabolik, Eva Kant compie 60 anni
L’esordio dell’affascinante compagna del protagonista nel terzo numero del fumetto nel ’53. La Zecca italiana emetterà una moneta da collezione
Microcosmi/Microcinema
7 ore
Cinelario. Esserci, è la parola.
A Menaggio, la sala animata da ‘cineD’AUTORE’ è un valore per una comunità piuttosto povera di iniziative culturali, uno spazio per creare relazioni
La recensione
9 ore
Accorsi e Finzi Pasca, gioie e dolori del calcio
Sala Teatro piena, giovedì sera al Lac, per la prima luganese di ‘Azul’
Culture
13 ore
La tensione verso l’infinito del testardo Anton Bruckner
A colloquio col Maestro Francesco Angelico, che dirigerà l’Ottava sinfonia del compositore austriaco con l’Orchestra sinfonica del Conservatorio di Lugano
Scienze
1 gior
La Terra ha un suo sosia. Si chiama Wolf 1069 b
Il pianeta, scoperto grazie al progetto Carmenes (attivo dal 2016) dista 31 anni luce dal nostro e verosimilmente potrebbe essere abitabile
Culture
1 gior
Addio a Paco Rabanne
Lo stilista spagnolo è morto all’età di 88 anni a Portsall, in Francia. Era ribelle e provocatorio.
Musica
1 gior
‘On&On’ di Iris Moné, la tristezza può diventare oro
La cantautrice ticinese, che vive a San Diego, è tornata in Ticino per stare vicino alla madre. Dagli ultimi giorni insieme a lei è nata una canzone
Spettacoli
1 gior
‘Figli di E.’, un dono e un vuoto grandi come solo l’amore
Domenica a ‘Storie’ il percorso di Marta e Tazio dopo la tragica scomparsa del papà Erminio Ferrari, in un toccante documentario di Fabrizio Albertini
© Regiopress, All rights reserved