laRegione
22.09.22 - 14:01
Aggiornamento: 15:46

Bellinzona è pronta a ‘Sconfinare’ (il Festival)

In programma dal 30 settembre al 2 ottobre nella tensostruttura trasparente di Piazza del Sole

bellinzona-e-pronta-a-sconfinare-il-festival
In Piazza del Sole

È consuetudine. Sarà la tensostruttura trasparente di Piazza del Sole a Bellinzona a ospitare la terza edizione di Sconfinare Festival, manifestazione culturale firmata Città di Bellinzona, prevista dal 30 settembre al 2 ottobre col suo programma variegato e interdisciplinare che spingerà il pubblico a confrontarsi con il sottile confine che separa cultura umanistica e cultura scientifica. Lo ‘sconfinamento’ avverrà grazie ai numerosi ospiti, alle proiezioni cinematografiche, ai laboratori per ragazzi, a performance e concerti. Il totale di tredici eventi si divide tra i format divenuti componente essenziale del festival e una serie di proposte inedite.

Torna ‘Oltre il muro’, la serie di conferenze che vedrà cinque personalità di spicco della scena culturale contemporanea sul palco di Piazza del Sole: sabato primo ottobre sono attesi Melania Mazzucco, scrittrice italiana tradotta in 28 Paesi, Telmo Pievani, celebre filosofo della scienza, autore del recente ‘La natura è più grande di noi’ (Solferino, settembre 2022) e, ancora, Michela Marzano, Simona Argentieri e Giorgio Vallortigara. Nel corso della giornata, il Book shop di Sconfinare Festival ospiterà per la prima volta un evento tutto dedicato alla narrativa di casa nostra: sei scrittrici e scrittori della Svizzera italiana presenteranno le loro opere attraverso la prospettiva degli ‘sconfinamenti spaziotemporali’. In serata, la performance Cellule in musica: frutto della collaborazione fra tre ricercatori dell’Irb di Bellinzona e i giovanissimi theXcellos, l’evento accompagnerà il pubblico alla scoperta delle possibili interazioni fra due universi apparentemente opposti, musica e biomedicina.

A corollario di quanto sopra, venerdì 30 settembre è in programma la conferenza di Silvano Tagliagambe dedicata al complesso mondo del metaverso; in serata si proietta ‘Il senso della bellezza’, film-documentario di Valerio Jalongo (presente in piazza per dialogare con il pubblico) girato al Cern di Ginevra. Domenica 2 ottobre, spazio alla sezione Sconfinareyoung, dedicata quest’anno al rapporto fra scienza e immagini, con un incontro con la scrittrice e fumettista Alice Milani e una proiezione di cortometraggi animati sul tema. La domenica si chiuderà con il Premio Giorgio Orelli, per la prima volta all’interno di ‘Sconfinare’. Durante la cerimonia di consegna, la giuria – composta da Fabio Pusterla, Massimo Gezzi e Pietro De Marchi – conferirà il premio in memoria del poeta bellinzonese alla scrittrice e traduttrice Donata Berra, per la sua particolare opera poetica. A seguire, la premiata omaggerà il pubblico con delle letture selezionate per l’occasione (www.sconfinarefestival.ch).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Culture
7 ore
Come sta la Terra? Chiedilo a Marco Paolini
L’attore/attivista è stato ospite di ‘Emergenza Terra’, la prima conferenza di un ciclo che, kantianamente, si tiene a Mendrisio
Video
Musica
10 ore
‘Only The Strong Survive’, a novembre il nuovo Springsteen
Il 21esimo album del Boss è un tributo al soul. Fino ad allora, il singolo ‘Do I Love You (Indeed I do)’
Scienze
18 ore
Uccelli: una specie su otto rischia l’estinzione
In Svizzera la situazione è particolarmente critica, una proporzione circa tre volte più elevata (il 40% delle 205 specie ne fa parte)
Spettacoli
20 ore
Il rapper americano Coolio trovato senza vita nel bagno
Aveva 59 anni. Era diventato famoso con il singolo ‘Gangsta’s Paradise’ del 1995. È morto a Los Angeles
Culture
20 ore
Con Daniele Dell’Agnola cercando ‘L’orecchio in fuga’
Mentre ‘La luna nel baule’ è attesa a teatro, esce il suo il primo libro illustrato: il prossimo 30 settembre, l’incontro alla Cantina di Muzzano
Spettacoli
1 gior
Anahì Traversi racconta ‘Amor fugge restando’
Il nuovo capitolo del Collettivo Treppenwitz debutta venerdì 30 settembre al Lac, con l’attrice che diventa autrice e regista
La recensione
1 gior
Wagner, Ligeti e Beethoven tra passato e presente
Alle Settimane musicali, ascoltando la Budapest Festival Orchestra diretta da Ivan Fischer, con finale insolito e commovente
L’intervista
1 gior
Michele Mariotti al Lac, una ‘prima’ per tre
La Prima di Brahms, il primo concerto per violino di Prokof’ev e l’esordio della stagione Osi al Lac, tutto nelle mani del direttore d’orchestra italiano
Spettacoli
1 gior
È morto Bruno Arena de I Fichi d’India
Aveva 65 anni. Nel 2013 era stato colpito da un aneurisma cerebrale
Netflix
1 gior
Wanna Marchi non è pentita, d’accordo?
Su Netflix c’è ‘Wanna’, storia della regina delle televendite in quattro puntate (dedicata a quelli che ‘una volta era meglio’)
© Regiopress, All rights reserved