laRegione
08.01.22 - 16:53
Aggiornamento: 09.01.22 - 10:02

Iran: morto in carcere lo scrittore dissidente Baktash Abtin

Il 48enne era stato condannato per reati contro la sicurezza. Reporter senza frontiere: ‘Baktash malato di Covid e privato dell’assistenza necessaria’

Ats, a cura de laRegione
iran-morto-in-carcere-lo-scrittore-dissidente-baktash-abtin
Twitter

Lo scrittore, poeta e regista dissidente iraniano Baktash Abtin è morto di Covid in carcere nel suo Paese, dov’era stato condannato per reati contro la sicurezza.

Lo annuncia l’Associazione degli scrittori iraniani, aggiungendo che nei giorni scorsi, dopo essersi ammalato, Abtin era stato posto in stato di coma indotto. L’ong Reporter senza frontiere (Rsf) ha confermato la notizia e ha condannato il regime iraniano per non aver salvato la sua vita.

Abtin “era stato ingiustamente condannato a sei anni di prigione ed era detenuto in ospedale, malato di Covid e privato dell’assistenza necessaria”, scrive Rsf su Twitter, allegando una foto che lo ritrae in uniforme a righe da carcerato incatenato per una caviglia a un letto d’ospedale.

Hadi Ghaemi, direttore esecutivo del Centro per i Diritti umani in Iran (Chri), con base a New York, scrive che “Baktash Abtin è morto perché il governo iraniano voleva mettergli la museruola in carcere” e chiede che il capo della giustizia iraniano, Gholam-Hossein Mohseni-Ejeie, sia ritenuto responsabile.

Diverse associazioni per i diritti umani e ong denunciano la frequenza delle morti per Covid nelle carceri iraniane. Amnesty International ritiene l’Iran colpevole inoltre di almeno 72 decessi come conseguenza di torture e altri abusi.

Abtin, 48 anni, che era anche un regista di documentari, fu arrestato nel 2019 con altri due colleghi membri dell’Associazione degli scrittori iraniani (Iwa) - non riconosciuta da Teheran e attiva a favore della libertà di espressione - Reza Khandan Mahabadi e Kayvan Bajancon, accusati di “assembramento e associazione contro la sicurezza nazionale”, “propaganda contro il sistema” e “Pubblicazioni illegali” , e fu rinchiuso nel carcere di Evin, a Teheran, nel 2020. Nel settembre 2021 fu insignito del premio Pen/Barbey Freedom to Write (libertà di scrivere) concesso dall’associazione Pen America.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Società
3 ore
A New York la palma di città più cara al mondo
La Grande Mela soffia il primato (durato un anno) a Tel Aviv, che scivola sul terzo gradino del podio, preceduta anche da Singapore
Società
6 ore
A come... abbronzatissimi. Anzi no: lo dice Tik Tok
Allarme per incidenza record di cancro alla pelle in Australia, e il social network censura sfide e video... roventi
Microcosmi/Microcinema
12 ore
Il cinema, la Valle, la Finlandia
Storie di architettura al Cine-Teatro Blenio, dove s’incontrano Giampiero Cima, Alvar Aalto e Aki Kaurismaki
Spettacoli
14 ore
Per i Guns N’ Roses solo rose, niente pistole
La popolare band fa causa a un negozio di armi online reo, a suo dire, di averne plagiato il nome
Culture
1 gior
Addio a Vittorio Barino
Regista di teatro e di televisione, legato tanto al dialetto quanto alla lingua italiana, è morto all’età di 87 anni. Il ricordo di Flavio Sala
Spettacoli
1 gior
Lugano applaude Umberto Tozzi, una canzone è per sempre
Tutte le strade portano sempre a ‘Gloria’, alla quale il ‘Gloria Forever Tour’ è dedicato: canti di gruppo e, alla fine, Palacongressi in piedi
Scienze
1 gior
Ecco cosa causa le eruzioni esplosive di Etna e Stromboli
I due vulcani, generalmente di tipo effusivo, a volte manifestano eventi esplosivi a causa di nanocristalli che rendono il magma denso e causano bolle
Spettacoli
1 gior
Un premio ‘negativo’ per l’emiro del Qatar
Il festival dell’umorismo di Arosa ha assegnato il ‘Pupazzo di neve dell’anno 2022’ a Tamim bin Hamad Al Thani per il suo disprezzo per i diritti umani
Spettacoli
1 gior
È morto Brad William Henke, star di ‘Orange Is the New Black’
L’attore è morto nel sonno a 56 anni per cause ancora non rese note. Suo il ruolo dell’agente Piscatella nella serie Netflix e quello di Bram in ‘Lost’
Spettacoli
1 gior
La battaglia di Arbedo tra donne e Cabaret
Mercoledì al Sociale PonteatriAmo rivisita lo scontro di 600 anni fa tra milanesi e confederati, sul copione inconfondibile di Renato Agostinetti
© Regiopress, All rights reserved