laRegione
21.06.22 - 14:33
Aggiornamento: 18:09

Permessi, niente audit dalla Gestione

La commissione non affiderà a un esterno il controllo sui processi di riconoscimento e rinnovo. Dadò: ‘Non c’è la maggioranza politica’

permessi-niente-audit-dalla-gestione
(Ti-Press)

Niente audit sulle procedure di riconoscimento e rinnovo dei permessi di soggiorno. È questa la decisione maturata oggi in seno alla Commissione Gestione e Finanze. «Non c’era più la maggioranza politica necessaria a portare avanti questa opzione», specifica il presidente della commissione Fiorenzo Dadò (Ppd), che però aggiunge: «Ora starà alla Gestione convocare le associazioni economiche e i sindacati, che avevano sollevato il problema, per capire se è rientrato». Nel caso in cui si dovessero rendere necessarie ulteriori approfondimenti, precisa Dadò, «questi saranno condotti direttamente dalla Commissione».

In precedenza si era valutata l’opportunità di affidarsi a un esperto, eventualmente da fuori cantone, per capire se la condotta del Dipartimento delle istituzioni in materia di permessi fosse caratterizzata da scorrettezze e abusi, paventati in precedenza sia da diverse inchieste giornalistiche – in particolare quella di ‘Falò’ per Rsi – sia dalle associazioni di categoria del mondo economico.

La marcia indietro in Gestione segue quella in Commissione Giustizia e Diritti, alla quale era giunta, assieme al messaggio governativo, la mozione di Matteo Quadranti, poi ritirata, dal titolo ‘Non si mobbizzi con i permessi di domicilio e di dimora’. La decisione del liberale radicale, un giorno prima della presentazione del rapporto sul tema già redatto da Cristina Maderni (Plr) ed Enea Petrini (Lega), era stata così motivata: «Ho preso atto che c’è stato un cambio di rotta da parte del Dipartimento istituzioni».

Il riferimento è al cambio di prassi comunicato lo scorso settembre dal Dipartimento delle istituzioni, dopo numerosi ricorsi accolti dal Tribunale federale. Le corti hanno ridimensionato in particolare la possibilità di condizionare il rilascio o il rinnovo di un permesso alla verifica del ‘centro di interessi’. Oggi le revoche sono pertanto drasticamente diminuite.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Locarnese
14 ore
La Rega decolla nei consensi e nella simpatia
Ben 14’000 visitatrici e visitatori hanno approfittato dell’opportunità di gettare uno sguardo dietro le quinte della base e dell’hangar
Luganese
16 ore
Inaugurato il nuovo Consorzio depurazione acque della Magliasina
Entrato in servizio a Purasca nel 1987 è stato oggetto di ampliamento e ottimizzazione generale fra il 2018 e il 2022
Luganese
19 ore
Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa
Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
22 ore
Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia
A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
1 gior
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
1 gior
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
1 gior
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
1 gior
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
1 gior
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
1 gior
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
© Regiopress, All rights reserved