laRegione
02.06.21 - 13:17

Nasce all'Eoc il Centro Malattie Rare della Svizzera Italiana

Il Centro, certificato a livello nazionale, opererà nelle sedi Eoc di Lugano e Bellinzona e si prefigge una diagnosi corretta nel minor tempo possibile

nasce-all-eoc-il-centro-malattie-rare-della-svizzera-italiana
(Ti-Press)

L'Ente ospedaliero Cantonale (eic) e l’Associazione Malattie Genetiche Rare Svizzera Italiana (MGR) annunciano la creazione del nuovo Centro per le Malattie Rare per i pazienti della Svizzera italiana, appena riconosciuto a livello nazionale dalla KOSEK come uno dei nove centri certificati Svizzeri. Il Centro è sostenuto anche dal Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) e si inserisce nella strategia nazionale sulle malattie rare avviata dalla Confederazione.

Il Centro Malattie Rare della Svizzera Italiana (CMRSI), indirizzato a pazienti sia adulti sia pediatrici, è ubicato nelle sedi Eoc di Lugano a Bellinzona e "assicura una presa in carico sanitaria e sociale attraverso l’indirizzamento e il coordinamento dei pazienti con sospetto di malattia rara la cui diagnosi è ancora sconosciuta", si legge nel comunicato, e "funge anche da collegamento tra specialisti e medici del territorio". 

La stima dei dati nazionali parla di circa 500'000 persone in Svizzera, il 7% della popolazione, affette da una malattia rara, di cui circa 25'000 in Ticino. "Purtroppo, il percorso per ottenere una diagnosi è spesso lungo e difficoltoso", constata l'Ente ospedaliero. Confermare, o escludere definitivamente la presenza di una di queste patologie è ciò che si prefigge il neocostituito Centro Malattie Rare della Svizzera Italiana, che opera "tramite un approccio multidisciplinare e una presa in carico centralizzata e coordinata delle cure dei pazienti con sospetto di malattia rara".

"L’obiettivo è quello di stabilire una diagnosi corretta nel più breve tempo possibile e quindi di favorire la messa in atto dell’approccio terapeutico adeguato e un’immediata presa in carico sociale, migliorando, in questo modo, la prognosi e la qualità di vita dei pazienti colpiti da malattia rara", si legge nella nota stampa. 

La possibilità di disporre nella Svizzera italiana di una struttura per la presa in carico dei pazienti con sospetto di malattia rara permetterà ai medici curanti e agli specialisti di contare su un centro di riferimento per la presa in carico rapida ed efficace di questi pazienti.
Non da ultimo, oltre alla presa in carico clinica, i pazienti con una malattia rara necessitano di ascolto e assistenza sociale: aspetti legati alla vita quotidiana (aspetti assicurativi, scuola e lavoro, mezzi finanziari, aiuti domestici, ecc.) possono essere affrontati nel Centro grazie alla collaborazione e all’esperienza degli assistenti sociali della Associazione Malattie Genetiche Rare Svizzera Italiana.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
35 min
In carcere in Ticino per spaccio dopo l’estradizione dall’Italia
Sul 36enne residente in Italia pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dalla Magistratura ticinese
Bellinzonese
1 ora
Gottardo Arena, approvato il principio dei posteggi a pagamento
Luce verde alla convenzione tra Comune e Hcap. Slitta però a lunedì il voto sul messaggio per permettere di applicare la tassa in occasione delle partite
Grigioni
2 ore
Quasi 300’000 franchi ai media del Grigioni italiano
Il Gran Consiglio retico intende rispondere alla difficile situazione in cui si trovano i mezzi di comunicazione
Locarnese
2 ore
Bosco Gurin riparte dopo due stagioni difficili
Nel fine settimana, grazie alle copiose nevicate, impianti aperti. Dimenticata la pandemia e l’inverno 2021/22 dalle temperature estive, c’è grande attesa
Ticino
2 ore
Furti e brutte sorprese natalizie, anche quest’anno c’è Prevena
La Polizia cantonale lancia l’operazione di sensibilizzazione contro borseggi e rapine in casa nel periodo natalizio, con uno sguardo alle truffe online
Locarnese
3 ore
Anziana investita sulle strisce pedonali a Solduno, è grave
L’incidente questa mattina a Solduno in via Vallemaggia: vittima un’89enne della regione investita da una 52enne che circolava verso la Vallemaggia
Locarnese
3 ore
Hildebrand, il dottor Paolo Rossi nominato co-primario
Lo ha nominato il Consiglio di Fondazione della Clinica riabilitativa brissaghese.Affianca il dottor Ruggieri, che nel 2024 raggiungerà il pensionamento
Grigioni
3 ore
Monticelli rinuncia alla sfida, Giudicetti sindaco di Lostallo
Il miglior eletto nell’elezione del Municipio non si è messo a disposizione per la carica, che resta quindi all’uscente in sella dal 1993
Bellinzonese
4 ore
Anche a Campra si scia: piste aperte da giovedì 8
Gli appassionati dello sci di fondo potranno utilizzare 15 chilometri di percorsi blu e rossi
Bellinzonese
4 ore
Restaurato l’orologio della chiesa parrocchiale di Biasca
I lavori si sono conclusi recentemente e sono costati circa 16mila franchi. Una cifra che è stata completamente coperta grazie alle offerte pervenute
© Regiopress, All rights reserved