laRegione
nasce-all-eoc-il-centro-malattie-rare-della-svizzera-italiana
(Ti-Press)
02.06.21 - 13:17

Nasce all'Eoc il Centro Malattie Rare della Svizzera Italiana

Il Centro, certificato a livello nazionale, opererà nelle sedi Eoc di Lugano e Bellinzona e si prefigge una diagnosi corretta nel minor tempo possibile

L'Ente ospedaliero Cantonale (eic) e l’Associazione Malattie Genetiche Rare Svizzera Italiana (MGR) annunciano la creazione del nuovo Centro per le Malattie Rare per i pazienti della Svizzera italiana, appena riconosciuto a livello nazionale dalla KOSEK come uno dei nove centri certificati Svizzeri. Il Centro è sostenuto anche dal Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) e si inserisce nella strategia nazionale sulle malattie rare avviata dalla Confederazione.

Il Centro Malattie Rare della Svizzera Italiana (CMRSI), indirizzato a pazienti sia adulti sia pediatrici, è ubicato nelle sedi Eoc di Lugano a Bellinzona e "assicura una presa in carico sanitaria e sociale attraverso l’indirizzamento e il coordinamento dei pazienti con sospetto di malattia rara la cui diagnosi è ancora sconosciuta", si legge nel comunicato, e "funge anche da collegamento tra specialisti e medici del territorio". 

La stima dei dati nazionali parla di circa 500'000 persone in Svizzera, il 7% della popolazione, affette da una malattia rara, di cui circa 25'000 in Ticino. "Purtroppo, il percorso per ottenere una diagnosi è spesso lungo e difficoltoso", constata l'Ente ospedaliero. Confermare, o escludere definitivamente la presenza di una di queste patologie è ciò che si prefigge il neocostituito Centro Malattie Rare della Svizzera Italiana, che opera "tramite un approccio multidisciplinare e una presa in carico centralizzata e coordinata delle cure dei pazienti con sospetto di malattia rara".

"L’obiettivo è quello di stabilire una diagnosi corretta nel più breve tempo possibile e quindi di favorire la messa in atto dell’approccio terapeutico adeguato e un’immediata presa in carico sociale, migliorando, in questo modo, la prognosi e la qualità di vita dei pazienti colpiti da malattia rara", si legge nella nota stampa. 

La possibilità di disporre nella Svizzera italiana di una struttura per la presa in carico dei pazienti con sospetto di malattia rara permetterà ai medici curanti e agli specialisti di contare su un centro di riferimento per la presa in carico rapida ed efficace di questi pazienti.
Non da ultimo, oltre alla presa in carico clinica, i pazienti con una malattia rara necessitano di ascolto e assistenza sociale: aspetti legati alla vita quotidiana (aspetti assicurativi, scuola e lavoro, mezzi finanziari, aiuti domestici, ecc.) possono essere affrontati nel Centro grazie alla collaborazione e all’esperienza degli assistenti sociali della Associazione Malattie Genetiche Rare Svizzera Italiana.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
associazione malattie rare centro malattie rare eoc
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
1 ora
Se Cenerentola avesse avuto a disposizione un’app
Passa da una ‘prova’ virtuale, per permetterne l’acquisto perfetto, l’applicazione ideata per Bally, noto brand di lusso svizzero
Mendrisiotto
1 ora
‘In futuro Chiasso saprà far valere le sue potenzialità’
Quattro chiacchiere con Francesca Cola Colombo, dallo scorso mese di maggio responsabile marketing della cittadina di confine
Ticino
11 ore
Pattugliamento congiunto a Como e Cernobbio
Nei giorni scorsi servizio ‘misto’ Carabinieri italiani e Polizia cantonale. L’iniziativa rientra nell’accordo fra i due Paesi
Ticino
12 ore
Crisi idrica, in Lombardia giro di rubinetto
Emergenza siccità, il presidente della Regione Attilio Fontana firma decreto per un uso parsimonioso dell’acqua
Bellinzonese
12 ore
Riviera, parcheggi selvaggi e come combatterli
Il Comune in estate è preso d‘assalto dai canyonisti, talvolta poco rispettosi dell’ordine pubblico. Tarussio: ‘Individuate delle zone di sosta’
Ticino
14 ore
Ticinesi morti sul Susten: Norman Gobbi si unisce al cordoglio
Le due vittime erano membri dell’Associazione ticinese truppe motorizzate (Attm). Marco Bignasca, ex ufficiale auto: fra le società d’arma più attive
Luganese
14 ore
Pianta cade vicino al parco giochi di Melide, cause non chiare
Non si esclude che l’albero possa essere stato attaccato dal coleottero giapponese
Bellinzonese
18 ore
Bellinzona, auto in fiamme sull’A2 in direzione nord
Sul tratto di autostrada si sono formati un paio di chilometri di coda
Luganese
20 ore
Lombardi: ‘Non mi aspetto molto dal vertice sull’Ucraina’
L’incontro sarà a Lugano il 4 e 5 luglio. L’ex consigliere agli Stati si chiede se abbia senso parlare di ricostruzione quando la guerra è ancora in corso
Mendrisiotto
1 gior
Chiasso, ‘la natura di Festate non è in discussione’
Il vicesindaco e capodicastero Cultura Davide Dosi si esprime in merito ai malumori emersi dopo la trentesima edizione dell’evento
© Regiopress, All rights reserved