laRegione
mountain-bike-sul-san-giorgio-stan-e-pro-natura-pedalano-contro
Ti-Press
Dal 2003 patrimonio Unesco
25.05.22 - 17:11
Aggiornamento: 17:59

Mountain bike sul San Giorgio? Stan e Pro Natura pedalano contro

Le due associazioni hanno deciso di ricorrere contro l’autorizzazione municipale alla trasformazione di 36 km di sentieri in piste per Mtb

Percorsi per la Mtb sul Monte San Giorgio? Pro Natura Ticino e la Stan – Società ticinese per l’arte e la natura – non ci stanno. E hanno appunto deciso di ricorrere contro l’autorizzazione dei municipi di Mendrisio, Riva San Vitale e Brusino Arsizio di trasformare 36 chilometri di sentieri escursionistici sul San Giorgio in piste per mountain bike. L’azione non fa che rafforzare una posizione critica che aveva visto le due Associazioni già opporsi alla domanda di costruzione.

Le associazioni chiedono ora al Consiglio di Stato di annullare la decisione perché viola numerose disposizioni di legge che tutelano il Monte San Giorgio e la sua fruizione tranquilla e rispettosa da parte degli escursionisti.

Secondo l’istante del progetto, l’Organizzazione turistica regionale Mendrisiotto e Basso Ceresio, le nuove piste sono concepite per attirare un numero importante di nuovi utenti di Mtb e riposizionare così l’offerta turistica del San Giorgio su scala regionale, nazionale e internazionale. Con domanda del marzo 2021 essi hanno in realtà chiesto percorsi Mtb ancora più lunghi: 43 chilometri in tutto, quasi integralmente all’interno del paesaggio protetto d’importanza nazionale del San Giorgio.

Le autorità hanno però ritenuto che due percorsi circolari di 6,75 chilometri di lunghezza fossero talmente dannosi per la natura e il paesaggio, tanto da doverli escludere dall’autorizzazione. Restano così i 36 chilometri autorizzati.

No a una promozione degradante

Secondo le due associazioni, questa politica di promozione banalizza l’unicità del Monte San Giorgio, un patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco per i suoi fossili, facendola diventare una rumorosa e affollata palestra all’aperto come ne sono sorte negli ultimi anni un po’ ovunque.

Già il dossier di candidatura del San Giorgio all’Unesco aveva ammonito che andranno prese misure contro l’affollamento, legato alla notorietà che il monte avrebbe acquisito con il prestigioso riconoscimento.

In un paesaggio di simile valore naturalistico e culturale un’utilizzazione di questo genere dev’essere pianificata, come ha peraltro previsto il Consiglio di Stato con la revisione della legge sui sentieri pedestri e i percorsi escursionistici messa in consultazione l’ottobre scorso, e non autorizzata ovunque, fin nei paesaggi più preziosi.

La promozione unilaterale delle Mtb è invece sottratta alla pianificazione del territorio e quindi anche alla volontà della
popolazione locale.

Leggi anche:

In mountain bike sul San Giorgio. Ma l’idea non piace a tutti

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
monte san giorgio mountain bike pro natura stan
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
2 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
4 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
4 ore
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
5 ore
Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino
La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
5 ore
Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese
Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
Luganese
6 ore
Montagnola, auto urta un muretto e si ribalta: un ferito
Le condizioni del guidatore non dovrebbero destare particolari preoccupazioni
Bellinzonese
8 ore
‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’
È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Locarnese
11 ore
Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali
Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
Luganese
12 ore
Approvvigionamento energetico, Ail stoccano gas in Italia
Il Ticino è dipendente dalla disponibilità del Paese limitrofo, unica rete alla quale è collegato, a continuare a lasciar transitare gas verso la Svizzera
Locarnese
14 ore
Gordola, il percorso alternativo per le bici non si trova
Il Municipio risponde all’interpellanza che chiedeva un tracciato più sicuro in collina, in direzione diga della Verzasca. Proposta che non convince
© Regiopress, All rights reserved