laRegione
25.05.22 - 17:11
Aggiornamento: 17:59

Mountain bike sul San Giorgio? Stan e Pro Natura pedalano contro

Le due associazioni hanno deciso di ricorrere contro l’autorizzazione municipale alla trasformazione di 36 km di sentieri in piste per Mtb

mountain-bike-sul-san-giorgio-stan-e-pro-natura-pedalano-contro
Ti-Press
Dal 2003 patrimonio Unesco

Percorsi per la Mtb sul Monte San Giorgio? Pro Natura Ticino e la Stan – Società ticinese per l’arte e la natura – non ci stanno. E hanno appunto deciso di ricorrere contro l’autorizzazione dei municipi di Mendrisio, Riva San Vitale e Brusino Arsizio di trasformare 36 chilometri di sentieri escursionistici sul San Giorgio in piste per mountain bike. L’azione non fa che rafforzare una posizione critica che aveva visto le due Associazioni già opporsi alla domanda di costruzione.

Le associazioni chiedono ora al Consiglio di Stato di annullare la decisione perché viola numerose disposizioni di legge che tutelano il Monte San Giorgio e la sua fruizione tranquilla e rispettosa da parte degli escursionisti.

Secondo l’istante del progetto, l’Organizzazione turistica regionale Mendrisiotto e Basso Ceresio, le nuove piste sono concepite per attirare un numero importante di nuovi utenti di Mtb e riposizionare così l’offerta turistica del San Giorgio su scala regionale, nazionale e internazionale. Con domanda del marzo 2021 essi hanno in realtà chiesto percorsi Mtb ancora più lunghi: 43 chilometri in tutto, quasi integralmente all’interno del paesaggio protetto d’importanza nazionale del San Giorgio.

Le autorità hanno però ritenuto che due percorsi circolari di 6,75 chilometri di lunghezza fossero talmente dannosi per la natura e il paesaggio, tanto da doverli escludere dall’autorizzazione. Restano così i 36 chilometri autorizzati.

No a una promozione degradante

Secondo le due associazioni, questa politica di promozione banalizza l’unicità del Monte San Giorgio, un patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco per i suoi fossili, facendola diventare una rumorosa e affollata palestra all’aperto come ne sono sorte negli ultimi anni un po’ ovunque.

Già il dossier di candidatura del San Giorgio all’Unesco aveva ammonito che andranno prese misure contro l’affollamento, legato alla notorietà che il monte avrebbe acquisito con il prestigioso riconoscimento.

In un paesaggio di simile valore naturalistico e culturale un’utilizzazione di questo genere dev’essere pianificata, come ha peraltro previsto il Consiglio di Stato con la revisione della legge sui sentieri pedestri e i percorsi escursionistici messa in consultazione l’ottobre scorso, e non autorizzata ovunque, fin nei paesaggi più preziosi.

La promozione unilaterale delle Mtb è invece sottratta alla pianificazione del territorio e quindi anche alla volontà della
popolazione locale.

Leggi anche:

In mountain bike sul San Giorgio. Ma l’idea non piace a tutti

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
44 min
Il Cantone ricorre a Instagram per favorire il voto dei giovani
La campagna ‘Io faccio la mia parte’ si rivolge soprattutto alle fasce di elettori dai 18 ai 30 anni con un nuovo canale social e un sito rinnovato
Ticino
3 ore
Via la mascherina obbligatoria nelle strutture sociosanitarie
Le direttive del medico cantonale si trasformano in raccomandazioni. Stop anche ai dati settimanali su contagi, ospedalizzazioni e decessi legati al Covid
Locarnese
4 ore
Ascona-Locarno nella top 20 delle mete turistiche
A livello europeo le due località sul Verbano si contenderanno l’ambito riconoscimento attribuito da ‘EuropeanBestDestinations’ per il 2023
Bellinzonese
4 ore
Decolla quest’anno la Via Francisca del Lucomagno
Pronto il tratto ticinese del percorso storico fra Costanza e Pavia: in primavera la posa della segnaletica fino a Ponte Tresa
Mendrisiotto
4 ore
Dopo lo strappo di Cerutti, ‘nel Plr non faremo gli struzzi’
La mossa del municipale spiazza i vertici del partito a vari livelli. Speziali: ‘Deve essere un punto di ripartenza’
Luganese
6 ore
Convento Salita dei Frati: spazi formativi firmati Mario Botta
Scaduta ieri la pubblicazione della domanda di costruzione per il restauro e l’edificazione di nuove aree (interrate) nel prezioso comparto seicentesco
Ticino
7 ore
Ragazze e scienza, ‘per scelte formative libere da pregiudizi’
Una serata gratuita promossa dal Cantone per contribuire ad abbattere gli ancora numerosi stereotipi di genere nel mondo scientifico e tecnico
Ticino
9 ore
Energia, il governo ai comuni: ‘La situazione è ancora tesa’
Il quadro attuale è ‘rassicurante’, ma il Consiglio di Stato invita sindaci e municipali a mantenere i provvedimenti che permettono di abbassare i consumi
Gallery
Bellinzonese
9 ore
Da cent’anni punto d’aggregazione di Faido: l’Osteria Marisa
Inizialmente screditata poiché ragazza madre, l’attività di Luigina Bellecini ha continuato a prosperare grazie alle future generazioni tutte al femminile
Locarno
17 ore
Affittacamere, nei Comuni la verifica è diventata una ‘gimcana’
La Città risponde ad Angelini Piva e cofirmatari sull’introduzione della nuova procedura per gli alloggi ad uso turistico messi sulle piattaforme online
© Regiopress, All rights reserved