laRegione
13.12.21 - 22:31

Chiasso, ‘sarà importante attrarre nuove aziende’

Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il preventivo 2022 che stima un disavanzo di 512mila franchi

chiasso-sara-importante-attrarre-nuove-aziende

Il preventivo 2022 stima un disavanzo di 512mila franchi. «La situazione finanziaria globale ci ha portato a chiedere la conferma del moltiplicatore al 90 per centro. È elevato, ma ci permette di offrire un prodotto sottoforma di servizi buoni, decorosi e sostenibili». Così il sindaco di Chiasso Bruno Arrigoni ha risposto agli interventi dei capigruppo che hanno accompagnato la discussione sui conti, poi approvati all’unanimità. «Non è assolutamente vero che siamo un Municipio che pensa solo alla gestione corrente», ha aggiunto il sindaco presentando «una carrellata» dei progetti in corso. «Non è semplice fare previsioni su costi e soprattutto entrate. Dobbiamo prestare attenzione ai costi, sebbene non in modo maniacale – ha aggiunto il sindaco –. Il nostro compito è cercare di migliorare le entrate dove possiamo: sarà importante attrarre nuove aziende e ci sono progetti privati che speriamo possano portare soddisfazioni». Tra questi c’è la ex Trecor, che ha appena ricevuto la licenza edilizia e i cui lavori inizieranno a febbraio.

Tra sfide e incognite

Il capogruppo Plr Luca Bacciarini ha sollecitato «un’attenzione particolare e lungimirante nella gestione delle spese da un lato e allo sviluppo delle nostre potenzialità dall’altro». Serve la «ricerca di una chiara strategia di cosa dovrà essere la Chiasso del domani». Cittadini e imprese «si aspettano progetti concreti e ragionevoli: progetti a lungo termine come la galleria sotto il Penz si possono anche accarezzare, ma senza dimenticarsi di mantenere i piedi per terra. Il Municipio dovrebbe fare da guida e dettare una strategia per salvaguardare la situazione finanziaria sapendo anche dire di no». Stefano Tonini (Lega) ha sottolineato che «il nostro voto favorevole non è un regalo né un favore al Municipio: ci attendiamo che la situazione torni alla normalità e che i numeri possano realmente dare adito a una nuova discussione sulla politica finanziaria». In considerazione della situazione finanziaria «magari uno sforzo maggiore al fine di diminuire il fabbisogno poteva esserci». Al Municipio viene chiesto di «implementare in modo significativo la sua strategia di risparmio, monitorando e intervenendo su misure di risparmio e o sorpassi di spesa». Per Denise Maranesi (Us-I Verdi), «Chiasso deve prepararsi a nuove sfide ma anche tante incognite. La ripresa degli investimenti è senza dubbio positiva ma non possiamo abbassare la guardia e costruire la Chiasso del futuro, quando dovremo ragionare su vari aspetti come il moltiplicatore». Secondo Amedeo Mapelli (Ppd) «il fil rouge del prossimo periodo sarà l’incognita, legata a molteplici ambiti tra cui finanze, andamento del fabbisogno, debito pubblico entrate fiscali, rapporti istituzionali e il progetto delle aggregazioni. Un percorso, oggi a uno stadio embrionale, che vedo irto di ostacoli: ci sono molti commensali seduti allo stesso tavolo, ma molti ospiti non resteranno fino al dessert».

Chiasso non vuole i Tir

Chiasso, così come gli altri Comuni del Distretto, non vuole i Tir incolonnati sull’autostrada. Otto Stephani (Us-I Verdi) ha chiesto al Cc di prendere posizione – richiesta poi ritirata dopo che alcuni membri del legislativo hanno affermato di voler approfondire la documentazione – dopo le parole della Consigliera federale Simonetta Sommaruga.Il capodicastero pianificazione Davide Lurati ha spiegato che, nel corso di un recente incontro con Ustra, «Chiasso ha ufficializzato la sua contrarietà contro questo progetto» e che «la cosa più sensata da fare è andare dal dipartimento del Territorio a chiedere cosa fanno per il Mendrisiotto».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
38 min
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
45 min
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
1 ora
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
1 ora
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
1 ora
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
1 ora
Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’
I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Luganese
6 ore
Usura e migranti: quattro arresti tra il Luganese e Zurigo
Sono sospettati di far parte di un sodalizio internazionale dedito da tempo al trasporto di clandestini provenienti dall’Italia e diretti nel Nord Europa
Locarnese
7 ore
Pedofilo tra Ticino e Thailandia, chiesti 9 anni di carcere
Un 77enne del Sopraceneri è accusato di ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere per fatti compiuti tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
8 ore
Alessandra Genini nuova direttrice di Comundo a Bellinzona
È la principale organizzazione non governativa svizzera di cooperazione allo sviluppo tramite l’interscambio di persone
Mendrisiotto
8 ore
‘Le fermate Ffs di Mendrisio sono di serie B?’
Il Centro lo chiede al Municipio con un’interpellanza dopo che da mesi gli ascensori della stazione di San Martino sono fuori uso
© Regiopress, All rights reserved