laRegione
21.10.21 - 14:52
Aggiornamento: 15:45

Per Mendrisio la corsia per i Tir non è necessaria

La Città ribadisce la sua contrarietà e chiede all’Ustra di sospendere anche la prassi già in uso da anni nel tratto finale dell’A2

per-mendrisio-la-corsia-per-i-tir-non-e-necessaria
Ti-Press
Non si vogliono più le file di camion sull’autostrada

Dal Mendrisiotto sale sempre più forte la voce contraria anche solo all’idea che lungo l’A2, fra l’area di servizio di Coldrerio e il viadotto di Bisio, in direzione sud, si possa realizzare una corsia dedicata ai camion in attesa di essere sdoganati a Brogeda. Dopo aver firmato con Balerna e Novazzano una lettera più che critica all’indirizzo dell’Ufficio federale delle strade (Ustra), il Municipio di Mendrisio ha messo nero su bianco la sua posizione anche nella risposta agli interrogativi sollevati dal Plr. L’esecutivo non si dice contrario a una messa in sicurezza della corsia, che sarà lunga 1’800 metri, verrà separata dalla carreggiata da una barriera e potrà fare posto a una sessantina di Tir, da stoccare – secondo le indicazioni di Ustra – una quarantina di giorni l’anno a partire dal 2028. Il punto è un altro: è la proposta di creare una sosta regolare per i veicoli pesanti a essere “inaccettabile”. Ad alimentare i timori della Città è proprio la prospettiva della regolarità, che “aggraverà i livelli già critici d’inquinamento del Mendrisiotto, una delle regioni più inquinate e trafficate della Svizzera”, sottolinea ancora l’autorità locale.

Allargando lo sguardo, agli occhi di Mendrisio non è possibile non considerare altri due aspetti. Il primo fa leva sul piano di telematizzazione per le pratiche doganali, che darà modo di snellire i tempi di attesa e che l’Amministrazione federale delle dogane completerà entro il 2025 (quindi prima della messa in funzione della corsia ad hoc). Il secondo, come richiama il Municipio stesso, evoca la futura Area multiservizi e centro di controllo per i camion a Giornico per il traffico proveniente dal Gottardo a cui si aggiungerà la struttura di Roveredo per il San Bernardino. Insieme, osserva l’esecutivo, “dovrebbero essere sufficienti in futuro a stazionare i veicoli pesanti in transito verso l’Italia durante le fasi di grande afflusso”. Come dire che la soluzione immaginata nel Basso Mendrisiotto “non sarà necessaria”.

La Città non può che rilanciare, dunque, la richiesta rivolta all’Ustra di “rivalutare” i contenuti del progetto, domandando altresì di “sospendere definitivamente lo stazionamento attuale sulla corsia di emergenza non appena verrà aperta l’area di Giornico”. Infrastruttura che si prevede di aprire dalla fine del 2022, risultato di una operazione da circa 250 milioni di franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
13 ore
Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre
Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
13 ore
Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale
Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
Bellinzonese
15 ore
La casa Aranda di Giubiasco festeggia un’ultracentenaria
Erminia Addor di Cadenazzo mercoledì 7 dicembre ha superato la bella età di 102 anni attorniata dai familiari
Locarnese
16 ore
Centovalli, riaperta la strada
Dopo lo smottamento di martedì sera, i lavori di sgombero sono stati eseguiti e la tratta fra Camedo e il bivio di Palagnedra è di nuovo percorribile
Mendrisiotto
16 ore
Chiasso, per riaprire la piscina è urgente investire
La richiesta di credito ammonta a 582mila franchi e sarà votata il 19 dicembre. Verrà chiesto aiuto ai comuni convenzionati
Ticino
16 ore
In Ticino 1’483 nuovi contagi Covid e cinque decessi
I posti letto occupati da pazienti con Coronavirus sono 141, per un +23% rispetto alla scorsa settimana. Sei i pazienti che si trovano in cure intense
Luganese
1 gior
Viganello, restano grigie le facciate di Casa Alta
Trovato il compromesso, che prevede la rinuncia al tinteggio blu, dopo l’incontro tra Cantone, Città e presidente dell’assemblea dei proprietari
Grigioni
1 gior
A San Bernardino (e non solo) mercato immobiliare congelato
Dopo tre intensi anni di compravendite, oggi la forte domanda non trova più offerta. Vigne dell’Ente turistico: ‘Qui come nel resto del Moesano’
Bellinzonese
1 gior
Pedone investito sulle strisce a Bellinzona. Ferite serie
L’uomo è stato travolto da un’auto su un passaggio pedonale di viale Portone. Chiuso un tratto di strada
Mendrisiotto
1 gior
Intercity, un treno chiamato desiderio. Oggi esaudito
Il via libera della Camera alta alle fermate nel Distretto fa gioire i sindaci di Chiasso e Mendrisio. Che rinviano il confronto sulle stazioni
© Regiopress, All rights reserved