laRegione
faceva-la-staffetta-per-il-fratello-condannato
Ti-Press
Mendrisiotto
04.08.20 - 15:430
Aggiornamento : 18:01

Faceva la 'staffetta' per il fratello, condannato

L'uomo fungeva da 'apripista' per passare il confine con la cocaina. 'Beccato' mentre faceva visita al fratello (detenuto per un maxisequestro da 19 chili)

Quello avvenuto l'aprile dello scorso anno al valico di San Pietro di Stabio era stato, a tutti gli effetti, un sequestro record: 19 chilogrammi (17 netti) di cocaina, celati in un ricettacolo creato ad hoc all'interno di un'auto. In manette erano finiti un 33enne e una 22enne di origine albanese. Questa mattina, davanti alla Corte delle assise criminali di Mendrisio presieduta dal giudice Amos Pagnamenta, è comparso il fratello dell'allora 33enne. La sua colpa? Essersi prestato, proprio al fratello, almeno in tre occasioni quale 'staffettista'. Stando a quanto ricostruito dall'inchiesta condotta dalla procuratrice pubblica Marisa Alfier, infatti, il 27enne alla sbarra – residente a Varese e difeso dall'avvocato d'ufficio Luca Loser – entrava in 'perlustrazione' al valico scelto dal fratello per importare la droga. Verificata la presenza (o meno) delle Guardie di confine, all'imputato spettava il compito di contattare il fratello e indicare dove, eventualmente, ci fosse stato il controllo delle forze dell'ordine. Tre, come detto, le volte che l'uomo ha fatto da staffetta, avendo così contribuito all'importazione di una quantità di cocaina variabile dai 3 ai 6 chilogrammi. Questi i motivi che hanno portato alla condanna per complicità in infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti. L'imputato, in carcere dal 2 maggio 2019, si è così visto infliggere la pena di 22 mesi di detenzione sospesi per un periodo di prova di due anni (da dedursi il carcere sofferto) e all'espulsione dal territorio elvetico per 5 anni. «L'ho fatto per fare un favore a mio fratello» ha ripetuto più volte in aula l'imputato. Dichiarazione che il giudice Pagnamenta ha ritenuto credibile: «Dal profilo soggettivo la sua colpa è lieve (media dal profilo oggettivo, avendo fatto da staffetta, ndr). Ha agito per fare un favore al fratello – ha ripetuto leggendo motivando la sentenza –, senza neppure conseguire un guadagno».

In manette dopo una visita in carcere

Chi, per contro, a giudizio non è ancora comparso è il fratello del 27enne. Uomo che, al momento, si trova in carcere. Ed è proprio dalla prigione che si è giunti, lo scorso anno, al fermo dell'imputato in aula questa mattina. Pochi giorni dopo il maxisequestro di cocaina, il 27enne si è recato in carcere per fare visito al fratello e portargli alcuni vestiti puliti. Un'occasione imperdibile per il Ministero pubblico il quale, dalle prime risultanze dell'inchiesta, aveva individuato la possibile staffetta di alcuni passaggi in dogana. Dopo la visita in carcere, al momento di lasciare il territorio elvetico, l'uomo è così stato preso in consegna. E, oggi, condannato.

TOP NEWS Cantone
Ticino
5 ore
'Serve più trasparenza' sui premi di cassa malati
Abbiamo discusso dell'aumento in Ticino dei premi con l'esperto Carlo De Pietro (Supsi): 'Non abbiamo a disposizione i dati necessari per valutare'
Mendrisiotto
6 ore
Autolinea Mendrisiense, la ripresa non è ancora completa
Il dopo lockdown dà comunque indicazioni positive. Oltre a potenziamenti serali e nel fine settimana, il cambio orario porterà nuove assunzioni
Luganese
6 ore
Elezioni comunali 2021: in forse l'esistenza di 'Morcote Viva'
Il municipale già Plr, poi confluito nella formazione civica, Massimo Suter, sceglie l'indipendenza e riflette su una possibile non ricandidatura. Così il sindaco Nicola Brivio.
Ticino
7 ore
Procuratori pubblici, indennizzi per chi non è rieletto
Cosa succederebbe se i magistrati bocciati dal Consiglio della magistratura non venissero rieletti? Le 'buonuscite' sono importanti
Luganese
8 ore
Pink Panther arrestati a Pregassona sul banco degli imputati
Chieste a Zurigo pene fra i 5,5 e i 7 anni a carico dei tre dei quattro presunti membri della banda arrestati dalla Polizia cantonale
Ticino
9 ore
Dal Gran Consiglio sì a pieni voti al pacchetto scolastico
Dopo la riforma fiscale e le misure per la socialità arriva il si anche ai 19 milioni per la diminuzione degli allievi per classe alle medie e altre modifiche
Bellinzona
10 ore
Paglia: 'Non ritengo di dovermi dimettere'
Il municipale di Bellinzona risponde alle critiche dopo i risultati degli audit sui superamenti di spesa in tre cantieri comunali
Locarnese
10 ore
Losone, quarantena e dietrofront: ‘Le famiglie hanno capito’
Alle Medie, dove per una questione di tempistica è rientrato il ‘caso’ legato a una positività, il direttore ha fatto informazione
gallery
Luganese
10 ore
Camion cisterna perde gasolio su via Cantonale a Magliaso
Il liquido inquinante si è riversato in parte sul campo stradale provocando grossi disagi alla circolazione.
Locarnese
11 ore
Sonogno, vandalismi al Verzasca Foto: ‘Inciviltà senza confini’
Alcune fotografie del bernese Spring sono state divelte e deturpate da ignoti. Una mancanza di rispetto per il lavoro fatto con ‘cuore, spirito e fatica’
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile