laRegione
30.12.21 - 15:38

Ex Macello, mani in faccia e spray al pepe nel video di un fermo

Un video riprende le tensioni di ieri sera fra la polizia e i giovani del Csoa. E c’è chi usa lo spray al pepe anche sul giovane che riprende la scena

ex-macello-mani-in-faccia-e-spray-al-pepe-nel-video-di-un-fermo

Spuntano sui social i video dell’intervento di ieri della polizia in seguito alla rioccupazione dell’ex Macello da parte degli autogestiti del Csoa Il Molino. Pubblichiamo oggi la versione estesa del filmato già diffuso ieri riguardo il fermo di una ragazza nei pressi delle Lambertenghi, adiacenti all’ex Macello, che riprende i momenti precedenti e quelli successivi. Evidenti nel video le proteste dei presenti nei confronti della polizia e le veementi richieste di far rialzare da terra la ragazza fermata, con la tensione che si alza: alcuni degli agenti cercano di mantenere la calma limitandosi a chiedere ai giovani di restare a distanza. Ma il filmato mostra anche uno dei poliziotti in assetto antisommossa perdere le staffe e urlare e spintonare con violenza un ragazzo mettendogli le mani in faccia, un altro agente picchiare il manganello sulle sbarre in modo intimidatorio, e un agente, su richiesta del collega (“vai di spray!”) spruzzare lo spray al pepe su altri ragazzi e sull’obiettivo del giovane che stava filmando tutto. Sul finire, mentre uno dei poliziotti al megafono intima minaccia di usare ancora “mezzi coercitivi” se i giovani non si ritireranno dal luogo “entro dieci minuti”, un poliziotto cerca il dialogo con le persone che stavano riprendendo la scena.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
51 min
Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa
Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
4 ore
Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia
A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
7 ore
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
7 ore
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
15 ore
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
16 ore
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
16 ore
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
17 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
17 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
18 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
© Regiopress, All rights reserved