laRegione
14.12.21 - 17:42
Aggiornamento: 18:59

AlpTransit a sud di Lugano, ‘non perdiamo il treno’

Una mozione vuole che il Municipio si attivi per mettere pressione a Confederazione e Cantone. ‘Il completamento della linea va velocizzato’

alptransit-a-sud-di-lugano-non-perdiamo-il-treno
Archivio Ti-Press
L’alta velocità passerà il ponte diga?

“Il progetto di AlpTransit deve esser considerato di carattere continentale: se interrotto non riuscirebbe ad assolvere interamente agli scopi per i quali è stato votato”. Inizia così una mozione interpartitica presentata al Municipio di Lugano. A inviare il testo sono stati Andrea Nava (primo firmatario, Plr), Céline Antonini (Plr), Luca Cattaneo (Plr), Tessa Prati (Ps-Pc), Andrea Censi (Lega) e Angelo Bernasconi (Ppd-Pvl). I firmatari chiedono che “l’esecutivo venga incaricato di preparare una risoluzione intesa a invitare il Consiglio federale e il Cantone a completare AlpTransit a sud di Lugano”. Secondo i consiglieri comunali, infatti, non è accettabile aspettare ancora a lungo prima di veder ultimato un importante progetto che è già completo in diverse sue fasi: “Sono state messe in esercizio le gallerie di base del San Gottardo, nel 2016, e quella del Monte Ceneri, nel 2020. Purtroppo, la Confederazione, dopo queste importanti realizzazioni, prevede di completare AlpTransit solo dopo la metà di questo secolo mentre, in Ticino, mancano ancora le tratte da Biasca a Camorino e da Lugano a Chiasso”.

‘I tempi sono cambiati’

Sul tema la Città si era già espressa con tre risoluzioni (nel 1999, 2003, 2011). Secondo i firmatari, però, un nuovo intervento del Municipio si rende necessario per tutta una serie di motivi. Tra questi: “Il mancato raggiungimento di un massimo di 650’000 veicoli pesanti che transitano annualmente tra le Alpi (sono 1 milione)”, l’ampliamento di diversi porti in Liguria “che in assenza di collegamenti ferroviari proseguirebbero sulle autostrade” e i nuovi Piani di mobilità sostenibile finanziati dal Recovery Plan europeo. In quest’ultimo caso viene fatto notare come “a est della Svizzera la priorità europea va all’asse verticale via Brennero, mentre a ovest si spinge la Torino-Lione. La Svizzera, senza il completamento di AlpTransit, sembra destinata a essere aggirata, specialmente dall’alta velocità nel traffico viaggiatori”. Nel testo si fa riferimento anche alle due votazioni inerenti a questo tema sulle quali il popolo svizzero si è dovuto esprimere. “La Svizzera nel 1992 ha votato il progetto AlpTransit, con le gallerie di base del San Gottardo e del Lötschberg, allo scopo di trasferire da frontiera a frontiera il traffico merci in transito sul suolo elvetico dalla strada alla ferrovia. Il concetto è stato poi ribadito, nel 1994, con l’accettazione dell’Iniziativa delle Alpi”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
17 min
Il Cantone ricorre a Instagram per favorire il voto dei giovani
La campagna ‘Io faccio la mia parte’ si rivolge soprattutto alle fasce di elettori dai 18 ai 30 anni con un nuovo canale social e un sito rinnovato
Ticino
3 ore
Via la mascherina obbligatoria nelle strutture sociosanitarie
Le direttive del medico cantonale si trasformano in raccomandazioni. Stop anche ai dati settimanali su contagi, ospedalizzazioni e decessi legati al Covid
Locarnese
3 ore
Ascona-Locarno nella top 20 delle mete turistiche
A livello europeo le due località sul Verbano si contenderanno l’ambito riconoscimento attribuito da ‘EuropeanBestDestinations’ per il 2023
Bellinzonese
4 ore
Decolla quest’anno la Via Francisca del Lucomagno
Pronto il tratto ticinese del percorso storico fra Costanza e Pavia: in primavera la posa della segnaletica fino a Ponte Tresa
Mendrisiotto
4 ore
Dopo lo strappo di Cerutti, ‘nel Plr non faremo gli struzzi’
La mossa del municipale spiazza i vertici del partito a vari livelli. Speziali: ‘Deve essere un punto di ripartenza’
Luganese
6 ore
Convento Salita dei Frati: spazi formativi firmati Mario Botta
Scaduta ieri la pubblicazione della domanda di costruzione per il restauro e l’edificazione di nuove aree (interrate) nel prezioso comparto seicentesco
Ticino
6 ore
Ragazze e scienza, ‘per scelte formative libere da pregiudizi’
Una serata gratuita promossa dal Cantone per contribuire ad abbattere gli ancora numerosi stereotipi di genere nel mondo scientifico e tecnico
Ticino
8 ore
Energia, il governo ai comuni: ‘La situazione è ancora tesa’
Il quadro attuale è ‘rassicurante’, ma il Consiglio di Stato invita sindaci e municipali a mantenere i provvedimenti che permettono di abbassare i consumi
Gallery
Bellinzonese
8 ore
Da cent’anni punto d’aggregazione di Faido: l’Osteria Marisa
Inizialmente screditata poiché ragazza madre, l’attività di Luigina Bellecini ha continuato a prosperare grazie alle future generazioni tutte al femminile
Locarno
16 ore
Affittacamere, nei Comuni la verifica è diventata una ‘gimcana’
La Città risponde ad Angelini Piva e cofirmatari sull’introduzione della nuova procedura per gli alloggi ad uso turistico messi sulle piattaforme online
© Regiopress, All rights reserved