laRegione
31.05.21 - 15:20
Aggiornamento: 18:26

5'010 firme per il referendum contro il Pse

Il Movimento per il Socialismo ha consegnato alla Cancelleria di Lugano le firme contro il progetto del Polo Sportivo e degli Eventi di Lugano

5-010-firme-per-il-referendum-contro-il-pse
(Ti-Press)

Il Movimento per il Socialismo (Mps) ha consegnato oggi pomeriggio alla Cancelleria di Lugano delle 5'010 raccolte firme a sostegno del referendum contro il Polo Sportivo e degli Eventi approvato dal Consiglio Comunale di Lugano a fine marzo. "Si tratta di un risultato estremamente positivo", commenta il partito, che "esprime grande soddisfazione per il raggiungimento di questo traguardo".

Un risultato che, per l'Mps, è ancora più importante in relazione agli ultimi eventi che "testimoniano un atteggiamento delle autorità comunale sempre più autoritario, refrattario alla discussione e al dialogo, sordo alle argomentazioni di chi non condivide il loro punto di vista".

L'Mps rivendica la propria capacità di mobilitazione e di organizzazione, con i militanti a costituire "l’elemento portante di questa campagna di raccolta, attraverso l’organizzazione di decine e decine di bancarelle durante i 60 giorni a disposizione". Rilevante anche, per i promotori del referendum, la partecipazione nella raccolta delle firme di molte persone appartenenti ad altre correnti politiche che hanno raccolto firme e le hanno inviate al comitato costituito per la campagna di raccolta: al riguardo viene sottolineato il sostegno di altre associazioni che si sono espressamente pronunciate a favore del referendum (I Cittadini per il Territorio del Luganese, la STAN (La Società ticinese per l’Arte e la Natura), l’ATA (Associazione Traffico e Ambiente) Sezione della Svizzera italiana).

Per i promotori, le cittadine e i cittadini che hanno espresso il loro sostegno al referendum "hanno, allo stesso tempo, ribadito il fatto di non essere assolutamente contro il rafforzamento delle strutture sportive, ritenuto necessario; ma, allo stesso tempo, hanno espresso tutte le loro preoccupazioni di ordine finanziario (l’aumento delle spese e del moltiplicatori di imposta), pianificatorio (un quartiere completamente stravolto dal progetto), architettonico (la costruzione delle due torri appare veramente indigesta!), ambientale (a cominciare dagli scavi e il trasporto di materiale)". 

L'Mps sottolinea che, a parte il primo tentativo "di disturbo", la campagna di raccolta firme si è realizzata "nella più assoluta tranquillità, con scambi di opinione e discussioni (anche a volte animate) che, tuttavia, sono rimaste nell’ambito della tradizionale pratica politica riscontrabile per altre raccolte referendarie".

L’MPS, con tutte le persone che lo hanno sostenuto e hanno partecipato alla raccolta delle firme, "vuole ora avviare una discussione che permetta di costruire uno schieramento il più ampio possibile con l’obbiettivo di sviluppare una campagna vincente".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery e video
Bellinzonese
1 ora
La denuncia: ‘Abbiamo visto pecore malate e morte di stenti’
Due escursionisti testimoniano lo stato precario in cui hanno ripetutamente trovato un gregge di ovini vicino al Passo di Lucendro
Ticino
1 ora
Finanziamento degli Spitex ticinesi sotto la lente della Comco
La Commissione della concorrenza: ‘Le imprese private potrebbero vedersi limitate nel loro sviluppo, a scapito di un efficiente mercato concorrenziale’
Ticino
10 ore
Cassa pensioni pubblica, ‘più che un pilastro è un grissino’
Oltre 3mila dipendenti dello Stato in piazza a Bellinzona per protestare contro il taglio del 20% alle pensioni, il secondo in 15 anni.
Ticino
10 ore
La varesina Lara Comi ritorna a Bruxelles
Il dopo elezioni in Italia e gli effetti del ciclone Meloni
Ticino
11 ore
Al telescopio per ammirare Luna, Giove e Saturno
Riprendono le osservazioni astronomiche notturne alla Specola solare Ticinese. La prima venerdì 30
Mendrisiotto
11 ore
Un principe poco da favola di un regno di bugie
Chiesti 7 anni di carcere per il sedicente erede del re d’Etiopia, accusato di aver truffato tre imprenditori del Mendrisiotto per quasi 13 milioni
Ticino
12 ore
Il preventivo di oggi, le lacrime e sangue di domani
Il Consiglio di Stato presenta una previsione coerente con gli impegni, ma i partiti sono preoccupati. Le reazioni di Plr, Ps, Centro, Lega, Udc e Verdi
Bellinzonese
12 ore
Cima Piazza Giubiasco, allungare la staccionata ‘non è escluso’
L’incidente capitato a un bambino fa riflettere sulla sicurezza dell’area, anche se nei pressi di una zona a 30 km/h non sono obbligatorie recinzioni
Mendrisiotto
12 ore
Il Basso Mendrisiotto prende tempo per studiare le opportunità
Entro fine ottobre i Comuni interessati dovranno decidere se partecipare o meno a un possibile studio aggregativo
Luganese
13 ore
Il direttore di scuola media fa sapere che vuole collaborare
Dopo l’incontro fra le famiglie e le istituzioni permangono molte domande, e tanta rabbia, dopo l’arresto del 39enne luganese
© Regiopress, All rights reserved