laRegione
Luganese
19.04.21 - 12:44

A Lugano lascia il presidente del Plr Tognola

Dopo la batosta elettorale, col partito che ha perso otto punti percentuali

a-lugano-lascia-il-presidente-del-plr-tognola
Ti-press

"Ieri ho rimesso il mandato e oggi ho dato le dimissioni". Guido Tognola lascia così la presidenza della sezione di Lugano del Partito liberale radicale, una decisione a suo dire inevitabile "di fronte a un risultato del genere: abbiamo perso l'8%, ci sono state 1'400 schede in meno per il nostro partito, bisogna prenderne atto".

Pensa di aver sbagliato qualcosa?  "Di fronte a certi risultati sicuramente devo aver sbagliato qualcosa, anche se in tutta onestà rifarei quello che ho fatto, perché ci credevo".  Si è parlato molto della litigiosità interna al partito, qualcuno le ha affibbiato il marchio del radical chic... "Ho una grande difficoltà nel rispondere, perché in realtà io non ho litigato con nessuno. Un radical-chic? Mi fa sorridere, se chiedere un po' di trasparenza e sostenere certi valori base è da radical-chic allora vabbé... Le dico solo che dal 1994 fino a oggi ho fatto 18 settimane di vacanza per pagare 27 stipendi, non mi sembra il ritratto del radical chic. Quanto alle continue polemiche sulla stampa, penso che abbiamo distolto l'attenzione verso quello che i nostri giovani esponenti stanno portando avanti".

Crede che le 'ingerenze' di alcuni senatori del Plr, le 'sponsorizzazioni' di questo o quel candidato, abbiano per finire nuociuto? "Non starebbe a me dirlo, penso che per la corsa al Municipio abbiamo agito in modo trasparente e la lista a mio avviso era molto interessante, perché doveva catalizzare l'interesse degli elettori, ma evidentemente non ci sono riuscito, anche se abbiamo almeno confermato i due seggi".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
50 min
Le liste per Consiglio di Stato e Gran Consiglio hanno un numero
Sorteggiato l’ordine di apparizione sulla scheda delle prossime elezioni Cantonali del 2 aprile 2023. Domani la pubblicazione delle liste complete
Locarnese
2 ore
Cani liberi all’ex aerodromo di Ascona: le multe non piacciono
Municipio e Polizia replicano: ‘La legge parla chiaro: guinzaglio obbligatorio. Noi interveniamo su segnalazione di cittadini che reclamano’
Mendrisiotto
2 ore
Pozzo Polenta, l’inchiesta amministrativa si allarga
Adesso al tavolo dell’autorità cantonale ci sono entrambe le società petrolifere che hanno gestito la stazione di servizio
Mendrisiotto
5 ore
‘Io oggi sogno un Mendrisiotto unito’
Abbiamo parlato di aggregazione con Giorgio Fonio. E il consigliere comunale di Chiasso e gran consigliere ha una sua visione per il futuro
Gallery
Bellinzonese
5 ore
I terreni abbandonati ora profumano di lavanda
L’associazione Stregaverde ridà vita ai sedimi trascurati piantando fiori e spezie. Coltivata un’area vicino a Sasso Corbaro. Si cercano volontari e fondi
Locarnese
5 ore
Sébastien Peter alla guida dei servizi culturali cittadini
La scelta del Municipio di Locarno è caduta sul 38enne attivo nel campo della promozione culturale a Bienne. Inizierà il suo mandato in primavera
Ticino
5 ore
Unitas, ex membri di comitato: ‘Non sono denunce per ripicca’
Le testimonianze: ‘Siamo bersaglio di ostilità per aver portato alla luce gli abusi. Ci accusano di aver agito perché estromessi. O troppo tardi. È falso’
Luganese
11 ore
Plan B continua a dividere Lugano
Dalla discussione generale in Consiglio comunale, critiche più o meno velate da Ps, Verdi e Centro, mentre Udc, Lega e Plr lodano l’operazione
Bellinzonese
12 ore
Rubano materiale da hockey ad Arbedo: bottino di 300mila franchi
Il furto di pattini, bastoni e macchinari specializzati sarebbe avvenuto, stando alla Rsi, lo scorso fine settimana
Luganese
13 ore
Schlein a Massagno ‘senza padrini né padroni’
La candidata alla segreteria del Pd incontra Marina Carobbio. “Il Pd si può riformare”
© Regiopress, All rights reserved