laRegione
Luganese
27.01.21 - 16:48
Aggiornamento: 17:43

'Astano venga subito aggregato a Tresa'

Andrea Genola inoltra una mozione al gerente del dissestato comune malcantonese

astano-venga-subito-aggregato-a-tresa
Ti-press

Colpito da un dissesto finanziario, col moltiplicatore al 110% - ma era stato portato d'ufficio al 130% - il Comune di Astano è attualmente amministrato da un gerente, Stefano Besomi, nominato dal Cantone. Il quale  sta tentando di ricostituire un Municipio: la ricerca di volontari è contenuta in un volantino distribuito ai 'fuochi' del paese. La mossa non va giù ad Andrea Genola, cittadino astanese già autore di interventi critici nei confronti delle autorità comunali e cantonali. Ora Genola con una mozione urgente al Municipio (in realtà lo stesso gerente) chiede che venga inoltrata una istanza al Consiglio di Stato chiedente una aggregazione urgente col futuro Comune di Tresa. Secondo Genola la ricostituzione di un  Municipio contrasta con quello che ritiene un passo inevitabile e che peraltro era già stata vagliata.

Ci sono, sostiene, almeno tre motivi: "1° L’assemblea Comunale astanese nel 2020 all’unanimità, unico caso in Ticino, ha già manifestato la volontà di un'aggregazione al nuovo Comune Tresa. 2° In presenza di un Municipio viene a cadere la possibilità per Astano d’aggregazione in tempi rapidi al Comune Tresa, facendo recuperare un po’ di gettito fiscale “estorto” dal CdS con l’imposizione del 130%. 3° Il Municipio di Astano non avrebbe nessun potere contrattuale per discutere una qualsiasi aggregazione in modo proficuo nell’interesse di Astano. 4° Un Municipio di volonterosi non all’altezza del compito ci ha già negato l’opportunità a tempo e ora di partecipare all’aggregazione Tresa, con la conseguenza del moltiplicatore più alto della storia ticinese, questa eventualità i cittadini di Astano vorrebbero evitarla. 5° Un’aggregazione “coatta” in tempi brevi è possibile solo in assenza del Municipio con un risparmi non indifferente non solo per gli astanesi ma per tutto il Ticino (segretario comunale non più indispensabile).".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
46 min
Plan B continua a dividere Lugano
Dalla discussione generale in Consiglio comunale, critiche più o meno velate da Ps, Verdi e Centro, mentre Udc, Lega e Plr lodano l’operazione
Bellinzonese
1 ora
Rubano materiale da hockey ad Arbedo: bottino di 300mila franchi
Il furto di pattini, bastoni e macchinari specializzati sarebbe avvenuto, stando alla Rsi, lo scorso fine settimana
Luganese
1 ora
Schlein a Massagno ‘senza padrini né padroni’
La candidata alla segreteria del Pd incontra Marina Carobbio. “Il Pd si può riformare”
Bellinzonese
2 ore
Tutti i vincoli del nuovo ospedale di Bellinzona
I progettisti dovranno confrontarsi con un’importante serie di questioni tecniche, fra sicurezza fluviale, edificabilità e viabilità
Ticino
5 ore
Superamento dei livelli, il Plr boccia la proposta commissionale
In Gran Consiglio arriverà anche il rapporto di minoranza di Polli: da Lega, Ps, Centro e Verdi ‘proposta evidentemente fragile, non ha obiettivi’
Luganese
5 ore
Processo Enderlin, ‘dopo 9 anni di Purgatorio comincia la vita’
L’imprenditore luganese è stato condannato a 13 mesi sospesi. Cade l’accusa delle retrocessioni bancarie
Locarnese
7 ore
Semine e novellame, così il Dipartimento ne orienta la rotta
All’Assemblea della Società di pesca Onsernone-Melezza Christophe Molina ha illustrato gli indirizzi del Dipartimento in materia di gestione ittica
Mendrisiotto
10 ore
Lite fra due persone in corso San Gottardo: c’è un arresto
L’alterco è scoppiato alle prime ore del giorno. In manette è finito un 21enne del Mendrisiotto
Luganese
11 ore
Reati finanziari ‘atipici’, chiesti 12 mesi per Davide Enderlin
Il 51enne imprenditore ed ex consigliere comunale del Plr di Lugano deve rispondere di amministrazione infedele e falsità in documenti
Ticino
11 ore
Nuova condanna per Scimonelli, il mafioso nato a Locarno
L’uomo ‘bancomat’ di Matteo Messina Denaro, in carcere dal 2015, è stato riconosciuto colpevole anche di numerosi attentati incendiari
© Regiopress, All rights reserved