laRegione
17.10.22 - 17:02
Aggiornamento: 17:38

Gambarogno: giù le temperature, ma... meno ghiaccio

Le misure di risparmio energetico proposte dal Municipio, tra luminarie natalizie, patinoire e stabili pubblici. Creata una ‘Cellula di crisi’

gambarogno-giu-le-temperature-ma-meno-ghiaccio
archivio Ti-Press
Per le feste decorazioni meno sfavillanti, ma altrettanto suggestive

La carenza di energia e i possibili problemi di fornitura che ne deriveranno, stanno mobilitando gli enti pubblici locali. Anche il Comune di Gambarogno, come altri in Ticino, ha deciso di agire: "Per superare tranquillamente l’inverno – indica il Municipio in una recente informativa – è importante evitare sin d’ora di sprecare energia preziosa". La Confederazione ha formulato raccomandazioni per ridurre i consumi, e a livello comunale il Municipio intende "attuare delle misure per contribuire in prima linea al risparmio, cercando di dare il buon esempio".

Per prima cosa verrà istituita una "Cellula di crisi", con il compito di "approfondire l’evoluzione della situazione legata alla penuria energetica, le diverse tematiche e i problemi correlati, sottoponendo all’esecutivo possibili misure da attuare e supportandolo nelle relative decisioni".

Per gli stabili pubblici, indica ancora il Municipio, si sta attuando "un piano di riduzione dei consumi negli edifici amministrativi, comprese le scuole, impostando gli impianti di riscaldamento a una temperatura interna di circa 19 gradi. Il personale sarà sensibilizzato a evitare sprechi di energia elettrica. Per le strutture, gli stabili e i locali inutilizzati, o usati saltuariamente, compresi i servizi igienici aperti durante il periodo invernale, il riscaldamento sarà ridotto al minimo necessario".

C’è pure altro: "Rinunceremo a installare l’illuminazione natalizia e quella decorativa di edifici pubblici e storici. Ciò nonostante, per mantenere un minimo di spirito natalizio, saranno mantenute delle ridotte luminarie sulla casa comunale". E ancora: al Centro sportivo a Magadino "l’apertura della pista di ghiaccio sarà ridotta di quattro settimane, limitandola al periodo dal prossimo 3 dicembre al 29 gennaio 2023. L’illuminazione dei campi da calcio sarà utilizzata il minimo indispensabile".

I lampioni restano accesi

Per quanto riguarda i lampioni, il Municipio gambarognese segnala: "Il Cantone ha preavvisato negativamente la possibilità di spegnere l’illuminazione pubblica, nelle fasce orarie dall’una di notte alle cinque del mattino, in quanto vi sono luoghi pubblici, tra cui anche passaggi pedonali, che per motivi di sicurezza e legali devono rimanere illuminati. Nella consultazione portata avanti dalle società distributrici di energia elettrica, la maggior parte dei Comuni ha evidenziato che lo spegnimento dei punti luce causerebbe una percezione di minor sicurezza da parte dell’utenza, a fronte di risparmi energetici comunque modesti".

In conclusione, rivolgendosi alla popolazione: "La situazione che stiamo vivendo ci pone di fronte a nuove sfide; forti della convinzione che uniti possiamo fornire un contributo importante, esprimiamo la nostra più sentita riconoscenza per la collaborazione e per la sensibilità che, siamo certi, riporrete nel risparmio energetico".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 min
Al via il programma cantonale di screening colorettale
Il Dipartimento sanità e socialità offre, da febbraio, un test gratuito e volontario per una patologia dove la prevenzione è fondamentale
Ticino
37 min
Raccolte firme sui costi della salute, allarme rosso in casa Ps
Riget e Sirica agli iscritti: rischiamo di fallire su referendum contro la deduzione per i premi dei figli e iniziativa per i premi al 10% del reddito
Ticino
53 min
Dalla Vpod oltre 7’700 firme per cure sociosanitarie di qualità
Consegnate oggi le sottoscrizioni che chiedono anche più attenzione alle prestazioni socioeducative. Ghisletta: ‘Cautamente ottimista, serve migliorare’
Luganese
1 ora
Tentata rapina al chiosco in stazione a Ponte Tresa, due fermi
Un uomo, insieme a una complice, ha minacciato la commessa con un’arma da taglio chiedendo l’incasso. I due hanno poi desistito e sono fuggiti a piedi
Luganese
1 ora
Campione d’Italia, 12 kg di canapa destinati al Ticino
In prigione al Bassone da giovedì per tentata estorsione, il 30enne albanese si rifiuta di rispondere agli inquirenti
Luganese
2 ore
Tesserete, un Park & Ride trova posto sul terreno Arl
Presso la stazione dei bus sorgeranno una quindicina di posteggi. Il presidente del Cda Gianmaria Frapolli: ‘Vogliamo favorire la mobilità pubblica’
Luganese
2 ore
Aston Bank, scoperto ridotto a meno del 10 per cento
Alle Assise correzionali di Lugano si è parlato anche del fallimento della banca. Sedici mesi sospesi a un 53enne ex dipendente
Mendrisiotto
2 ore
Laveggio in... bianco: c’è finita della polvere d’argilla
Sul posto Pompieri e tecnici del Dipartimento del territorio: sospesi i lavori in un cantiere a Stabio. I pescatori vigilano
Locarnese
3 ore
Lungo il ‘Maschinenweg’ la strada della gestione si divide
A Ronco s/Ascona vi sono due rapporti sul credito di 100mila franchi necessario alla sistemazione del sentiero antincendio che taglia il pendio
Luganese
3 ore
Esce di strada e sbatte contro un rimorchio, è grave un 76enne
Incidente intorno alle 13.30 a Villa Luganese. Probabilmente un malore alla base della perdita di controllo del veicolo
© Regiopress, All rights reserved