laRegione
05.10.22 - 16:23
Aggiornamento: 18:12

‘La doppia segnalazione, poi subito l’inchiesta amministrativa’

Locarno, capodicastero e comandante erano stati avvisati contemporaneamente dalla donna delle presunte molestie verbali di un agente

la-doppia-segnalazione-poi-subito-l-inchiesta-amministrativa
Ti-Press
Un altro agente sotto la lente del Municipio

Risale a circa un mese fa, l’apertura dell’inchiesta amministrativa a carico di agente che avrebbe offeso una dipendente della Città di Locarno, esagerando con le parole. A segnalare le molestie verbali al capodicastero Sicurezza, Pier Zanchi, era stata proprio l’impiegata, che nel contempo aveva avvisato anche il comandante della Polcomunale, Dimitri Bossalini. Il risultato è che la catena di comando politico-operativa del Corpo aveva potuto avvisare in tempi brevi il Municipio e le Risorse umane, affinché iniziasse subito la trafila di verifica dei fatti contestati; verifica che in casi simili avviene, ovviamente, sentendo entrambe le "campane".

«Posso confermare la notizia uscita oggi sul portale della Rsi, ovvero che c’è effettivamente un’inchiesta amministrativa a carico di un agente che avrebbe rivolto apprezzamenti verbali non consoni nei confronti di una dipendente della Città – dice Zanchi alla "Regione" –. Aggiungo che l’inchiesta non è una novità, visto che il suo avvio risale a qualche settimana fa e dovrebbe oggi essere alle battute conclusive. Avevo raccolto personalmente la segnalazione della dipendente, la quale nel contempo aveva contattato anche il comandante, così assieme abbiamo potuto immediatamente attivarci per le verifiche del caso».

Al Municipio andranno un rapporto delle Risorse umane, poi anche le osservazioni del legale cui si è rivolto l’agente. Su quelle basi il Municipio potrà decidere se sussistano gli estremi per delle sanzioni. In attesa di avere notizie in tal senso, l’agente rimane in servizio.

«Questa ulteriore situazione spiacevole mi spinge quantomeno a rilevare che le vie di servizio sono state rispettate e che c’è anche fiducia nel capodicastero, se è vero che proprio a me è giunta direttamente la segnalazione dell’impiegata. Sono circostanze che sia il sottoscritto, sia il comandante prendiamo molto a cuore. Chi si sente oggetto di "attenzioni" non richieste fa benissimo a segnalarle. Sull’altro piatto della bilancia rilevo che purtroppo casi simili – benché al momento, nello specifico, ancora solo presunti – segnano in negativo il grosso lavoro svolto a più livelli, egregiamente, dalla nostra Polizia comunale».

L’inchiesta amministrativa in corso si affianca al "trauma" del licenziamento, deciso dal Municipio, del figlio del comandante, accusato di atti di esibizionismo in seno alla Polcom. Atti che per altro l’agente contesta, così come il conseguente licenziamento, impugnato di fronte al Consiglio di Stato.

Leggi anche:

Locarno, licenziato l’agente dei presunti atti d’esibizionismo

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
5 ore
Da Berna un sostegno per il ‘centro di partenza’ di Rancate
Passa all’unanimità agli Stati la concessione di una somma forfettaria ai Cantoni che in situazioni straordinarie gestiscono centri asilanti provvisori
Mendrisiotto
7 ore
Il Museo dei fossili di Meride spegne dieci candeline
Tra esperienze multimediali e una nuova teca terrestre, il direttore Luca Zulliger si prepara per le porte aperte d’anniversario
Locarnese
10 ore
Un fuoristrada, un gatto e l’amore per la (nuova) vita
Grazie al piacere nel viaggiare assieme al suo fedele Jek, il locarnese ‘Jonni’ è riuscito a riprendersi dopo un tragico incidente in cui è quasi morto
Ticino
10 ore
Salario minimo non adeguato all’inflazione, Durisch: ‘Contesto!’
Il capogruppo Ps dopo la decisione del governo: ‘Assurdo, è una manovra per non arrivare all’ultima forchetta nel 2025: non sta né in cielo né in Terra’
Luganese
16 ore
Lugano, trasporto pubblico più friendly per i disabili
Approvato il maxi credito (13,6 milioni) per adeguare una parte delle fermate cittadine. Polemica in Consiglio comunale sulle telecamere nei parchi gioco.
Luganese
17 ore
Morcote allacciata all’impianto di depurazione del Pian Scairolo
Tra i progetti previsti dal Consorzio l’abbattimento di microinquinanti e l’utilizzo di energie alternative
Ticino
19 ore
‘Quell’iniziativa è superata dagli eventi’
Consiglio della magistratura, così la commissione parlamentare: Assemblea dei magistrati e Gran Consiglio hanno nel frattempo designato il nuovo Cdm
Gallery
Mendrisiotto
20 ore
Volto coperto e armati: commando irrompe in una abitazione
In cinque rapinano una casa privata a Novazzano. Immobilizzate le persone all’interno, gli autori del ‘colpo’ si sono poi dati alla fuga
Ticino
20 ore
‘Riconoscimento del carovita così come proposto dal governo’
Risoluzione della sezione ticinese della Federazione svizzera funzionari di polizia
Ticino
21 ore
Non cambia l’età limite per restare in Magistratura: 70 anni
La commissione parlamentare ‘Giustizia e diritti’ silura la proposta di Filippini di scendere a 68. La democentrista ritira l’iniziativa
© Regiopress, All rights reserved