laRegione
10.02.22 - 15:59
Aggiornamento: 16:46

La promozione e valorizzazione del territorio chiede idee

Verzasca e Piano, al via la fase di consultazione per aggiornare e rilanciare il primo ciclo di sviluppo del Masterplan. Cittadini invitati a portare idee

la-promozione-e-valorizzazione-del-territorio-chiede-idee
Ti-Press

Un Masterplan per la valorizzazione e la promozione del territorio da aggiornare. Elemento centrale di un programma integrato per lo sviluppo della valle, il “Masterplan Verzasca 2030”, promosso dall’Associazione dei Comuni della Valle Verzasca e del Piano (Acvv) e dalla Fondazione Verzasca (Fv), è oggetto di una nuova consultazione popolare. Lo scopo? Quello di rinnovare e aggiornare il Piano di sviluppo della valle avviato nel 2018.
Un’occasione per le cittadine e i cittadini di esprimersi direttamente sui progetti e le loro priorità, con la possibilità di poter formulare idee e nuove proposte, si legge nella nota stampa diffusa dai suoi ideatori. Il prossimo mese di maggio scadrà infatti il primo ciclo di sviluppo (2018-2022) e l’intenzione dell’ACVV è di promuovere un ulteriore quadriennio (2022-2026) di progettualità concreta – in sintonia con l’Ente regionale di sviluppo del Locarnese e l’Organizzazione turistica Locarno-Ascona.
Oltre ad aggiornare i molti progetti previsti e in corso, con la consultazione si intende informare e coinvolgere gli abitanti nel Piano di sviluppo “Verzasca 2030”, raccogliendo spunti e osservazioni da tutti gli abitanti del comprensorio, ovvero i Comuni di Verzasca, Mergoscia, Tenero-Contra, Gordola, Lavertezzo e Cugnasco-Gerra. Si tratta di un approccio molto partecipativo per decidere le priorità dei progetti in modo condiviso e sostenuto, sia dalle autorità che dalla popolazione.

Rilanciare le progettualità sulla scia di quanto già realizzato o avviato

Avviare un secondo quadriennio del Masterplan è un passo molto importante affinché la progettualità (che tra il 2018 e il 2022 ha permesso di concretizzare 28 progetti e avviarne 19) abbia un ulteriore impulso a favore di chi vive e lavora sul territorio. Si tratta inoltre di alimentare e promuovere un turismo sostenibile e salvaguardare il territorio, in tutte le sue dimensioni storiche, naturalistiche, culturali e paesaggistiche. Con l’invio di una lettera informativa a tutti i fuochi del comprensorio, chiunque avrà la possibilità di esprimersi e suggerire progetti, eventi o iniziative che interessano la Valle Verzasca e la sua complementarità con il Piano. Ciò sarà possibile compilando un comodo formulario online oppure richiedendo alla Cancelleria del proprio Comune la copia cartacea.
La consultazione si concluderà il 20 febbraio prossimo e successivamente i risultati saranno resi pubblici. Quanto ai prossimi passi, la richiesta formale per un nuovo ciclo di Masterplan sarà sottoposta nelle prossime settimane all’Ufficio dello sviluppo economico (USE) del Dipartimento delle finanze e dell’economia. Il Cantone aveva a suo tempo promosso con successo e cofinanziato lo strumento del Masterplan, quale vettore di sviluppo regionale che si conferma nella sua efficacia.

Cittadini attori partecipi dello sviluppo

Chi, meglio degli abitanti del comprensorio interessato, può indicare come trasformare la Verzasca e il Piano? Chi, meglio di loro, può restituire una lettura aderente e di prospettiva? Per condividere le idee alla base del nuovo Masterplan e mettere nero su bianco i progetti per rigenerare la regione, Acvv e Fv si affidano al contributo dei diretti interessati. È data così l’opportunità a chiunque risieda nel comparto di esprimersi nuovamente su iniziative e priorità, nonché di formulare idee e osservazioni utili al rilancio. Un passo molto importante perché lo sviluppo è assicurato solo quando ci sono condivisione e partecipazione, osservano i sindaci. Per poter aderire alla consultazione è disponibile un semplice formulario online che si può compilare sulla pagina www.verzasca.ch/masterplan. La consultazione è aperta fino a domenica 20 febbraio. È pure possibile rivolgersi alla Cancelleria del proprio Comune o alla Fondazione Verzasca per ottenere in forma cartacea il formulario e il materiale necessario.

Onsernone 2025, la roadmap è tracciata

Da una valle all’altra, con il caso dell’Onsernone, dove concluso il discorso attorno al Masterplan Onsernone ‘2020’ si è passati allo step successivo,vale a dire ‘Onsernone 2025’´. Il dossier, come ci ha spiegato Elia Gamboni, responsabile dell’Acop (Antenna subregionale ERS Centovalli-Onsernone-Terre di Pedemonte), comporta una decina di progetti che saranno portati a termine nel prossimo futuro, in base a una scala delle priorità. Ne fanno parte, ad esempio, in ambito escursionistico, la Via alta dell’Onsernone, il sentiero che collegherà tutti i villaggi della valle, la ristrutturazione della capanna Ribia, Salei per tutti (volto a eliminare le barriere architettoniche che oggi ancora impediscono alle persone portatrici di handicap di raggiungere la capanna in quota, servita dalla funivia).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 ora
Evasione fiscale in un locale a luci rosse di Chiasso
Le prime indicazioni parlano di diversi milioni di franchi non dichiarati. Sequestrato materiale informatico.
Ticino
1 ora
‘In Gendarmeria mancano effettivi’
Gli agenti affiliati all’Ocst chiedono le necessarie risorse affinché la Cantonale possa operare in modo adeguato. Il sindacato ha ora due copresidenti
Locarnese
2 ore
Locarno, arrestata la vittima del pestaggio in Rotonda
Il 26enne dello Sri Lanka è stato trasferito in Ticino su ordine della Procura. Per lui, che nega ogni addebito, si ipotizza l’accusa di tentato omicidio
Ticino
3 ore
Amalia Mirante è pronta per presentare ‘Avanti’
Questo il nome che l’ex esponente del Partito socialista ha scelto per il suo ‘movimento’. I contenuti verranno presentati lunedì
Ticino
3 ore
Fra le caselle dell’avvento occhio a non aprir quella dei radar
L’elenco delle località dove settimana prossima verranno eseguiti controlli
Luganese
4 ore
‘Casinisti’ attenti, a Lugano arriva il ‘rumorometro’
Il nuovo dispositivo, già testato nei primi due mesi di quest’anno, ha lo scopo di ridurre preventivamente il rumore causato dagli automobilisti
Ticino
4 ore
Livelli, Sirica furioso: ‘Speziali inaffidabile e pavido’
Il copresidente Ps critica duramente la ‘sfiducia’ del presidente Plr al messaggio governativo per la sperimentazione del loro superamento alle Medie
Ticino
4 ore
BancaStato crede nelle start-up e investe (altri) 5 milioni
I fondi sono desinati a idee nel digitale, high-tech e biomedicina. Fabrizio Cieslakiewicz: ‘In un periodo di difficoltà crediamo nell’innovazione’
Ticino
5 ore
Diocesi in rosso: previsto deficit di 1,8 milioni
Chiusura del 2021 in negativo di oltre 31mila franchi, ma per il 2023 il deficit di gestione previsto è da capogiro
Bellinzonese
5 ore
Giubiasco, furgone urta un’auto e si rovescia sul fianco
L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di oggi attorno alle 13.30. Il bilancio, fornito da Rescue Media, parla di due feriti apparentemente non gravi
© Regiopress, All rights reserved